Sampdoria-Fiorentina, le fantapills: Bruno Fernandes e Alvarez lanciano la Samp, Gonzalo Rodriguez e Babacar la riprendono

Le Fantapills della sfida tra Sampdoria e Fiorentina nella 31a giornata di Serie A.

di Marco Agostinelli, @Ago_el_loco

Lunch match pirotecnico quello tra Sampdoria e Fiorentina, che chiudono con uno spettacolare, quanto giusto, 2-2 l’anticipo della domenica. Subito avanti i blucerchiati con un gioiello di Bruno Fernandes, che poco dopo ha anche l’occasione per raddoppiare ma trova l’opposizione di un ottimo Tatarusanu. Prova svegliarsi la Fiorentina, che si affida alle giocate di Bernardeschi, che su punizione, prima, e di testa, poi, sfiora il goal del pari, ma la Samp regge fino all’intervallo.

Nella ripresa sale in cattedra la Fiorentina, che con l’ingresso di Kalinic al posto di uno spento Ilicic, trova maggiori forze offensive e inizia a spingere sull’acceleratore alla caccia del pari. Si accende Tello che fa sua la fascia e centra un palo con un gran diagonale al termine di una fuga solitaria sulla corsia. Il goal è nell’aria e arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Gonzalo Rodriguez che spinge in rete il cross di Borja Valero e mette a segno il suo primo goal stagionale. La Fiorentina spinge a caccia del goal del vantaggio, ma a passare è ancora la Samp con il primo goal di Ricky Alvarez, appena entrato in campo, che trafigge Tatarusanu con un bel sinistro. I viola reagiscono e trovano un altro palo, questa volta con Kalinic, che sfrutta il cross di Tello ma trova solo il montante. Nel finale Sousa si gioca anche la carta Saponara, ma a segnare il goal del pareggio è Babacar con un gran destro che scavalca Viviano, che nel finale si riscatta alla grande con un super intervento ancora sul senegalese all’ultimo secondo.

BRUNO FERNANDES: Il migliore in campo per distacco. Apre il match al 5′ con un goal capolavoro, infilando Tatarusanu con un diagonale imparabile che si spegne all’incrocio dei pali. Il portiere rumeno, poi, si prende la sua personale rivincita negandogli la doppietta con un grande intervento. Il numero 10 blucerchiato ha finalmente trovato la continuità giusta per fare il salto di qualità. Esce al 75′ per far posto a Praet.

GONZALO RODRIGUEZ: Inizia con un cartellino giallo per fallo tattico su Schick il suo match, poi sale in cattedra con un paio di chiusure decisive. Mette la sua prima firma stagionale nel goal del pareggio con il suo marchio di fabbrica, ovvero un colpo di testa, sul calcio d’angolo battuto da Borja Valero, che non lascia scampo a Viviano.

RICKY ALVAREZ: Entra a 20′ dalla fine al posto di Linetty, e al primo pallone giocato buca Tatarusanu sul suo palo con un bel sinistro. Si dimostra il cambio azzeccato di Marco Giampaolo, e ripaga la fiducia del suo mister con il primo goal stagionale. Pillola statistica, l’ultimo goal in Serie A lo aveva segnato proprio alla Fiorentina, unico goal messo a segno nella scorsa stagione.

BERNARDESCHI/TELLO: Sono il simbolo del match della Fiorentina. Gli uomini di Sousa giocano ad intermittenza alternando belle giocate e forti spinte sull’acceleratore a momenti di blackout che costano il goal del 2-1 e qualche pallone perso di troppo che sarebbe potuto costare caro. Nel primo tempo Bernardeschi è tra i più intraprendenti poi, cala nella ripresa, complice, forse, anche il problema alla caviglia. Al contrario invece Tello, che nel secondo tempo domina la fascia destra trovando un palo con un gran diagonale e servendo un assist a Kalinic, che però viene fermato nuovamente dal legno.

BABACAR: Ancora in goal l’attaccante senegalese classe’93 che segna il suo settimo goal stagionale e si dimostra sempre più determinante per la Fiorentina. Dopo i due pali colpiti dai viola, trova il goal con un gran destro che scavalca un imperfetto Viviano, che si riscatta all’ultimo secondo con un grande intervento che nega la doppietta a Babacar.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy