Lazio, scatta l’ora di Correa: El Tucu vuole diventare un titolarissimo

Lazio, scatta l’ora di Correa: El Tucu vuole diventare un titolarissimo

Correa si candida per una maglia da titolare contro il Marsiglia, nella speranza di convincere Inzaghi a schierarlo dal primo minuto anche in Campionato.

di Patrizia Monaco
Correa Lazio 2018

Da quando è arrivato alla corte di Simone Inzaghi, il calciatore argentino Joaquìn Correa ha saputo conquistare la fiducia del mister e l’affetto dei tifosi della Lazio. Appena giunto a Formello, la concorrenza sembrava più viva che mai soprattutto con il collega di reparto Luis Alberto che, fino a tre mesi fa, rappresentava un intoccabile tra i biancocelesti dopo l’exploit dello scorso anno.

Eppure, complici i problemi fisici e i cali mentali dello spagnolo, Correa ha sfruttato al meglio ogni occasione concessagli da Inzaghi, mettendo in mostra tutto il proprio talento e la propria voglia di fare. Un fantasista vero e proprio, pronto a contribuire in maniera netta alla causa biancoceleste, in campionato così come in Europa League.

LA LAZIO SCENDE IN CAMPO CONTRO IL MARSIGLIA: CORREA PARTE TITOLARE?

Proprio quando mancano pochissime ore al match casalingo contro il Marsiglia, El Tucu ha dichiarato tutto il proprio amore e rispetto per la sua nuova squadra: “Da quando sono arrivato mi hanno fatto sentire bene e importante. Sapevo dei compagni forti e della rosa lunga con grandi giocatori. Sapevo della qualità. Sono tranquillo e do sempre il massimo così siamo tutti pronti e speriamo di dare il meglio per far vincere la Lazio”.

Il numero 11 si è poi detto tranquillo per l’impiego part-time che Inzaghi gli sta riservando nelle ultime gare: “C’è sempre voglia di giocare come per tutti i giocatori. Sono qui per dare il massimo quando gioco dall’inizio e quando non è così. Sono sempre pronto e lo sanno tutti. Quando entro dalla panchina cerco di fare la differenza, ma la mentalità e la voglia è la stessa anche quando gioco dall’inizio. Continuo su questa strada, concentrato. In passato ho giocato da esterno, prima punta e mezzopunto. Quest’ultimo è il ruolo che preferisco“.

Adesso, però, la Lazio e soprattutto Inzaghi dovranno concedere maggiore spazio ad uno degli uomini attualmente più in forma: con Luis Alberto e Milinkovic Savic non al meglio, soltanto l’argentino potrebbe rendere più frizzante la manovra offensiva biancoceleste, arrivando alla conclusione o servendo deliziosi assist per il bomber Immobile. Intanto Inzaghi valuta seriamente un suo impiego dal primo minuto nel match di stasera contro il Marsiglia, troppo importante per il passaggio del turno in Europa League: al fianco dell’argentino potrebbe dunque agire Caicedo, apparso in ottima forma nelle ultime gare. Un’occasione che Correa non vorrà e non dovrà sprecare, nel tentativo di convincere definitivamente Inzaghi a schierarlo con maggiore regolarità negli undici iniziali della Lazio, in Europa ma soprattutto in Campionato, per la gioia dei suoi fantapossessori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy