PAGELLE SPEZIA - TORINO

Pagelle Spezia – Torino 1-0: Sala decide il match con un jolly dalla distanza – Voti Fantacalcio

LA SPEZIA, ITALY - NOVEMBER 06: Jacopo Sala of Spezia Calcio celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Spezia Calcio v Torino FC at Stadio Alberto Picco on November 6, 2021 in La Spezia, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Le pagelle di Spezia - Torino (1-0) a cura della redazione di Fantamagazine.com

Voti Fantamagazine

Tre punti di platino per lo Spezia che si aggiudica la gara del Picco con una rete di Sala nella ripresa. Il centrocampista gela il Torino con un tiro dalla media distanza. Piemontesi costantemente sotto ritmo e sterili in attacco, poco produttivo il forcing finale ben amministrato dalla difesa ligure. Con la vittoria, la terza in stagione, i bianconeri si staccano momentaneamente dal terzultimo posto, ora distante due lunghezze. Per i granata terzo ko consecutivo in trasferta con zero reti segnate: campanello d'allarme per Ivan Juric.

PAGELLE SPEZIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Spezia

Provedel 6 - Un brivido alla mezz'ora quando gli scappa la palla, ma per sua fortuna Singo sbaglia tutto, a porta quasi sguarnita. Scalda i guantoni solo nel finale con una facile parata su Izzo. Per il resto spettatore non pagante.

Amian 6 - Gara ordinata del laterale francese, ben protetto anche dal costante aiuto in fase di non possesso di Gyasi. Anche con il giallo sul groppone riesce ad amministrare bene le falcate di Aina.

Erlic 6,5 - Il difensore croato si francobolla a Belotti e lo limita alla perfezione tenendo testa di fisico e di letture lasciando all'attaccante solo le briciole. In apnea nel finale, come tutta la squadra, ma porta a casa la prima porta imbattuta della stagione con gran merito.

Nikolaou 6 - Rispetto al compagno di reparto è più insicuro, ma anche lui è prezioso, soprattutto sulle seconde palle. Va subito in affanno su Sanabria che lo porta a giocare più lontano dalla porta dove palesa non poche difficoltà.

Bastoni 6,5 - Contiene alla perfezione Singo limitando il potenziale del laterale granata. Rischia tanto su un colpo di mano nel primo tempo. Nella ripresa è bravo a contrastare con ogni mezzo le offensive granata e a partecipare all'azione del gol liberando lo spazio per Sala che fulmina Milinkovic-Savic. Nel finale ha ancora tante energie per ripartire e farsi vedere anche sulla trequarti avversaria.

Kovalenko 6 - Non un interno statico: si muove tanto in tutto il campo e ha il merito di servire Sala che ritorna al gol a distanza di sei anni. Quantità e qualità al servizio della formazione bianconera.

Sala 7 - Ritrova la maglia da titolare dopo oltre un mese e ripaga la fiducia di Thiago Motta con un bel gol dalla distanza. Primo tempo in sordina, sbaglia diverse letture. Poi si ridesta, è il primo a suonare la carica con una bella percussione ad inizio ripresa. La rete è la ciliegina sulla torta. E menomale che non è un regista naturale...

Maggiore 6 - Meno qualità rispetto al solito, molta più sostanza anche con diversi rischi come un fallo inutile che poteva cambiare le sorti del match nel finale.

Verde 6 - Ritrova la maglia dal primo minuto dopo un mese di spezzoni. Suo il primo brivido del match, con una conclusione che si spegne di un soffio fuori. Duetta bene con Nzola, ma nella ripresa si spegne e crea poco in avanti limitando a schermare le iniziative granata in fase di costruzione.

Nzola 6,5 - Non segna, sciupa diverse occasioni, ma la sua prestazione è pienamente convincente. Bello il duello con Bremer, fatto di "botte" ma anche di buoni spunti dell'angolano che sa dialogare bene anche con Verde. Ha diverse occasioni per segnare e, in alcune circostanze, impegna anche Milinkovic-Savic.

Gyasi 6 - Bravo a sfruttare una palla vagante sulla trequarti intorno alla mezz'ora, ma la conclusione termina larga di un soffio. E' l'unico spunto offensivo di una gara interamente dedicata al sacrificio e all'aiuto in copertura al compagno di squadra Amian.

Salcedo 6 - Ha poche occasioni per mettere in mostra il suo talento dato che lo Spezia abbassa di netto il baricentro accettando di "soffrire" fino all'agognato fischio finale.

Manaj SV

Salva Ferrer SV

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Milinkovic Savic 6 - Non ha praticamente tiri in porta, nell'unico di Sala viene battuto.

Djidji 6 - Inizia con qualche difficoltà contro Verde, poi gli prende le misure e finisce in crescendo. Bella una sua chiusura ad inizio secondo tempo.

Bremer 6 - Il duello con N'Zola è tra i più belli della partita, le prendono e se le danno, finendo lo "scontro" in sostanziale parità. Sicurezza della difesa granata.

Rodriguez 6 - Sul centro sinistra tiene bene la posizione non correndo mai grossi pericoli. Prova a mettere in area qualche cross con discreti risultati.

Ola Aina 5,5 - Difficile sostituire Ansaldi, lui ci prova con qualche scorribanda che scuote la squadra, ma alla lunga è poco incisivo.

Singo 6 - Spinge a fasi alterne, non è straripante come suo solito, tenuto bene da Bastoni. Tiene bene in fase difensiva.

Rincon 5,5 - Gioca al posto dello squalificato Pobega e manca del suo dinamismo. Tocca tanti palloni, ma li gioca troppo lentamente.

Linetty 6 - A centrocampo è tra i più mobili dei granata, crea qualche apprensione alla difesa ligure con i suoi inserimenti.

Praet 5,5 - Non è al meglio e si vede, non ci mette la sua solita qualità.

Lukic 5 - A centrocampo è quello più in affanno, poco utile sia in interdizione che in costruzione.

Belotti 5 - Si muove tanto, ma non trova mai la giocata giusta, anzi spesso si fa trovare fuori posizione ed è impacciato con la palla tra i piedi. Giornata no.

Baselli 5,5 - Juric lo inserisce al posto di Linetty per dare maggiore qualità alla manovra, si vede molto poco.

Pjaca 5,5 - Lo si vede solo per un colpo di testa lisciato nel finale. Rientrava oggi dopo più di un mese.

Sanabria 6 - Entra al posto di Belotti e subito scuote la squadra con un tiro a fil di palo. Al momento sembra più in forma del gallo.

Zaza 5,5 - Da maggiore peso offensivo, ma non si rende mai pericoloso.

Izzo sv

Pagelle a cura di Andrea Riefolo

tutte le notizie di