Belotti al Torino, come cambiano le gerarchie dell’attacco granata?

Belotti al Torino, come cambiano le gerarchie dell’attacco granata?

Il Gallo sbarca al corte di mister Ventura pronto a fare di lui il nuovo Immobile

di Ricky Schiavon, @rccrdschvn

La telenovela di mercato che ha tenuto banco da giugno fino ad oggi si è conclusa, Andrea Belotti è un nuovo giocatore del Torino, e ha scelto la maglietta numero 9. Il costo totale per il cartellino del Gallo, prelevato dal Palermo dopo la sua prima stagione in serie A, è di 7,5 milioni più bonus. Svolte le visite mediche e posta la firma sul nuovo contratto il giocatore è già disponibile agli ordini di Ventura in vista del debutto stagionale fissato per domenica sera al Matusa di Frosinone.

Sarà titolare?

Questa la domanda che i numerosi fantallenatori che volevano scommettere sul Gallo già prima di questo trasferimento in granata si stanno ponendo. Il costo dell’operazione è un fattore da non sottovalutare, difficilmente il Torino, società che si è dimostrata abile nella valorizzazione di giovani talenti, avrebbe sborsato una cifra simile per comprare un panchinaro, seppur di lusso; ma la definitiva risposta ce la suggerisce lo stesso Ventura che a più riprese nel corso dell’intera estate ha chiesto fortemente l’ingaggio di una prima punta importante che facesse fare il salto di qualità al reparto. Petrachi e Cairo lo hanno accontentato, il Gallo era il primo nome della lista. Considerate queste premesse il futuro di Andrea in granata sembra iniziare nel migliore dei modi, società e allenatore ci puntano fortemente, sì sarà titolare.

Chi perde appetibilità?

Maxi Lopez perde sicuramente qualcosa sia in termini di titolarità, probabilmente sarà lui l’uomo della mezzora finale, che in possibili bonus, il minutaggio si ridurrà e di conseguenza avrà meno occasioni per lasciare il segno. Qualora però nelle vostre aste venisse snobbato non fatevelo sfuggire a prezzi convenienti, El Galina potrebbe essere un ideale quinto o sesto slot in attacco, non vi garantirà la titolarità sicura ma un voto probabile ad ogni partita sì, con la possibilità di risultare decisivo a gara in corso per il Toro e per le vostre fantasquadre.

Martinez da prima alternativa ai due titolari diventa il quarto attaccante nelle gerarchie di Ventura, il suo spazio e la sua appetibilità calano drasticamente, non che fossero a chissà quali livelli prima ma la scommessa poteva starci. Ad ora è difficile consigliarlo, potrebbe trovare spazio per qualche infortunio nel corso della stagione ma sembra relegato ai dieci minuti finali di ogni partita.

Quagliarella?

Sarà il compagno di reparto del Gallo, qualcuno potrebbe impaurirsi e pensare che il nuovo acquisto finirà per minare l’appetibilità del bomber campano. Secondo noi invece il suo rendimento non solo non peggiorerà ma è destinato a migliorare, finalmente Quagliarella sarà più libero dalle strette marcature avversarie lasciando l’attaccante u21 a fare a spallate con i centrali avversari in area di rigore. Questa libertà gli permetterà di ricorrere a tutto il suo repertorio per trovare la via della rete e avrà anche un ruolo di assist-man non indifferente, sia nei confronti di Belotti che dei centrocampisti di inserimento.

Quindi sul Gallo ci punto?

Si ma con la giusta moderazione, non fate spese folli per lui, non è ancora un top di reparto ma un ideale terzo slot per chiudere il tridente titolare. La coppia con Maxi Lopez potrebbe essere interessante nell’ottica di avere sempre un titolare sicuro anche se la loro gestione potrebbe risultare piuttosto problematica, entrambi andranno quasi sempre a voto, il consiglio è quello di farla solo in leghe molto numerose.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy