Torino-Milan, le Fantapills: incubo Ljajic, + 3 per Donnarumma e Belotti

Le Fantapills del posticipo Torino-Milan valido per la 20a giornata di Serie A.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Il Torino fallisce la chiamata per vendicare la sconfitta in Tim Cup ed ancora una volta getta al vento la vittoria regalando preziosi minuti alla rimonta milanista. Primo tempo all’insegna dei colori granata, dove uno straordinario Iago Falque ha illuminato il gioco del Torino sia ispirando il gol del vantaggio siglato da Belotti sia propiziando la pregevole marcatura di tacco di Benassi. La seconda frazione di gara è stata, invece, nelle mani dei giocatori rossoneri che sono riusciti a riagguantare il risultato in soli 20′ con Bertolacci, al suo primo gol in Campionato, e Bacca, che realizza su rigore. Finisce quindi in parità il posticipo al Grande Torino, con Montella che potrà essere felice della reazione dei suoi, mentre Mihajlovic potrà solo rimpiangere i 2 punti persi. Analizziamo nel dettaglio i protagonisti attraverso le nostre Fantapills.

– ADEM LJAJIC: continua il tempus horribilis del fantasista serbo che anche in questa partita non riesce ad incidere ma, anzi, sbaglia un rigore tirandolo loffio e centrale. La discontinuità del giocatore non è una novità, ma è indubbio che in questo momento l’indecisione sullo schierarlo o meno sia più che lecita. Queste le parole di Sinisa Mihajlovic in merito al rigore sbagliato ed alla prestazione di Ljajic: “Il rigore è calciato male, ma i rigori li sbaglia solo chi li tira. Non lo accuso per quello ma per la partita che ha fatto, per il contributo che avrebbe potuto dare e non ha dato. Certo il rigore ha pesato… Saremmo andati 3-0. Poi, per come siamo messi ora, non so se avremmo portato a casa la vittoria, ma sicuramente la terza rete avrebbe aumentato le possibilità di vincere per noi”.

– DONNARUMMA: il baby portiere milanista si dimostra ancora una volta un’ottima pedina fantacalcistica portando il secondo +3 stagionale, entrambi contro il Torino.

– BELOTTI: il migliore in campo insieme a Iago Falque. Corre, pressa e segna confermando il Milan quale una delle sue vittime preferite con 4 gol in 4 partite in Serie A. L’ammonizione presa ieri sera lo squalifica per la partita contro il Bologna, che arrivi una chiamata per Maxi Lopez? Ecco le sue impressioni nel post match: “Dopo un primo tempo dominato così, ci dispiace veramente pareggiare: abbiamo commesso gli stessi errori di Coppa Italia. Donnarumma? È un campione, deve continuare su questa strada. Io penso che nei momenti di difficoltà manca un po’ di personalità da parte di tutti. Una volta che sbagliamo un passaggio andiamo in blackout generale, non va bene così e perdiamo punti. Se avessimo la soluzione non succederebbero questi errori. Se parliamo di queste cose? Certamente, sia tra di noi che con il mister stesso. Dobbiamo avere più personalità tutti quanti e lavorare. Io e Donnarumma simili a Holly e Benji? Spero di sì, sono cresciuto con quel cartone perché sono un malato di calcio. Il rigore tirato da Ljajic? Dovevo tirarlo io, ma Adem se la sentiva… i prossimi li tirerò io.”

– ABATE: non una prova esaltante per il capitano milanista che prima si perde Ljajic in occasione del primo gol granata, e poi causa il rigore sbagliato dal serbo.

– BARRECA: questo ragazzo sta crescendo e questa partita ne è la dimostrazione. Nonostante spesso piazzi qualche incertezza, dovuta soprattutto alla mancanza di esperienza, in questo posticipo ha offerto una prestazione sicura, conciliando contenimento e proiezioni offensive.

– BERTOLACCI: non ha offerto una prestazione memorabile, tuttavia ha il merito di aver siglato il gol dell’inizio della rimonta rossonera. Locatelli contro il Napoli sarà diffidato e chissà che Montella non deciderà di affidargli le chiavi del centrocampo rossonero. Queste le parole del centrocampista dopo il match: “Mi spiace perché nella prima frazione di gara non siamo riusciti a giocare da Milan, come è successo giovedì, ed abbiamo subito troppo. Nella ripresa abbiamo fatto la nostra partita e siamo riusciti a pareggiare un match importantissimo. La parata di Donnarumma su rigore di Ljajic certamente è stata come prendere due schiaffi e ci ha svegliato. Champions? Il campionato è lungo, vedremo… “

– ROMAGNOLI: è apparso in perenne difficoltà contro l’attacco granata, inanellando interventi incerti a spazzare e/o errori grossolani. Termina la partita facendosi espellere per doppia ammonizione a causa di un fallo evitabile. Salterà il big match del Napoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy