Calhanoglu vuole tornare al gol: sarà lui l’uomo del derby?

Calhanoglu vuole tornare al gol: sarà lui l’uomo del derby?

Calhanoglu, tra i centrocampisti più brillanti nel finale della scorsa stagione, non ha ancora portato a casa alcun bonus in questo inizio di campionato.

di Patrizia Monaco
Calhanoglu Milan 2018

Lo scorso anno Hakan Calhanoglu rappresentava un oggetto misterioso, passato un po’ sottotraccia durante le aste del fantacalcio. Prima che partisse l’attuale campionato di Serie A, invece, in molti hanno puntato sul fantasista turco per la sua propensione al bonus, pesante e leggero, dimostrata nel finale della precedente stagione: un aspetto che ha inevitabilmente fatto gola ai tanti che hanno individuato in Calhanoglu il top del proprio centrocampo.

Invece, dal 18 agosto ad oggi, il numero 10 rossonero ancora non ha regalato gioie ai suoi possessori: il numero di bonus in campionato è ancora fermo a zero, e soltanto in Europa League si è intravisto il talento del centrocampista turco, capace di servire ai compagni due assist vincenti nel giro di pochi minuti.

CALHANOGLU HA FAME DI GOL: SOLO HIGUAIN CI PROVA QUANTO LUI

Nella sfida che ha preceduto la pausa delle nazionali, quella cioè che ha visto contrapposti Milan e Chievo, tutti si aspettavano qualcosa in più da Calhanoglu: in realtà il bonus è stato sfiorato in più occasioni e soltanto il fuorigioco ha rimandato la gioia del suo primo +3 in stagione. In molti però sono convinti che quello attuale rappresenti più un problema di testa che di condizione fisica, poiché Calhanoglu a livello personale non sta vivendo un momento semplicissimo per via della separazione da sua moglie.

Inoltre, stando a quanto dichiarato da Gattuso, il turco entrerebbe in una spirale di demoralizzazione non appena si susseguono due o tre occasioni sbagliate. A tal proposito, i numeri parlano chiaro ed evidenziano come Calhanoglu tiri numerose volte nella prima metà delle partite, per poi andare ad eclissarsi nella ripresa. Lui ci prova, questo è innegabile, mancando però di precisione: soltanto Higuain ha infatti tentato la conclusione quanto lui, ma Calhanoglu è soltanto quinto per tiri nello specchio (dopo Kessie, Higuain, Bonaventura e Suso). Questo dettaglio, poi, avallerebbe anche le teorie di chi collega la crisi del numero 10 agli schemi di Gattuso.

Effettivamente, se andiamo ad analizzare la seguente immagine, vediamo come l’allenatore del Milan chieda al suo fantasista di sacrificarsi molto in fase difensiva e questo giustificherebbe la mancanza di lucidità e i tanti errori da lui commessi davanti alla porta.

Calhanoglu

In foto vengono infatti evidenziate le zone “occupate” da Calhanoglu nel corso di una partita. Ecco perché tanti tifosi milanisti vorrebbero assistere ad un cambio modulo, un 4-2-3-1 che porterebbe il numero 10 ad agire da trequartista, libero di muoversi in tutto il reparto offensivo, senza dover tornare costantemente a dare una mano dietro. Indipendentemente da questo, però, la speranza è quella di rivedere il vero Calhanoglu già in campo contro l’Inter, in quello che rappresenta il derby più atteso di questa stagione, in programma tra sette giorni esatti. Un’occasione ghiotta per far ricredere i tanti tifosi delusi e per dimostrare di poter essere l’arma in più di questo Milan in costante crescita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy