Torino-Atalanta, le Fantapills: +3 per Iago e Petagna, a secco Belotti

Le Fantapills dell’anticipo Torino-Atalanta valido per la 22a giornata di Serie A.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Continua il periodo no del Torino che tuttavia riesce a strappare un punto alla super Atalanta di Gasperini. Al Grande Torino, durante l’anticipo delle 12:30, va in onda una partita dai ritmi alti e piacevole da guardare, dove entrambe le compagini hanno cercato di vincere su ogni pallone. Ottime le prove di Hart, che ha evitato più volte un passivo più ampio, e Barreca mentre, nell’Atalanta, da segnalare la prestazione di Kurtic ed il subentro di Kessiè, di ritorno dalla Coppa d’Africa. In ombra Gomez, ancora sottotono Ljajic. Analizziamo nel dettaglio i protagonisti attraverso le nostre Fantapills.

ANTONIO BARRECA e JOE HART: senza dubbio i migliori in campo. Hanno evitato l’ennesima sconfitta del Torino con interventi al limite del miracoloso, impedendo più volte a Kurtic di concludere in porta durante i numerosi inserimenti in area, il primo, e compiendo interventi sicuri e lucidi, il secondo. Questa prestazione dimostra, ancora una volta, come quando il Torino giochi in casa i due giocatori siano più che schierabili.

FRANCK KESSIÉ: è tornato dalla Coppia d’Africa da pochi giorni, ma sembra non se ne sia mai andato. Subentra a Grassi, non una buona prova per l’ex napoli quest’oggi, e già si vede la differenza di qualità e quantità in mezzo al campo. È un giocatore di una categoria superiore e, vedendolo giocare, non stupisce che la Roma lo voglia tra le sue fila.

– ALEJANDRO GOMEZ: non era al 100% e si è visto, tuttavia quando prende velocità dà non pochi problemi a De Silvestri e Rossettini. Sottotono rispetto al solito, ma non si può nemmeno chiedere un bonus a partita.

– ADEM LJAJIC: durante questo anticipo si sono intravisti segnali di miglioramento, ma ancora non è abbastanza per dire che il fantasista serbo sia tornato. Si accende a sprazzi, ma nessuna delle azioni in cui è intervenuto sono state particolarmente degne di nota.

– JASMIN KURTIC: è uno degli ex della partita, si accende nel secondo tempo quando spesso e volentieri si trova in area con palloni che attendono solo di essere scaraventati in rete. Solo Barreca e Hart gli negano questa gioia compiendo interventi straordinari, ma tutto questo dà una certezza: Kurtic c’è.

– GIUSEPPE VIVES: è vero, non ha giocato, ma permettetemi una parentesi. Oggi Vives ha dato l’addio al Torino per accasarsi alla Pro Vercelli dopo 6 anni di servizio. Il suo addio, sotto la Maratona e tra gli applausi dei tifosi e dei compagni, ha commosso anche i più cinici perchè avere avuto un giocatore che ha dato così tanto per la maglia non è da tutti e le lacrime del giocatore sono la prova che chi veste granata con il cuore rimarrà granata a vita. In bocca al lupo, Giuseppe. Grazie di tutto.

Vives addio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy