Pagelle Bologna – Fiorentina 0-0: vince la noia al ”Dall’Ara” – Voti Fantacalcio

Pagelle Bologna – Fiorentina 0-0: vince la noia al ”Dall’Ara” – Voti Fantacalcio

Pareggio senza grosse emozioni in Emilia: pochi i sussulti visti in campo, regge la linea difensiva eretta da Inzaghi mentre male ancora una volta Simeone

di Voti Fantamagazine

Il ”Dall’Ara” non è la medicina alla sterilità di Bologna e Fiorentina: pareggio a reti bianche che non fa contento nessuno. Gli uomini di Pioli controllano il match fin dall’inizio, senza però riuscire a sfondare. Chiesa impegna Skorupski; Simeone sbaglia; Milenkovic sbatte sul palo. Alla fine è zero a zero.

PAGELLE BOLOGNA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Bologna

Skorupski 7 – Compie almeno un paio di interventi tutt’altro che ordinari. Probabilmente il migliore in campo.

Danilo 6,5 – All’ombra delle due torri bolognesi sembra aver ritrovato lo smalto che era andato perdendo a Udine. Puntuale nelle chiusure, autorevole nel chiamare a serrare i ranghi i compagni.

Helander 7 – È vero: il salvataggio su Simone nella ripresa ha lo stesso valore del gol. Eppure sarebbe ingeneroso circoscrivere ad esso una prestazione fatta di puntualità e solerzia negli interventi.

Calabresi 6,5 – Dovrebbe essere adattato a un ruolo che non è il suo – quello di esterno bloccato – interpretandolo però con la sapienza del veterano. Non disdegna anche alcune sortite offensive.

Mattiello 5,5 – Al rientro da un lungo stop, non ha ancora la gamba per far male. E difendere no, non è proprio il suo mestiere.

Svanberg 5 – la sua partita si riassume nella palla persa che porta Simeone a tu per tu con Skorupski. Completamente avulso dal gioco.

Pulgar 5 – Se i centrali di difesa escono eroicamente dal Dall’Ara è anche perché il centrocampo rossoblu fallisce nel proteggere la sua retroguardia. Il cileno non fa filtro, non pressa e non recupera palloni. Al momento non è utile alla causa rossoblu.

Poli 6 – Cerca di sdoppiarsi abbinando alla solita quantità la qualità di cui il centrocampo rossoblu difetta. Ci prova, ma non è il suo mestiere.

Orsolini 6 – Si guadagna la sufficienza con l’avvitamento aereo su cui Lafont compie una prodezza, un lampo in una partita sì volenterosa ma troppo imprecisa.

Santander 6 – Non fa mai mancare il suo apporto, lottando su tutti i palloni.

Palacio 5 – Fantasma del giocatore che abbiamo ammirato fino a qualche mese fa

Krejci 5,5 – Entra per dare freschezza e qualità alla manovra del Bologna, si fa notare solo per un cross malamente ciabattato.

Djks s.v.

Dzemaili 6 – Salva su una pericolosa ripartenza viola.

Pagelle a cura di Giacomo Degli Esposti

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Lafont 6,5 – Non è sicurissimo nelle uscite e questo è assodato. Coi piedi nemmeno se la cava poi così bene, ma che riflessi ha questo ragazzo? Chiude la porta ad Orsolini e, in generale, dà sempre l’impressione di poter arrivare a coprire tutto lo specchio. Felino.

Milenkovic 6 – Si apre bene in fase offensiva, dalle sue parti il Bologna si fa vedere sporadicamente. Gara sufficiente nella quale prova anche ad andare a segno senza fortuna.

Ceccherini 6 – Per caratteristiche si cala molto facilmente nelle vesti di play basso ma, complice un Bologna poco intraprendente, non deve fare gli straordinari in copertura. Idoneo.

V. Hugo 6,5 – Non gli importa della forma né delle maniere, vuole soltanto sradicare la palla dai piedi degli avversari e lo fa benissimo. Pecca d’ irruenza e rischia anche di farsi male, ma è fatto così. Rude.

Biraghi 5,5 – I felsinei non spingono ma lui resta comunque abbottonato in trincea anziché offendere. Nella ripresa si lascia un po’ andare ma senza la consueta costanza.

Benassi 6 – Prova sempre a farsi vedere ma non può mica segnare un gol a partita? I suoi compiti sono altri ed oggi li esegue senza strafare.

Fernandes 6 – Se tatticamente è importante perché bilancia la maggior spinta di Gerson, nei fatti rende la squadra meno offensiva. È stata una scelta di Pioli, lui ha messo a disposizione ciò che ha: muscoli e tanta corsa.

Veretout 6,5 – I centrocampisti avversari sanno che lui è il cervello della squadra e provano a togliergli il fiato. A tratti sopraffatto, quando sale in cattedra apre il campo con precisione chirurgica e consegna a Simeone il pallone dell’ipotetico vantaggio. Metronomo.

Gerson 5,5 – Nella prima frazione prova a farsi vedere con qualche buona discesa ma, come suo solito, le giocate arrivano sempre a sprazzi. Quando si trova nel posto giusto al momento giusto, Simeone lo ignora.

Chiesa 6 – Alla Fiorentina serve come il pane qualcuno che sappia capitalizzare almeno la metà di quanto creato dal figlio d’arte. Moto perpetuo, si perde d’animo troppo facilmente e finisce con l’eclissarsi.

Simeone 4,5 – Si allarga sempre e non fa da riferimento centrale. Questo impedisce ai compagni di servirlo e, quando ci riescono, lui spreca tutto calciando su Skorupski. Come se non bastasse, l’astinenza dal gol lo sta rendendo egoista e meno lucido. Triste.

Thereau 6 – Pioli lo inserisce per conferire verve all’attacco. È chiaro che non sia nella miglior condizione ma, con questo Simeone, può ritrovare molto spazio.

Mirallas s.v.

Dabo s.v.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy