Pagelle Sassuolo – Atalanta 2-6: partita ricca di gol a Reggio Emilia. Tripletta per Ilicic, doppietta per Duncan

Pagelle Sassuolo – Atalanta 2-6: partita ricca di gol a Reggio Emilia. Tripletta per Ilicic, doppietta per Duncan

Vince l’Atalanta grazie ai gol di Zapata, Gomez, Mancini e alla tripletta di Ilicic. Per il Sassuolo doppietta di Duncan.

di Voti Fantamagazine

Partita ricchissima di emozioni a Reggio Emilia, dove Sassuolo e Atalanta segnano in totale ben 8 reti. Vantaggio degli ospiti con Zapata su assist di Gomez, che poco prima della fine del primo tempo segna il raddoppio bergamasco con un tiro da fuori deviato da Magnani. La ripresa è scoppiettante: accorcia le distanze Duncan con un tiro da fuori, dove non è preciso Berisha, ma subito dopo è Mancini a ristabilire le distanze su azione di calcio da fermo. Dopo appena 3′ ancora Duncan, ancora da fuori, anche se la deviazione di Palomino risulta decisiva nello spiazzare Berisha. Tuttavia, nel giro di poco più di mezz’ora, l’Atalanta chiude il match andando in rete per ben tre volte, tutte con Ilicic. Finisce 6 – 2 per l’Atalanta.

PAGELLE SASSUOLO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Sassuolo

Consigli 6 – Può sembrare strano prendere la sufficienza dopo 6 goal subiti, ma compie almeno tre parate importanti che evitano un passivo ancora peggiore.

Lirola 5,5 – Sui goal non ha quasi mai colpe, e sulla sua fascia non ci sono grossi pericoli, però la fase di spinta è spesso imprecisa.

Marlon 5 – Si fa superare nettamente da Zapata in occasione del goal del vantaggio. Esce poco dopo per infortunio, sostituito da Peluso.

Magnani 4,5 – La difesa del Sassuolo è burro al centro, e lui è tra i colpevoli. Si fa beffare da Gomez, lasciandogli troppo spazio per il tiro sul secondo goal degli ospiti, e anche in occasione della doppietta di Ilicic prima segue lo sloveno, poi se lo perde nello scambio stretto.

Rogerio 4,5 – Prova a fare qualcosa di più in fase di spinta, ma sono evidenti le sue colpe in occasione dei goal di Mancini e del primo di Ilicic. Si fa battere di testa da Palomino, che serve l’assist al compagno di squadra, poi tiene in gioco lo sloveno, assieme a Duncan, perdendoselo in marcatura. Arriva anche leggermente tardi con la diagonale sempre su Ilicic in occasione della sua doppietta.

Duncan 7 – Se il Sassuolo rimane in partita è grazie a lui. Inizia in maniera confusionaria, ma è comunque ovunque. Nella ripresa due suoi tiri da fuori vengono premiati con la prima doppietta in carriera. È molto attivo fino alla fine, anche se ha la pecca di tenere in gioco Ilicic in occasione del quarto goal ospite.

Sensi 5 – Evanescente e molle il regista scuola Cesena. Oggi non riesce a creare praticamente nulla e la fase di filtro è quasi assente.

Locatelli 5 – Anche lui assente ingiustificato. Non si inserisce e difende male, come sul goal di Mancini, dove si perde il centrale avversario facendosi battere fisicamente. Sostituito nella ripresa da Bourabia.

Berardi 5,5 – La palla la gioca molto spesso, tenendo anche qualche spunto interessante. Tuttavia, rispetto alle ultime uscite, sbaglia alcune scelte semplici ed è troppo impreciso.

Matri 6 – Fa molto movimento, tanto da crearsi un paio di buone occasioni, una forse la sbaglia lui, l’altra invece è chiusa da un ottimo intervento di Berisha. Esce ad inizio ripresa per Boateng.

Di Francesco 5 – Un bel diagonale parato da Berisha, ma anche uno stop molto semplice sbagliato in ottima posizione per chiudere a rete; risulta impreciso anche in altri controlli. Per il resto non si vede quasi mai.

Peluso 4,5 – Buttato in campo per la prima volta da inizio stagione per sostituire Marlon, non si fa notare per gesta positive. Come anche gli altri centrali, è decisamente molle in occasione del goal di Gomez e, per il resto, si fa spesso passare con troppa facilità.

Boateng 6 – Rientra dopo lo stop per infortunio. La tenuta c’è e prova a far salire la squadra, dimostrandosi attivo in fase di movimento. Serve l’assist per la rete del raddoppio di Duncan. Tuttavia può poco in gare così.

Bourabia 5,5 – Al suo ingresso, la frittata ormai è fatta; tuttavia, per il poco che gioca, non fa mai filtro.

PAGELLE ATALANTA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Atalanta

Berisha 6,5 – Inoperoso nel primo tempo, sorpreso dal tiro di Duncan sul suo palo, si riscatta con due parate decisive sul 2-3.

Mancini 7 – Difensore moderno con buonissima tecnica e senso dell’anticipo che ricorda un certo Sandro Nesta. In più segna su assist di Palomino su calcio d’angolo il 3-1.

Palomino 5,5 – Matri nel primo tempo ha due limpide occasioni, lui dov’era ? Chiude male su Duncan che segna , devia pure sfortunatamente in rete il secondo gol di Duncan. Non basta la sponda per il gol di Mancini per la sufficienza.

Toloi 6,5 – Presidia bene la sua zona, non disdegna di accompagnare l’azione e realizza l’assist per la quarta rete di Iličič.

Hateboer 6 – Buona corsa e buona intesa con Barrow. Gli manca però quel quid per fare la giocata decisiva.

Pašalić 6 – Parte maluccio perdendo parecchi contrasti e palloni. Con il tempo cresce e le sue geometrie risultano importanti.

Freuler 6,5 – Oramai è una certezza lo svizzero. Sempre in partita, non eccelle in giocate spettacolari ma è decisivo per il centrocampo di Gasperini.

Castagne 6 – Soffre Berardi ma riesce ad accompagnare sempre l’azione. Positivo.

Musa Barrow 6 – Molto fumoso ma sempre pronto a ricevere il pallone e a portarlo in avanti. Due conclusioni sbilenche nel primo tempo, nel secondo ha subito un’occasione neutralizzata da un ottimo Consigli.

Gomez 8 – Gioca a tutto campo partendo da sinistra. O lo falciano o mette palloni sempre interessanti. È suo il cross tagliato che Zapata spizza in rete ed è suo il raddoppio con un incursione centrale dopo scambio con Musa. Colpisce anche una clamorosa traversa. Finisce in apoteosi con l’assist a Iličič per il quinto gol bergamasco.

Duván Zapata 6,5 – El segna semper lù ! Anche oggi di testa su cross di Gomez sblocca il match, il colombiano non si ferma più. Nono gol consecutivo. Nel secondo tempo ha una ghiotta occasione per fare una doppietta ma sbaglia la mira di testa.

Iličič 7,5 – 27 minuti per realizzare una tripletta che chiude a chiave il match. Con spazi ampi e la sua tecnica , tutto viene facile per lo sloveno che fa della discontinuità un suo marchio di fabbrica.

Pessina sv

A cura di Alessandro Gennari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy