Pagelle Fiorentina – Sampdoria 3-3: Muriel – Quagliarella, sfida del gol! – Voti Fantacalcio

La doppietta dell’ex porta la Fiorentina sul 2 – 0. Ramirez la riapre prima della doppietta di Quagliarella che realizza il gol in 10 partite consecutive. Nel finale Pezzella firma il pareggio

di Voti Fantamagazine

Gara spettacolare allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze: Luis Muriel prova ad ergersi a deus ex machina e, con una pregevole doppietta, tenta dix regalare la vittoria ad una Fiorentina in dieci uomini per l’espulsione di Fernandes. La Samp, però, non ci sta e riacciuffa due volte il pareggio grazie ai gol di Ramirez e Quagliarella. Quest’ultimo, in gol per la decima partita di fila, decide di prendersi la scena segnando anche il gol del 2-3. Quando tutto sembra finito, ecco che capitan Pezzella pone fine alle ostilità siglando allo scadere il gol del 3-3.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Lafont 5,5 – Ben posizionato sul destro di Caprari, nulla può sulla magistrale punizione di Ramirez e i gol di Quagliarella. Può, invece, e deve migliorare sulle uscite sia alte che basse: da una di queste per poco Jankto non insacca a porta vuota. Acerbo.

Milenkovic 5 – Nella prima frazione rimedia un giallo evitabile che pregiudica la sua gara. Al minuto 64 rischia di farsi espellere e sul finale si fa anche aggirare da Quagliarella in occasione del gol del 2-3. Fragile.

V. Hugo 5,5 – Per più di un’ora si erge maestoso al cospetto di Quagliarella e gli strappa via anche l’aria per respirare. Perfetto sul lungo, dominante dal punto di vista fisico. Sul finale rovina tutto con il fallo che causa il rigore del pareggio. Maldestro.

Pezzella 7 – Con Hugo che prende Quagliarella e Milenkovic sull’esterno, spetta a lui tenere a bada le incursioni di Ramirez e Caprari. Tiene duro e, in più di un’occasione, pulisce bene l’area di testa. Nel finale diventa il protagonista che non ti aspetti col gol del 3-3 finale. Decisivo.

Biraghi 6 – Più di un semplice esterno da 3-5-2, entra spesso nel campo per dialogare coi compagni. Questo suo stringersi aiuta a creare superiorità numerica in mezzo, almeno fino all’espulsione di Fernandes. Nella ripresa è costretto a farsi vedere meno lì davanti. Frenato.

Gerson 5,5 – Si vede decisamente troppo poco, il suo ritmo compassato in più di un frangente ha rallentato fin troppo la manovra. Meglio in fase di distruzione della manovra avversaria.

Veretout 6,5 – Prima frazione nella quale, oltre a non trovare gli spunti giusti, è parte attiva nell’azione che porta alla punizione del pareggio blucerchiato. Cresce nella ripresa con qualche chiusura fondamentale. Da una di queste parte l’azione del raddoppio di Muriel.

Fernandes 4,5 – Parte molto bene con diversi interventi a rompere la manovra avversaria e favorire le ripartenze gigliate. Rimedia un primo giallo abbastanza discutibile, forse troppo severo. Da quel momento non capisce di doversi gestire e, continuando ad essere irruento, si fa ammonire per la seconda volta, giallo sacrosanto. Sciagurato.

Chiesa 6,5 – Nella prima frazione, in più di un frangente, si lascia andare a scorribande inarrestabili. Serve bene Simeone ma, nella maggior parte dei casi, si intestardisce in sterili iniziative. La ripresa è griffata Sampdoria e quindi, tirati i remi in barca, aiuta i compagni a reggere l’urto, nel finale propizia il gol di Pezzella.

Simeone 5,5 – L’espulsione di Fernandes fa terminare la sua gara dopo appena quarantacinque minuti nei quali, con grande abnegazione, si è messo al servizio della squadra. Nonostante il certosino lavoro, alla “prova del 9”, non un numero a caso, arriva molle sull’assist di Chiesa e si fa murare la più ghiotta occasione della gara.

Muriel 8 – Non ha il dono dell’ubiquità eppure riesce ad essere, nello stesso momento, riferimento offensivo ed esterno tutta fascia. Gravita intorno a Simeone come un satellite, poi si mette in proprio e realizza il gol dell’ex e d’esordio con una grande azione solitaria. Dopo il pareggio della Samp abbassa il raggio d’azione fino al minuto 70 quando decide di prendere palla e diventare Ronaldo il fenomeno. Doppietta e chiaro messaggio a Stefano Pioli: il suo arco ha una freccia in più, e che freccia.

Dabo 6 – Rileva Simeone e, come il più determinato dei soldati, si mette in trincea e resiste colpo su colpo alle offensive blucerchiate.

Laurini 6 – Gioca appena il tempo di assistere, senza partecipare, alla girandola di gol del finale di gara.

Mirallas S.V.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Sampdoria

Audero 6 – Poco impegnato. Nulla può sui due colpi da biliardo di Muriel e sul gol di Pezzella.

Sala 5,5 – Spinge poco e soffre parecchio Muriel. Compie qualche buon intervento, tra cui una buona diagonale difensiva su Simeone, ma non è abbastanza.

Andersen 5 – Soffre molto la vivacità offensiva dei viola. Prende le misure agli avversari con il passare dei minuti, ma rovina nuovamente tutto con l’uscita, assolutamente sconclusionata, su Muriel che sigla il 2-2 in contropiede

Tonelli 5,5 – Buona prova, fatta di chiusure, personalità e senso della posizione. Tuttavia, viene ubriacato da Muriel in occasione dell’ 1-0.

Murru 5 – Non riesce mai ad andare in proiezione offensiva per via della presenza di Chiesa, che gli crea diversi grattacapi anche in fase di contenimento. Un po’ molle anche nel contrastare Muriel in occasione del 2-1.

Praet 6 – Si nota poco ma è preziosissimo a centrocampo. Tanto lavoro sporco e dedizione tattica da veterano.

Ekdal 5 – Maluccio, a dire il vero, sia nel dettare i tempi che nel far filtro a centrocampo.E’ sua la deviazione di testa che, di fatto, costa il 3-3.

Jankto 5 – Sovrastato, a livello fisico e tattico, dalla mediana gigliata va completamente nel pallone, risultando assolutamente anonimo. Non pervenuto.

Ramirez 6,5 – Fino al 38′ sembra aver beccato una delle sue giornate storte. Poi la sua partita cambia in pochi attimi: fa espellere Edimilson e realizza, con grande prodezza balistica, il calcio di punizione che vale l’ 1-1. Ammonito, viene sostituito a fine primo tempo.

Quagliarella 7 – 80 minuti improponibili, troppo brutti per essere veri. Poi si abbatte come un ciclone sulla Fiorentina. Trasforma il rigore del 2-2, confermandosi infallibile dagli 11 metri, e sigla il momentaneo vantaggio con grande caparbietà.

Caprari 5,5 – Prova a sfruttare la propria agilità, ma si accende solo a fiammate. Un paio di conclusioni, in cui spara a salve, e tanto movimento senza incisività.

Saponara 6,5 – Buonissimo il suo apporto sulla gara. Dà una mano in contenimento, gravita bene tra le linee e guadagna il rigore del 2-2 con uno splendido tocco di prima.

Defrel 5,5 – 25 minuti in cui si mostra abulico. Tocca pochissimi palloni e non impensierisce mai la difesa avversaria.

Gabbiadini 6 – Dà delle buone risposte a Giampaolo. Entra con tanta voglia di fare e si rende protagonista di alcune giocate intelligenti, tra queste il passaggio in verticale per il secondo gol di Quagliarella.

Pagelle a cura di Fabio Cancemi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy