Palermo-Roma, le Fantapills: festa di +3 per El Shaarawy, Dzeko e Bruno Peres, Nestorovski Illude

Le Fantapills della sfida tra Palermo e Roma, valida per la 28a giornata di Serie A.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

Il posticipo serale tra Palermo e Roma è terminato con il risultato di 0-3 per la squadra giallorossa. Grazie a questo risultato, la squadra capitolina ha ribadito le distanze dal Napoli in ottica secondo posto. Le reti sono state segnate da El Shaarawy, Dzeko e Bruno Peres, da sottolineare gli assist di Grenier, Nainggolan e Strootman. E’ stata una partita combattuta fino alla prima metà del secondo tempo con un Palermo mai domo nonostante lo svantaggio, al raddoppio giallorosso si sono chiusi definitivamente i giochi. Vediamo assieme i protagonisti in positivo e in negativo del match con le nostre Fantapills.

EL SHAARAWY: occasione sfruttata. Ritorna da titolare grazie all’ampio turnover e non tradisce la fiducia del suo allenatore. Partita da “Faraone”, ottimi spunti che mettono spesso in crisi la retroguardia rosanero, importante anche il suo aiuto in fase difensiva. Si fa trovare pronto sul cross di Grenier appoggiando la palla in rete e regalando il vantaggio alla sua squadra. Prezioso.

DZEKO: Sempre lui. Grande prestazione per l’attaccante giallorosso, la sua fisicità permette alla squadra di alzare il baricentro e mettere in crisi i difensori del Palermo. Molti fantallenatori erano quasi disperati per la mancata titolarità del bomber bosniaco, ma niente paura: Edin c’è sempre, entra e segna, mette in ghiaccio il match come solo lui sa fare firmando il suo 20° gol in Campionato su assist di Nainggolan. Poco prima della rete aveva avuto una buona occasione davanti la porta ma la sua conclusione era finita in curva. Continua la stagione di grazia per questo attaccante, non del tutto scontata vista la passata stagione ricca di errori e poche gioie. Nel post-partita ha dichiarato: “L’ultima settimana non è stata molto bella, la vittoria di oggi può darci nuovamente la fiducia che avevamo perso, mi sento importante“.

BRUNO PERES: agrodolce. Prestazione a due volti per l’esterno brasiliano apparso spento soprattutto nella fase iniziale del match, nonostante la sua dinamicità è stato facilmente contenuto dalla difesa rosanero. Cambia parzialmente il volto della sua partita nel secondo tempo, dove si regala la gioia del gol nei minuti di recupero con un tiro in diagonale che trafigge il portiere, anche se diversi meriti di questa rete vanno anche all’autore dell’assist Strootman.

FULIGNATI: sorpresa. Si può definire così la presenza del giovane portiere italiano del Palermo. Dopo gran parte della stagione vissuta all’ombra di Posavec autore di errori banali, è arrivata un’opportunità anche per lui. Ottima prestazione per un esordiente in Serie A, i riflessi ci sono, il carisma anche, non può praticamente nulla sulle tre reti della Roma, forse nell’ultima rete poteva effettuare un’uscita meno avventata. E’ stato autore di ottime parate, soprattutto su Nainggolan nei minuti finali. Adesso sorge il dubbio in casa rosanero: chi sarà il portiere titolare delle prossime partite?

DIAMANTI: non brilla solo di nome. Relegato al ruolo di panchinaro fisso, il buon Alino si fa trovare sempre pronto quando viene chiamato in causa e spesso accende le partite come solo lui è in grado di fare, è stato così anche questa volta, dove è entrato all’inizio del secondo tempo al posto di uno spento Embalo. Grazie alle sue giocate si accende subito la partita, cominciano ad intravedersi delle ottime geometrie offensive da parte dei rosanero, arriva anche ad effettuare un tiro insidioso parato con difficoltà dal portiere della Roma. Combatte come un leone e aiuta i compagni, ma anche lui si arrenderà nei minuti finali alla forza della Roma.

NESTOROVSKI: urlo trattenuto in gola. Sembrava fatta, il bomber macedone aveva segnato ancora un grande gol complice l’erroraccio di Szczesny ma…niente da fare: fuorigioco e rete annullata. Momento che forse ha inciso a livello psicologico sull’attaccante dei rosanero che nonostante buoni spunti offensivi e aiuto ai compagni non è riuscito più di tanto ad insidiare la retroguardia giallorossa che lo ha puntualmente sovrastato a livello fisico. Questo attaccante ci ha insegnato che può segnare ovunque e in qualunque momento, dunque…appuntamento alla prossima giornata?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy