Focus On – Sandro, Genoa: la scheda al Fantacalcio

Focus On – Sandro, Genoa: la scheda al Fantacalcio

Il centrocampista brasiliano arriva dall’Antalyaspor dopo la parantesi al Benevento. Analizziamo parte del suo stile di gioco e il suo possibile ruolo nel centrocampo del Genoa.

di Riccardo Corsano, @riccardoc9

Comincia a rinforzarsi il centrocampo del Genoa, il primo vero acquisto dell’estate rossoblu porta il nome di Sandro, esperto centrocampista brasiliano ex Tottenham. Da anni bazzica nel calcio europeo, il suo arrivo dall’Internacional risale all’agosto 2010. Poi una lunga esperienza con gli Spurs fino al 2014, anno in cui si separa e inizia a fare la spola nel campionato inglese, fino ad arrivare nel campionato turco all’Antalyaspor, la squadra che deteneva il suo cartellino.

In questa sessione di mercato invernale è arrivato in prestito a Benevento, dove sotto la guida De Zerbi si è messo in mostra con 14 presenze e un goal nel solo girone di ritorno. In qualche mese è diventato un elemento cardine nel sistema di gioco sannita, dove ha ricoperto sia il ruolo di double-pivot, sia quello di centrale tra le due mezzali.

SANDRO, LA SCHEDA AL FANTACALCIO

La sua permanenza in Serie A è dovuta a quanto messo in mostra sull’erba del Vigorito: Sandro è un giocatore che svolge bene entrambe le fasi di gioco e la mole fisica prominente (187 cm per 82 chilogrammi) lo rende un osso duro da affrontare. In mezzo al campo è in grado di gestire il possesso, permettendo alla sua squadra di uscire indenne dal primo pressing, ma non è raro vederlo rincorrere gli avversari per riconquistare il pallone.

Il suo ruolo nello scacchiere di Ballardini sarà quello di schermo davanti alla difesa e di primo iniziatore della manovra. Accanto a lui ci saranno due mezzali, presumibilmente Bessa e Hiljemark (con Bertolacci che dovrebbe essere riscattato dal Milan). Sandro arriva per colmare una lacuna del centrocampo del Genoa: gestire il possesso nelle fasi di gara più intense.

Prima di consigliarlo, bisogna inserire delle attenuanti. E’ un giocatore con delle caratteristiche particolari e molto carismatico, ma come dimostrato nella parantesi al Benevento, è incline al cartellino ed è in calo fisico da qualche anno. Scorrendo tra le sue annate, il numero di presenze continua a diminuire. Non è detto che garantisca titolarità fissa, dunque non è certezza da inserire in slot importanti come il quinto o il sesto.

D’altro canto, ha garantito un Media Voto più che discreta (6,43 GdS) con quattro cartellini all’attivo. C’è molto tempo fino ad agosto, ma se giocate d’anticipo tenetelo d’occhio e, se starà lontano da infortuni, non ci starebbe male in fondo alle vostre liste come nome da ultimi slot. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy