Pescara-Palermo, le Fantapills: gioia del primo gol in A per Muric e Mitrita, ma il merito è di Aleesami

Le Fantapills della sfida tra Pescara e Palermo, valida per la 37a giornata di Serie A.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

La partita tra Pescara e Palermo è terminata con il risultato di 2-0 a favore della squadra abruzzese. Le reti portano la firma di Muric e Mitrita.  E’ stata una partita dove si è vista poca motivazione tra le due squadre, può essere definita come un anticipo della prossima Serie B dove le due squadre si incontreranno. Per il Pescara è una vittoria utile solo per il morale, il Palermo vede interrompersi la striscia positiva di risultati e nell’ultima giornata sarà l’arbitro della lotta per la salvezza.

MURIC: c’è sempre una prima volta. Ottima prestazione per il croato che ha saputo sfruttare una delle poche occasioni che gli sono state concesse quest’anno, la gioia è doppia se arriva la prima rete in Serie A: riesce a sfruttare un cross in area spedendo la palla in rete con un preciso colpo di testa. Oltre la rete, è protagonista di buoni movimenti senza palla e ripiegamenti che aiutano la sua squadra in fase difensiva. Mette in crisi la difesa del Palermo con diverse accelerazioni. Esce all’inizio del secondo tempo per far spazio a Mitrita. Serata da incorniciare per il calciatore di proprietà Ajax, sentiremo ancora parlare di lui?

MITRITA: cambia l’interprete ma il risultato non cambia. Il giovane rumeno entra al posto di Muric all’inizio del secondo tempo, e come quest’ultimo mette a segno la prima rete in Serie A. Buona prestazione per questo centrocampista offensivo che mette subito in crisi la difesa rosanero con le sue accelerazioni e verticalizzazioni. Come detto, nei minuti finali di partita riesce a sfruttare l’incertezza di Aleesami e davanti al portiere insacca la palla in rete senza alcun problema.

ALEESAMI: man of the match…per il Pescara. Ironia a parte, una delle peggiori prestazioni di quest’anno per il terzino norvegese che dimostra di pensare già alle vacanze. Non gli riesce nulla, ogni palla che tocca si trasforma in una possibile occasione per gli avversari. E’ colpevole su entrambe le reti dove commette errori banali che si trasformano in oro per gli avversari. A parte la sua dote difensiva non eccelsa, stasera è mancata anche la sua spinta offensiva. Continua la stagione di alti e bassi per questo calciatore che aveva lasciato ben sperare i suoi fantallenatori.

RISPOLI: inesauribile. Nonostante la sconfitta e il campionato ormai compromesso, ancora una buona prestazione per il capitano del Palermo, diventato ormai un fedelissimo per tutti i suoi possessori. Stasera non è autore di bonus ma porta a casa un buon voto che lo rende il migliore della sua squadra. Contro il Pescara continua a macinare chilometri sulla sua fascia, mettendo spesso in crisi gli avversari. Prova più volte il cross ma gli attaccanti del Palermo non riescono a sfruttarli. E’ lui il cuore della sua squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy