Conferenza Juventus – Allegri: “Dybala ha riposato, Mandžukić sta bene, Khedira probabile titolare”

Conferenza Juventus – Allegri: “Dybala ha riposato, Mandžukić sta bene, Khedira probabile titolare”

Il tecnico bianconero è intervenuto alla vigilia del big match casalingo contro la Lazio.

Commenta per primo!

Dopo la parziale battuta d’arresto contro l’Atalanta, che è costata alla sua Juventus la perdita per strada di due punti e la testa della classifica ceduta momentaneamente al Napoli, Massimiliano Allegri è del tutto intenzionato a riprendersi il posto che spetta alla sua squadra. Per farlo, occorrerà battere la Lazio e attendere il risultato degli altri due big match di giornata (Roma-Napoli e Inter-Milan, ndr). In virtù di ciò, il tecnico bianconero ha da poco terminato la tradizionale conferenza stampa della vigilia, nella quale ha indicato alcuni nomi importanti della sua rosa, cui si affiderà domani per tenere a bada i biancocelesti di Inzaghi.

ALLEGRI TRA RECUPERATI E INFORTUNATI

“Non dite che Mandžukić sta male e che ha preso una botta che quello si arrabbia (ride, ndr). Mario sta veramente bene, si è allenato e può giocare. Khedira sta bene e potrebbe giocare titolare. Domani tra gli infortunati torna soltanto lui a disposizione, Pjanic rientra mercoledì, mentre Marchisio ancora no perché sta lavorando soltanto in parte con la squadra. Per De Sciglio e Pjaça invece ci vuole ancora un po’ di tempo”.

ALLEGRI SULLA FORMAZIONE

Domani gioca Buffon che è tornato bello pimpante dalla Nazionale, come tanti altri, e in generale assieme a lui scenderà in campo chi è più riposato. A parte Bentancur, che non l’ho ancora visto, gli altri sudamericani sono rientrati bene. Dybala ha riposato perché si può dire che ha fatto quindici giorni di vacanza: quindi direi che sta bene”.

ALLEGRI SU HIGUAIN

Higuain ha ritrovato la condizione ed è motivato per fare una grande stagione alla Juventus. A livello personale poi, vorrà riconquistarsi la convocazione al Mondiale e questo succederà solo se fa una grande stagione. Le motivazioni ce l’ha e credo che questo mese farà un grande mese”.

ALLEGRI SULLA LAZIO

“Alla Lazio non dobbiamo concedere campo e ripartenze perché loro a campo aperto sono molto bravi. È una squadra ben organizzata e ben allenata che ti chiude gli spazi”.

ALLEGRI E I BLACK OUT DIFENSIVI DELLA JUVENTUS

“Dobbiamo annullare quei momenti che sono capitati dopo i 2-0 con Sassuolo, Torino e Atalanta, quando abbiamo smesso non solo di giocare ma anche di difendere. Quando ciò accade poi sei in balia degli eventi e cadi: e questo ci è costato due punti in classifica. Su questo aspetto dobbiamo migliorare, perché altrimenti rischiamo di buttare via punti importanti durante la stagione e di diventare come tutte le altre squadre. Alla fine, se saremo più bravi, arriveremo davanti alla altre che quest’anno sono molto più competitive dell’anno scorso. E per essere più bravi dobbiamo assolutamente migliorare nella fase difensiva e non pensare sempre solo a quella offensiva: non a caso, negli ultimi dieci anni, soltanto un anno ha vinto la squadra che è stata la seconda miglior difesa (l’Inter nel 2010, ndr), per i restanti nove  ha sempre vinto la miglior difesa. Poi magari quest’anno può succedere il contrario, ma credo sia difficile”.

ALLEGRI E IL RUOLO DELL’ALLENATORE

“Fare l’allenatore non è facile. Nella vita, in generale, ci sono le categorie e così anche nel calcio. Nelle grandi squadre si ha a che fare con campioni e meno male che c’è l’allenatore a gestirli. L’allenatore non è buono solo a fare il modulo da mandare in campo. La differenza un allenatore non la fa solo a livello tattico, bensì anche e soprattutto a livello gestionale. Un allenatore deve avere la capacità di capire quando c’è da spingere e quando c’è da allentare”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy