Sassuolo-Juventus, le Fantapills: Higuain e Khedira sugli scudi, male Acerbi e Berardi

Sassuolo-Juventus, le Fantapills: Higuain e Khedira sugli scudi, male Acerbi e Berardi

Le Fantapills della sfida fra Sassuolo e Juventus, valida per la 22a giornata di serie A

di Filippo Ginelli

La Juventus è un rullo compressore. Come da copione, la sconfitta di Firenze funziona da stimolo per i bianconeri, che travolgono prima Lazio e poi Sassuolo. I neroverdi nulla possono contro lo strapotere degli uomini di Allegri, che al 9′ già passano con la rete del solito Higuain. Raddoppio che arriva al 25′: pallone di Higuain, velo di Dybala e piattone di Khedira che si infila sotto al sette. Il Sassuolo prova una timida reazione, ma risulta sterile di fronte alla difesa juventina. Il 4-2-3-1 sembra dare i frutti sperati ad Allegri, sia in termini di spettacolo che in termini di risultati. E domenica si attende l’Inter allo Juventus Stadium.

– HIGUAIN: il Pipita è semplicemente devastante. Arriva il settimo gol consecutivo, alla faccia di chi dice che alla Juve segnava di meno. Lo condisce con un assist, per sicurezza. Prestazione maiuscola per l’attaccante di Allegri, che sembra trarre particolare giovamento da questo schieramento.

– MANDZUKIC: l’attaccante che sembrava dover essere maggiormente penalizzato da questo modulo, si esalta come non mai. Macina chilometri sulla fascia, sempre pronto in ripiegamento come in fase di spinta, ricorda l’Eto’o interista del 2010. Ne risente in termini di bonus, ma non in quelli di voto. Sempre tra i migliori, indipendentemente dalla presenza del proprio nome sul tabellino dei marcatori.

– CUADRADO: la vera novità di questo modulo è la presenza della “Vespa” colombiana sulla fascia destra dal 1′. Lui sgasa e dribbla come sa, i difensori del Sassuolo ci capiscono poco. Sale in cattedra nel secondo tempo, quando brucia qualsiasi neroverde passi dalle sue parti.

– ACERBI: un’insufficienza del muro emiliano fa sempre notizia. Marcare uno come Higuain, peró, non è facile per nessuno. In coppia con Antei, hanno pesanti responsabilità sulle reti, in particolare la prima. Ci saranno occasioni per rifarsi, ma il probante test bianconero è fallito.

– BERARDI: assente ingiustificato del match. Non si vede e non la vede praticamente mai, risultando spesso inutile. Meglio nel primo tempo, nella ripresa cala vistosamente, non riuscendo a sopperire la scarsa vena con l’atletismo.

– POLITANO: niente da fare, troppo imprescindibile per questo Sassuolo. Dal suo rientro in campo, solo prove positive. Anche coi bianconeri risulta uno dei migliori, nonostante la sconfitta. Corre, si impegna, cerca di creare. Prima del vantaggio Juve, si rende protagonista di pericolose sortite offensive.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy