Anticipi delle due romane, ecco chi dovete segnarvi per l’asta

Anticipi delle due romane, ecco chi dovete segnarvi per l’asta

Molti stanno aspettando la chiusura del calciomercato per fare l’asta, vi diamo qualche nome da appuntarvi

di Stefano Civini

Finalmente ieri è tornato il campionato e tutti i fantamalati non vedevano l’ora. Qualcuno ha già la sua rosa bella pronta e ha passato il sabato a pensare alla miglior formazione da schierare. Altri invece aspettano che si chiuda il calciomercato per ritrovarsi a fare l’asta. Per tutti questi le prime due giornate passeranno tra gufate indirizzate ai propri pupilli, in modo che gli altri partecipanti non ne vengano attratti, e ricerche minuziose, per provare a scoprire quel giocatore che ha stupito in positivo, o quell’altro che ha giocato in una posizione più avanzata di quanto ci si potesse aspettare. Anche il minimo dettaglio può fare la differenza in sede d’asta. Proviamo allora a darvi qualche indicazione a riguardo sulle partite che si sono giocate ieri.

Hellas Verona – Roma

Hallfredsson: il vichingo snobbato, come viene chiamato nel nostro articolo, è stato il migliore in campo. Ha macinato chilometri e recuperato molti palloni, ma quello che interessa di più a chi fa il fantacalcio è l’assist pregevole che ha permesso a Jankovic di andare in rete. Chi segue il forum del Gruppo Esperti non sarà stupito di questa sua ottima partenza (8,5 il voto comprensivo dell’assist), era dato tra le sorprese nella scheda partita e addirittura figura tra i consigliati nella scheda squadra. Questa sua prestazione avrà però aperto gli occhi anche agli altri, per cui la concorrenza per prenderlo potrebbe essere aumentata.
Souprayen: il terzino francese era reduce da un buon precampionato e c’era curiosità di vederlo al debutto contro una squadra di qualità come la Roma. Bene, il ragazzo, arrivato dal Digione (seconda serie transalpina), non ha per nulla demeritato, mostrando una buone propensione alla fase offensiva e arrivando anche alla conclusione in una circostanza. E’ presto per trarre conclusioni sul giocatore, ma un pensierino come acquisto low-cost lo si può certamente fare.

Lazio – Bologna

Kishna: “talento futuro” si diceva di lui nel focus in cui ve lo abbiamo presentato. La sensazione dopo averlo visto all’opera per la prima volta dall’inizio è quella che il futuro per lui sia già arrivato. Gran partita la sua, dribbling, cross chirurgici (da tempo non si vedeva in Italia un giocatore con una percentuale così alta di traversoni andati a buon fine), e, ciliegina sulla torta, il gol all’esordio. Ha già conquistato l’Olimpico (la standing ovation che gli è stata riservata quando è andato a battere un corner ne è la dimostrazione) e tutti coloro che lo hanno già acquistato. Nelle nostre schede, sia in quella partita che in quella della squadra, era indicato come sorpresa, per cui chi legge il forum già sapeva delle sue qualità. Ora lo sanno tutti. Per chi deve ancora fare l’asta questa non è ovviamente una bella notizia. State attenti a non pagarlo troppo, resta sempre il vice delle ali titolari (Candreva e Felipe Anderson, due a cui non è facile rubare il posto) e va ancora visto in test più probanti.
Brienza: alla faccia della vecchiaia che incalza, il buon Ciccio ha confermato tutte le buone sensazioni che c’erano su di lui (era consigliato in entrambe le schede riguardanti il Bologna). Il trequartista è l’usato sicuro, non è uno che attira molte attenzioni ma dal quale sai che ti puoi sempre aspettare qualche bel bonus. Anche ieri non ha deluso, ottime giocate coronate dal notevole assist che ha servito a Mancosu in occasione della rete dei felsinei. Per lui è ancora alta la probabilità di prenderlo a poco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy