Pagelle Empoli – Inter 0-1: Keità regala i tre punti ai nerazzurri – Voti Fantacalcio

Vittoria esterna per l’Inter, che rimane salda al terzo posto. Bene l’Empoli, punita soltanto da una grande giocata di Keità

di Voti Fantamagazine

Basta un gol di Keita all’Inter per aver ragione di un Empoli più attento e volenteroso rispetto alle ultime uscite. Dopo un primo tempo da sbadigli, Spalletti inserisce l’artiglieria pesante e viene premiato a metà ripresa da un colpo di biliardo del senegalese servito da Vrsaljiko. I toscani si buttano in avanti ma i nerazzurri controllano bene e si intascano i tre punti.

PAGELLE EMPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Empoli

Provedel 6 – Partita positiva nonostante qualche uscita tra il coraggio e la follia, ma sul gol di Keità pare forse un po’ troppo in ritardo.

Veseli 6 – Più a suo agio da centrale che da terzino sinistro, non demerita contro gli avversari di turno nonostante qualche rinvio al limite dell’amatoriale.

Silvestre 6,5 – Icardi non combina granché ed è sicuramente un merito, giocatore da recuperare perché la sua esperienza deve essere un fattore per la corsa salvezza.

Rasmussen 6,5 – Forse la sua migliore gara in Italia, preciso e puntuale nel fronteggiare la pressione nerazzurra nel secondo tempo.

Untersee 5,5 – Titolare dopo praticamente un anno e mezzo in cui non ha praticamente mai giocato neanche un minuto, fa quello che può sulla fascia, ma la ruggine da scrollarsi di dosso è ancora tanta.

Traorè 6 – Primo tempo da giocatore vero, ma dopo l’errore a inizio ripresa in cui non riesce a servire Zajc solo davanti ad Handanovic si deprime un po’ e il rendimento ne risente.

Bennacer 6 – Gestisce tanti palloni e ne perde sempre almeno un paio sanguinosi a partita. Ottimo però in fase di interdizione.

Acquah 5,5 – Atteggiamento indisponente per quasi un’ora, trova le misure e anche un po’ di voglia nella fase finale della partita.

Pasqual 6,5 – Esce dopo quasi un tempo in cui non soffre Politano e riesce anche a rendersi pericoloso con qualche cross dei suoi.

La Gumina 6 – Si arrende per infortunio muscolare dopo venti minuti di gioco tutto sommato positivi.

Caputo 5,5 – Si sbatte praticamente da solo contro tutta la difesa dell’Inter ma non ha una palla giocabile che sia una.

Zajc 6 – Entra come punta e chiude finalmente come trequartista ed è costretto a fare il lavoro sporco, ma almeno è l’unico che scalda i guantoni ad Handanovic.

Antonelli 5,5 – Il gol viene da un cross proveniente dalla sua parte, ma la colpa non è totalmente imputabile a lui, nonostante sia in palese difficoltà fisica.

Mchedlidze 5,5 – Entra con la voglia di spaccare il mondo, l’esito purtroppo è mediocre.

Pagelle a cura di Andrea Faraoni

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Inter

Handanovic 6 – Gara di ordinaria amministrazione per il portiere sloveno che può godersi un po’ di relax anticipato, ad eccezione di un’ottima uscita dopo soli 20 secondi della ripresa.

Vrsaljko 6 – Più attento nella fase difensiva che in quella propositiva. Anche perché l’Empoli pur creando poco, è sempre molto pericoloso, sia in zona centrale che sulle fasce. Serve, in maniera fortunosa, l’assist per il goal di Keita. Un cross bruttino che il senegalese rende oro con una volée splendida.

De Vrij 6,5 – Bene in fase difensiva, con chiusure sempre efficaci ed eleganti. Si fa vedere anche in attacco quando serve una palla d’oro per il neo-entrato Martinez che per un soffio non sblocca il match.

Skriniar 6,5 – Difficile superarlo nell’uno contro uno. Una muraglia cinese per Caputo e company che sbattono puntualmente sull’armadio slovacco. Lascia le briciole all’Empoli che, in casa, sta producendo le sue migliori fortune.

Asamoah 6,5 – Il salvataggio sulla linea su Zielinski della scorsa settimana gli ha dato coraggio. Alimenta le azioni offensive, è sempre sicuro nell’uscita della sfera dalle zone calde del campo.

Vecino 5– Non giocava in campionato da titolare dalla disfatta di Bergamo. Da oltre un mese ha un minutaggio ridotto anche a causa di qualche piccolo acciacco fisico. Il ritmo-partita, ad oggi, non c’è: molto compassato, la sua sostituzione è più che legittima.

Borja Valero 5,5 – Spesso in difficoltà contro i veloci tagli senza palla dei centrocampisti empolesi. Non riesce a fornire una regia pulita: alle punte nerazzurre mancano i giusti rifornimenti per impensierire i padroni di casa nel primo tempo.

Politano 6,5 – Il primo tiro di marca nerazzurra è suo: intorno alla mezzora del primo tempo Provedel ci deve mettere i pugni. Sciupa, nel finale di gara, il colpo del k.o. spedendo la sfera nello spazio da buona posizione. Gara di gran sacrificio tattico.

Joao Mario 6 – Punto fisso dello schieramento nerazzurro da ben sei partite. Fatica a macinare gioco quando è in supporto di Icardi. Molto meglio nella ripresa quando retrocede sulla linea dei mediani insieme a Nainngolan in virtù dell’ingresso in campo di Lautaro Martinez.

Keita Baldè 7 – Fa le prove del goal ad inizio ripresa, ma interviene il VAR a strozzargli l’urlo di gioia. Si nota che è in forma e può far male in qualsiasi momento: come al settantaduesimo quando sigla il suo quarto goal in campionato con una volée che beffa la difesa toscana. Il tiro è preciso e s’insacca nell’angolino basso su cui Provedel non può far nulla. Corona una prestazione super con un ottimo ripiegamento difensivo.

Icardi 6 – Nel primo tempo fatica a far male alla difesa avversaria, in quanto gli mancano rifornimenti. Molto meglio nella ripresa con gli ingressi di Nainggolan e Lautaro, con l’Inter finalmente protesa più sulla trequarti avversaria. Ha una grossa occasione sul destro nei minuti finali, ma Provedel chiude la porta. Bella anche la rabona nel finale, con cui quasi mette in difficoltà la retroguardia toscana.

Nainggolan 6,5 – Dopo lo stop imposto dalla società, entra ad inizio ripresa e si mette in mediana. Fa cambiare il passo dell’intera squadra con contrasti e rifiniture precise: una di queste per poco non ha propiziato il raddoppio con Icardi che si fa disinnescare da Provedel.

Lautaro Martinez 6,5 – Il suo ingresso, come sempre, spacca la partita. Entra e viene subito ammonito per un netto fallo di mano. Al settantesimo ha un’occasione d’oro per sbloccare il match, ma il suo colpo di tacco viene parato da Provedel. Incanta il Castellani con un duello con Bennacer: fa ammonire il fantasista dell’Empoli dopo aver fatto una rouleta. L’ennesimo, grande impatto a partita in corso.

D’Ambrosio s.v. – Entra nei minuti finali e si piazza nella difesa a tre come centro-destra, al fine di dare maggiore copertura a Vrsajlko e alla difesa.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy