Sassuolo-Bologna, le Fantapills: Finalmente Destro e i rossoblu tornano alla vittoria

Le Fantapills della sfida tra Sassuolo e Bologna nella 28a giornata di Serie A.

di Matteo Di Sabatino

Doveva essere un mezzogiorno di fuoco, e così è stato: come nel più classico dei duelli western, è bastato un solo colpo per decidere le sorti dei contendenti e dell’incontro. Mattatore di giornata Mattia Destro, abile a farsi trovare al centro dell’area dopo una bella azione costruita dai compagni di squadra. L’attaccante torna a segnare dopo più di un mese e mezzo, colpice la non perfetta condizione fisica e il calo generico accusato dalla squadra. Il Bologna ritrova invece la vittoria che mancava dal 22 gennaio, dopo un mese di tribolazioni. Con questa vittoria la società spera di tranquillizzare i tifosi, ma la strada per uscire dalla crisi è ancora lunga come dichiarato dallo stesso Donadoni a fine partita: “Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, reagire a una situazione che non volevamo accettare, Abbiamo tirato fuori una prestazione di carattere, sono contento per i ragazzi perché se lo meritano. Questa squadra ha attraversato un periodo difficile, questa vittoria non risolve tutti i problemi. Non eravamo dei polli prima e non siamo dei fenomeni oggi, sappiamo su cosa dobbiamo lavorare. Gli stimoli sono quotidiani e si cercano di raccogliere i frutti la domenica”.

– DESTRO: partiamo proprio dal protagonista di giornata. Forse stanco delle critiche che continuano ad inseguirlo, decide di dare tutto ciò che ha, giocando per la squadra, e la sua abnegazione viene premiata regalandogli un’occasione impossibile da fallire per portare il Bologna in vantaggio e risultare decisivo. Una rondine non fa primavera, speriamo non sia una prestazione sporadica.

– DZEMAILI: Bigon avrà un bel da fare per sostituire il tuttocampista a fine stagione, dato che Saputo pare abbia tutte le intenzioni di portare lo svizzero dall’altra parte dell’Atlantico alla corte del Montreal Impact. Ancora una volta, se gira lui le chance del  Bologna di ottenere un risultato positivo aumentano sensibilmente. Oggi assit sopraffino che mette Destro nelle condizioni di segnare il più facile dei gol.

– DI FRANCESCO: con Verdi sottotono e Krejci spossato da una serie consecutiva di partite, Donadoni si ricorda di avere parcheggiato in panchina questo ragazzo che, quando chiamato in causa, non ha mai demeritato, anzi spesso è risultato decisivo ai fini della costruzione del gioco. Anche oggi, è bravissimo in occasione del gol, alla cui costruzione contribuisce in buona sostanza.

– MIRANTE: se non fosse per lui, staremo parlando dell’ennesima occasione buttata al vento nei minuti di recupero; dunque, è quantomai doveroso sottolineare come oggi, con un suo straordinario intervento al 90′, il Bologna debba ringraziare il suo portiere che corona con l’imbattibilità una serie di buone prestazioni.

– BERARDI: l’infortunio subìto deve avergli lasciato strascichi pesanti, non tanto dal punto di vista fisico quanto mentale. Nel primo tempo si fa fatica a riconoscerlo, tanto è scadente la sua prestazione. Questo è un bel problema per Di Francesco, che contava tanto sul completo recupero del suo gioiello per dare la svolta ad una stagione iniziata bene ma presto rovinata a causa della mole di infortuni occorsi ai giocatori chiave. Berardi è un partimonio da recuperare, soprattutto in vista della Nazionale.

– ACERBI: solita garanzia in difesa e questa non è più una novità, ma quando vede che i suoi compagni di squadra non riescono a costruire l’ombra di un’occasione dal gol, decide di improvvisarsi attaccante e per poco non riesce nell’impresa di segnare. Sempre pronto a suonare la carica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy