Conferenza Bologna – Donadoni: “Pulgar e Orsolini non stanno bene. Parlerò con Destro”

Conferenza Bologna – Donadoni: “Pulgar e Orsolini non stanno bene. Parlerò con Destro”

Il tecnico rossoblù ha presentato il match casalingo contro il Chievo.

di Fabiola Graziano

A salvezza garantita, al Bologna non resta che regalare ai suoi tifosi le ultime due belle prestazioni, la prima delle quali sarà proprio in casa contro un Chievo Verona ancora in lotta per non retrocedere. Roberto Donadoni è così consapevole che l’incontro di domani non sarà per nulla semplice per i suoi ragazzi, soprattutto considerate le condizioni psico-fisiche non del tutto ottimali per molti di loro.

LE PAROLE DI DONADONI

Sulla partita: “Il Chievo ha bisogno di punti per salvarsi e me li aspetto cattivi. Mesi fa si parlava molto bene di loro, poi hanno avuto un brusco calo. Sarà una partita vera, tosta: servirà esser pronti a tutto fin da subito. Il nostro obiettivo è quello di chiudere al meglio davanti ai nostri tifosi. In settimana abbiamo lavorato bene, soprattutto dal punto di vista mentale: la squadra ha capito cosa deve fare”.

Sui singoli:Palacio l’ho visto bene in settimana: sta facendo quello che gli sto chiedendo, mi è sembrato tonico e lucido, dovrebbe giocare. Non stanno benissimo invece Pulgar ed Orsolini: il primo si è allenato bene ieri e oggi prenderemo una decisione definitiva, ma è difficile il suo impiego domani; discorso simile per il secondo, che al momento è al 50% della condizione. Helander e Donsah hanno recuperato, Gonzalez no. Destro? Oggi parlerò con lui: ritengo fondamentale capire quali siano le sue sensazioni. Se mi farà capire che ha ancora stimoli per finire al meglio questo campionato, allora domani potrà scendere in campo; in caso contrario rimarrà fuori. Verdi? Non c’è nessuna scelta definitiva ancora: fino a quando lui non prenderà una decisione ufficialmente, sono convinto che possa continuare la sua avventura qui al Bologna”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy