Bologna, Destro torna al gol: nuova risorsa al Fantacalcio?

Bologna, Destro torna al gol: nuova risorsa al Fantacalcio?

Nella gara di ieri Mattia Destro ha siglato l’iniziale vantaggio del Bologna, ritornando alla rete che mancava da quasi un anno.

di Carlo Cecino, @CarloCecino
Destro

“Sogno o son Destro?”. L’avranno pensato tanti fantallenatori ieri, quando hanno saputo del gol di Mattia Destro, tornato a gonfiare la rete dopo 351 giorni d’assenza. Il numero 22 bolognese era ormai diventato un “desaparecido”, finito ai margini del progetto tecnico del Bologna di Inzaghi, che in questa stagione lo aveva fatto partire titolare in due sole circostanze su 21 match. Poi durante il mercato di gennaio, sono arrivate diverse voci su un suo probabile trasferimento alla Sampdoria per sostituire il partente Kownacki, ma l’ex attaccante di Roma e Milan è voluto rimanere in Emilia.

DESTRO, L’ARRIVO DI MIHAJLOVIC

Due settimane fa, per dare una scossa all’intero ambiente, la società bolognese ha deciso di esonerare Inzaghi e di chiamare al suo posto Sinisa Mihajlovic. Il mister serbo ha sin da subito fatto capire che voleva rimettere Mattia Destro al centro del progetto tecnico: “Per me è incredibile che un giocatore con le sue qualità non giochi. Penso sia un giocatore importante e nel mio modo di vedere il calcio sarebbe ideale. Tocca a lui, io non ascolto quello che dice la gente, conta solo il mio rapporto con lui. Se in allenamento mi farà vedere rabbia e voglia, per me sarà titolare”.

Parole al miele dunque da parte di Mihajlovic, per un Destro che si è immediatamente rimesso in gioco, lavorando intensamente ad ogni allenamento e dimostrando al neo-allenatore di poter essere utile nella rincorsa rossoblù alla salvezza. Nel match di San Siro della giornata precedente contro l’Inter è subentrato all’87’ a Santander, invece nella partita di ieri ha sfruttato alla grande l’opportunità che gli ha concesso Mihajlovic: infatti, a causa di alcuni acciacchi fisici, il “Ropero” non poteva partire dal primo minuto, ed ecco che il tecnico serbo ha concesso a Destro la titolarità contro il Genoa.

DESTRO: IL GENOA COME PORTAFORTUNA

E il centravanti di Ascoli Piceno, rigenerato dalla fiducia di Mihajlovic, ha risposto presente con quello che viene maggiormente richiesto ad un attaccante: il gol. Al 17′ del primo tempo, su un cross di Poli dalla trequarti, Destro ha approfittato di una cattiva uscita di Radu, e con un colpo di testa ha scavalcato il portiere genoano, depositando la palla in rete. Così è tornato ad esultare dopo circa un anno di digiuno. Era il 24 febbraio 2018 quando Destro segnava la sua ultima rete in Serie A, in casa e sempre contro il Genoa, una delle sue ex squadre, che pare portargli veramente bene.

NUOVA ARMA PER I FANTALLENATORI?

Si sa, per gli attaccanti il gol è la medicina migliore. Difatti, oltre alla marcatura realizzata, ieri il numero 22 emiliano ha lottato contro la difesa avversaria, ha fatto buone sponde per i compagni e non è mai uscito dalla gara, tanto da sembrare un altro giocatore, rivitalizzato dalla cura Mihajlovic.

L’allenatore serbo l’ha poi sostituito al 60′, perché l’attaccante non ha ancora il ritmo partita e i novanta minuti nelle gambe. Però ora le gerarchie nell’attacco bolognese potrebbero cambiare: Santander non ha più il posto assicurato e non stupirebbe rivedere il numero 22 titolare al centro del trio offensivo emiliano. Un Destro che, se sente fiducia attorno a lui, può davvero tornare un giocatore importante nel campionato bolognese: “Il gol è stato una liberazione. Sapevo che quando il mister mi avrebbe dato fiducia sarebbe arrivata la prestazione. Dipende tutto da me, ma se c’è fiducia nei miei confronti, diventa tutto più facile“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy