Udinese, l’occasione di riscatto per Okaka: cosa fare al Fantacalcio?

Udinese, l’occasione di riscatto per Okaka: cosa fare al Fantacalcio?

L’attaccante scuola Roma torna in Italia dopo la sfortunata parentesi al Watford.

di Salvatore Russo

Dopo tre stagioni e mezzo all’estero, con alterne fortune, Okaka torna in Italia. L’attaccante scuola Roma arriva ad Udine con la formula del prestito fino a giugno e tanta voglia di riscattare la sfortunata parentesi al Watford.

L’Udinese ha messo a disposizione di mister Nicola l’ariete nato a Castiglione del Lago (ma di origine nigeriana) per puntellare un reparto offensivo con un profilo che fino ad ora era mancato ai friulani. Ecco le parole del DS bianconero Pradè a tal proposito: “Okaka è una prima punta forte fisicamente, bravo nel difendere palla e nel far salire la squadra. Stefano è forte nel gioco aereo all’interno dell’area di rigore”.

OKAKA, PROMESSE NON MANTENUTE

L’enfant prodige del vivaio giallorosso non ha saputo, negli anni, confermare quel talento mostrato al Viareggio di categoria con le giovanili della Roma e poi con l’esordio in Serie A e la seguente rete in Coppa Italia a soli 16 anni. Dopo diverse esperienze in prestito in Serie B e le occasioni inglesi con Fulham e Watford, il 29enne torna in Italia con l’obiettivo di rilanciarsi dopo la sterile parentesi inglese.

ATTACCO UDINESE, L’OPZIONE OKAKA

Attaccante che fa della fisicità la propria arma principale, con i suoi 85 kg distribuiti su 186 cm d’altezza e una discreta tecnica. Una prima punta di peso che all’Udinese serviva come il pane, sia per far respirare la difesa, sia per permettere a Lasagna di rendere al meglio nel caso il tecnico decidesse di schierare entrambi gli attaccanti dall’inizio.

Con il probabile imminente ritorno in patria di Vizeu, sponda Gremio, e i continui acciacchi fisici di Teodorczyk, ecco che per Okaka l’occasione di guadagnarsi una maglia da titolare non pare essere così lontana. Nicola poi sa come far giocare i propri attaccanti: basti pensare anche solo a quel che ha fatto con Simy a Crotone.

OKAKA: COSA FARE AL FANTACALCIO?

Non svenatevi. Quinto o sesto slot in una lega a dieci partecipanti, sesto in una lega ad otto partecipanti. Diciamolo subito, Okaka non è mai stato un attaccante con grandi numeri in fase di realizzazione e quindi ci pare difficile possa smentire questo dato in soli sei mesi. Facile aspettarsi da qui a fine campionato un bottino di 5-6 reti.

Di contro, grazie alla sua fisicità e al suo lavoro sporco, è una punta che sa far giocare la squadra e questo è sempre apprezzato in fase di valutazione, con i buoni voti che potrebbero essere dalla sua. Attenzione però al rendimento altalenante mostrato fin qui nella sua carriera, che sembrerebbe non averlo abbandonato. Bisognerà capire in che condizioni fisiche sia arrivato, visti i soli ventidue minuti giocati  in Inghilterra, e come Nicola intenderà schierare in campo la propria squadra.

Di certo le gare dal 19 al 31 gennaio serviranno per valutare in maniera lucida la situazione. Se nel mercato di riparazione foste alla ricerca di una punta che possa garantirvi un discreto quantitativo di bonus, vi consigliamo di rivolgere le vostre attenzioni altrove; qualora invece foste alla ricerca di un papabile titolare che possa portare alla vostra causa buoni voti e qualche rete, allora Okaka è ciò che fa per voi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy