Juventus, Allegri: “Gioca Szczesny, non Perin. Douglas Costa? Più facile a partita in corso”

Juventus, Allegri: “Gioca Szczesny, non Perin. Douglas Costa? Più facile a partita in corso”

Il tecnico bianconero è tornato a parlare alla stampa alla vigilia della ripresa del Campionato contro il Genoa.

di Fabiola Graziano

L’imperativo di Massimiliano Allegri per il match casalingo contro il Genoa è riprendere da dove si era lasciato, ossia dalle dieci vittorie stagionali consecutive che il tecnico bianconero si augura diventino undici anche se non sarà semplice imporsi su una squadra che nelle ultime stagioni ha sempre dato del filo da torcere alla sua Juventus.

LE PAROLE DI ALLEGRI

Tra Campionato e Champions: “Questo è un momento dove la troppa positività abbassa l’energia. Tutti dicono che la Juve vincerà tutte le partite da giocare da qui al 1 giugno, ma non è così. Perché domani abbiamo una partita difficile. Solo una volta negli ultimi 4 anni abbiamo vinto più di 1-0 col Genoa qui. Noi dobbiamo tenere un profilo basso, lavorare e pensare di partita in partita. Ora abbiamo un altro step di sei gare in cui ci giochiamo il passaggio del turno in Champions e in campionato il calendario sulla carta potrebbe permetterci di rubare dei punti. Inutile girarci intorno: domani c’è Inter-Milan, vincere ci permetterebbe di allungare su una delle due e mettere pressione al Napoli. In questo momento bisogna essere bravi a rientrare in campionato con la giusta attenzione perché la partita dopo la sosta è la più pericolosa. Contro un Genoa che ha cambiato allenatore”.

Sulle condizioni del gruppo: “Stanno bene, normale a qualcuno manchi minutaggio. Spinazzola ha fatto 50 minuti mercoledì in amichevole, normale non sia in forma campionato. De Sciglio sta bene, Douglas Costa pure, gli mancano i minuti. Gli altri stanno bene, tranne Khedira che speriamo di riaverlo a Empoli o contro il Manchester qui a Torino”.

Sulle condizioni di Dybala: “Può darsi che giochi. Devo vedere la situazione e valutare le condizioni dei centrocampisti. Di conseguenza poi sceglierò gli uomini in attacco. L’unico che riposerà sicuramente domani è Chiellini“.

Su Cristiano Ronaldo:È molto sereno e sta lavorando bene. Riguardo alle vicende legali, non posso rispondere su cose non mie, sono cose personali. Riguardo alla squadra, si è inserito con grande umiltà, ha portato attenzione e senso di responsabilità a un gruppo che l’ha sempre avuto. Poi fa goal, che è ciò che sa fare meglio di tutti, oltre agli assist“.

Su Kean: In questo momento è alla Juve: sta facendo bene, cresce e si allena bene. Si sta responsabilizzando per l’età che ha e come caratteristiche dopo Mandžukić il centravanti è lui”.

Sul portiere titolare:Domani gioca Szczesny. Sono molto contento di come sta lavorando Perin e arriverà il suo momento”.

Su Douglas Costa: “Più facile vederlo a partita in corso. Ha mezzora nelle gambe, non gioca da due mesi. Ha lavorato bene, ma gli manca minutaggio e lo troverà piano piano”.

Sul terzino sinistro: “Se De Sciglio gioca domani, gioca a sinistra. Devo valutare Alex Sandro che nell’ultima partita in Nazionale non ha giocato e quindi è abbastanza riposato”.

Sul centrocampo:Bentancur da mezzala ha fatto bene, ha fatto gol con buoni tempi di inserimento. In questo momento è adatto a giocare da mezzala, con magari Emre Can al centro della difesa. Poi magari potrà giocare a due quando giocheremo con due mediani”.

Su Piątek: “Il giocatore è una sorpresa e sta facendo molto bene. È un catalizzatore di palloni dentro l’area perché la palla arriva sempre dove c’è lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy