Cagliari, Barella una scommessa diventata realtà

Il centrocampista rossoblu è sempre più decisivo nella squadra sarda. Con la squalifica di Joao Pedro è diventato lui il nuovo rigorista e da scommessa e giocatore di rendimento si è trasformato in trascinatore anche al fantacalcio.

di Alessandro Mura

Niccolò Barella è ormai diventato l’uomo del momento in casa cagliaritana. Il giovane centrocampista sta prendendo per mano la squadra sarda: nelle ultime due partite, contro Lazio e Benevento, ha realizzato due rigori decisivi, regalando ai rossoblu quattro importanti punti in ottica salvezza. Il suo score stagionale è salito a 5 gol, non male per un giocatore che ha chiuso la sua prima stagione in A con 0 gol in 27 presenze.

BARELLA, DA SCOMMESSA A UOMO BONUS

A inizio anno chi ha puntato su Barella lo ha fatto quasi sicuramente per completare la sua rosa, facendo la classica scommessa a pochi crediti. Non potrebbe essere altrimenti vista la sua media (6,12) e fantamedia (5,77) 2016/2017, condite da 2 assist, ben 10 cartellini (9 gialli ed 1 rosso). Nonostante i numeri non esaltanti, Barella la scorsa stagione ha fatto intravedere del buon potenziale, mostrando qualità e quantità anche se spesso rovinate da un’eccessiva foga ed irruenza nei contrasti. Per questo motivo ai nastri di partenza di questa stagione Barella era da considerare una scommessa, un giocatore dal possibile buon rendimento da tenere in panchina e da schierare solo in caso di estrema necessità. Il giovane centrocampista ha invece superato tutte le attese, realizzando 5 gol e 1 assist migliorando di gran lunga sia la sua media voto (6,34) e sia la sua fantamedia (6,92) che gli è valso, ad oggi, il sedicesimo posto tra i centrocampisti della Serie A, al pari di giocatori più affermati come Nainggolan e Ljajic. Se sotto il punto di vista dei voti si sono notati dei miglioramenti, è rimasto pressochè invariato il suo rendimento disciplinare: anche in questa stagione gli arbitri gli hanno sventolato in faccia 9 volte il cartellino giallo e una volta quello rosso.

JOAO PEDRO OUT, BARELLA NUOVO RIGORISTA

La positività con conseguente stop di Joao Pedro hanno dato ulteriore linfa all’ appetibilità di Barella: il brasiliano era, infatti, il rigorista dei rossoblu e la sua uscita di scena ha consegnato a al giovane ex Como (a sorpresa) il titolo di rigorista della squadra. Barella non si è fatto trovare impreparato e si è dimostrato freddo e cinico dal dischetto, realizzando due pesanti penalty consecutivi contro Lazio e Benevento. Non abbiamo ragione di credere che da oggi alla fine del campionato Lopez possa cambiare le gerarchie nei rigoristi: Barella potrebbe quindi avere altre occasioni per aumentare il suo bottino.

COSA ASPETTARSI DA BARELLA NEL FINALE DI STAGIONE?

Mancano 9 gare al termine del campionato: Barella è diffidato e alla prossima ammonizione verrà squalificato, saltando quasi sicuramente almeno una delle prossime gare. Bisogna inoltre tenere conto della sua posizione in campo: con l’infortunio di Cigarini, Lopez ha alternato nel ruolo di regista Barella e Padoin, facendo però intendere che in quel ruolo da qui a fine campionato giostrerà il giovane classe ’97. Da regista, infatti, è costretto ad arretrare il proprio raggio d’azione, limitando gli inserimenti e anche i tiri da fuori area. Non aspettatevi quindi un gran numero di bonus da lui, sebbene come è stato già detto sia il rigorista della squadra. Chi lo possiede in squadra può continuare a puntarci, sperando che continui il suo magic moment e che fornisca buone prestazioni. La scommessa Barella, comunque vada, è da considerarsi vinta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy