Pagelle Lazio – Sampdoria 2-2: follia ed emozioni all’Olimpico, sugli scudi Immobile e Saponara!

Una partita pazza quella dell’Olimpico che si conclude, al cardiopalma, con un punto per parte!

di Voti Fantamagazine

Una Sampdoria lucida e cinica riesce, capitalizzando le due vere occasioni che ha in tutto il match, a strappare un punto all’Olimpico contro una Lazio dominante sul piano del gioco, sfortunata e poco concreta in zona gol, ma che riesce comunque a trovare due gol. Dopo il vantaggio nei primi minuti e difeso quasi fino alla fine, la Sampdoria si vede prima raggiunta dalla Lazio con il gol di Acerbi e poi addirittura superata, in pieno recupero, con il rigore realizzato da Immobile. Ci penserà Saponara, negli ultimissimi secondi del recupero, a riacciuffarla regalando un punto ai blucerchiati.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Lazio

Strakosha 6 – Nell’uniche due occasioni della Sampdoria subisce due gol, ma le sue colpe sono minime. Il resto della partita lo passa quasi da spettatore.

Wallace 5 – Nel secondo tempo è poco impegnato, ma riesce comunque a prendersi un giallo inutile. Nel primo invece commette diversi svarioni che rischiano di costare un passivo maggiore per la Lazio.

Acerbi 6.5 – Solita prestazione ottima al centro della difesa: pochi errori e ottime chiusure. Nel secondo tempo, come i compagni, non viene quasi mai chiamato in causa, ma quando c’è da metterla dentro si fa trovare prontissimo segnando il gol che vale il momentaneo pareggio. In occasione del gol di Saponara potrebbe far meglio, ma non è il più colpevole.

Radu 5 – Nel primo tempo un suo intervento su Caprari evita guai peggiori, ma certo ci si deve chiedere se non potesse fare di più in occasione del gol di Quagliarella. Nel secondo tempo non è quasi mai impegnato, ma quando dovrebbe stringere su Saponara finisce con l’addormentarsi e consente alla Sampdoria di strappare il pari negli ultimi istanti.

Patric 6 – Spinge ed accompagna l’azione per tutti e 90 i minuti di gioco, ma troppe le occasioni sprecate da parte dello spagnolo.

Parolo 6 – Dopo un primo tempo da dimenticare, viene fuori con personalità nel secondo e alla fine trova l’assist vincente per il momentaneo pareggio sul gol di Acerbi.

Badelj 5 – Non una buona prestazione per l’ex viola che soffre la pressione dei blucerchiati e perde palloni molto velenosi. Nel secondo tempo scende in campo con un piglio diverso, ma la sua partita non dura altri 10 minuti e lascia il campo per Correa.

Milinkovic-Savic 5 – Altra prestazione anonima del “Sergente” che aleggia per il campo più come un fantasma che come un calciatore del suo livello. Negli ultimi minuti sbaglia il gol che avrebbe potuto regalare la vittoria alla Lazio.

Lulic 6 – Come il compagno dirimpettaio spinge tanto, non sempre con la stessa intesità, ma i suoi affondi sono velenosi anche se non efficaci.

Caicedo 6 – Ha tanta voglia e lo dimostra fin dai primi minuti con dei grandi recuperi che rendono la Lazio pericolosissima. Quando però ha le sue occasioni le sbaglia. Lascia il campo per Cataldi.

Immobile 7 – Dei laziali il migliore in assoluto e di diverse spanne. Nel primo tempo crea occasioni su occasioni, così come nel secondo. Alla fine il gol arriva, ma solo su rigore.

Correa 6 – Il suo impatto sulla partita aumenta ulteriormente le possibilità offensive della Lazio che stava già dominando e alla fine è proprio lui che si guadagna la punizione da cui scaturisce il rigore che regala il momentaneo vantaggio della Lazio.

Cataldi 6 – Entra per dare nuove idee e maggiori energie ad un centrocampo un po’ assonnato. Gioca qualche pallone pericoloso dai calci piazzati, mettendo in difficoltà la retroguardia blucerchiata.

Luis Alberto 6 – Con il suo ingresso in campo la Lazio si sblocca e trova prima il pari con Acerbi e poi il momentaneo vantaggio su un rigore che si procura calciando una punizione velenosa che Andersen devia con il gomito.

A cura di Giovanni Sichel

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Sampdoria

Audero 6 – Regala il vantaggio agli avversari ma il VAR lo grazia. Da lì in poi alterna interventi decisivi a sbavature evitabili che non danno sicurezza al reparto.

Bereszynski 5 – Spesso in difficoltà, i pericoli maggiori creati dalla Lazio nascono dalla sua parte. Finisce la sua partita con l’espulsione nel recupero.

Colley 5.5 – Nonostante la fisicità fatica con Caicedo e Immobile, lotta ma commette anche diverse sbavature.

Andersen 5 – Puntuale e ordinato nel dirigere la difesa sugli attacchi biancocelesti. Ingenuo quando regala un rigore saltando col braccio largo.

Murru 6,5 – Vince il duello con Patric, decisivo su Caicedo, impreziosisce il suo match con l’assist per Quagliarella.

Praet 6 – Altra buona prestazione per il belga che conferma di trovarsi sempre più a suo agio da mezzala.

Jankto 6 – Entra nella ripresa per dare intensità al centrocampo in difficoltà sugli assalti avversari.

Ekdal 6,5 – Quantità e qualità al servizio della squadra.

Linetty 6 – Tanta sostanza in mezzo al campo per limitare il palleggio biancoceleste.

Ramirez 6 – Spento in fase offensiva, si rivela prezioso in fase difensiva.

Saponara 7 – Poco più di dieci minuti per essere decisivo e segnare il goal del 2-2.

Caprari 6 – Meno incisivo dello scorso turno, ma la qualità delle giocate c’è e gli spunti migliori sono i suoi.

Kownacki 6,5 – Partita anonima fino al minuto 99’ quando prolunga di testa fornendo l’assist decisivo a Saponara.

Quagliarella 6 – Sblocca il match ma con la Samp in balia dell’avversario non riesce mai ad essere pericoloso e fatica ad aiutare la squadra.

A cura di Marco Agostinelli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy