Palermo-Crotone, le Fantapills: Nestorovski decisivo, sorpresa Embalo

Palermo-Crotone, le Fantapills: Nestorovski decisivo, sorpresa Embalo

Le Fantapills della sfida fra Palermo e Crotone, valida per la 23a giornata di Serie A.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

Lo scontro salvezza Palermo-Crotone è terminato con il risultato di 1-0 in favore dei rosanero, il gol decisivo è stato segnato da Nestorovski con un grande assist di Embalo. Risultato molto importante per i rosanero, che riaprono parzialmente la lotta salvezza, nonostante sembra ancora molto difficile, ma vediamo nel dettaglio i protagonisti in positivo e in negativo del match con le nostre Fantapills.

– NESTOROVSKI: e chi se non lui? Ha dimostrato ancora una volta di essere il giocatore più importante per questo Palermo con la sua freddezza e aggressività. Grande prestazione di sacrificio per il macedone, che decide la partita con la sua rete nel primo tempo su assist di Embalo: è una rete di fondamentale importanza perché sancisce la prima vittoria casalinga stagionale del Palermo, che torna a respirare. Sono ormai 9 le reti per l’attaccante rosanero e la doppia cifra sembra quasi scontata, un grande traguardo per un attaccante che molti pensavano non adatto alla Serie A. Dove arriverà? Su di lui ha anche parlato nel post-partita l’allenatore del Palermo Lopez: Nestorovski è importante per noi, dobbiamo aiutarlo a far gol. Ha certe caratteristiche e dobbiamo mandarlo in porta più volte possibile perché sa fare male”.

– EMBALO: sorpresa. Così si può definire il giocatore proveniente dalla Guinea, in chiaroscuro per tutta la stagione fino a quando Lopez non ha deciso di schierarlo da titolare. Buonissima prestazione piena di spunti personali e involate sulla fascia, dimostra buona velocità e capacità di inserimento, migliorabile il controllo palla in alcune occasioni. E’ suo l’assist decisivo per Nestorovski. L’esterno rosanero saprà riconfermarsi nuovamente da titolare nelle prossime partite? Vedremo, nel mentre vediamo ciò che dichiarato nel post-partita: “Noi crediamo alla salvezza fino alla fine. Non possiamo mollare adesso, contro l’Atalanta dobbiamo vincere per forza. Mia migliore partita? Spero ovviamente di continuare ad aiutare la squadra ad ogni gara, voglio fare i complimenti a Nestorovski e a tutta la squadra. Il gol è importante, ma è anche bello far fare gol”.

– RISPOLI: certezza. Ancora una grande prestazione per il capitano rosanero, che sembra aver fatto il salto di qualità rispetto alle scorse stagioni, molti dicevano dovesse migliorare la tecnica visto che i cross non erano eccelsi, negli ultimi tempi la storia è cambiata, la “ruspa” Rispoli è una spina nel fianco delle difese avversarie con le sue discese coraggiose e i cross insidiosi. Contro il Crotone ha dimostrato grande tenacia, aiutando i compagni spesso in difficoltà, purtroppo le sue discese sono state frenate, non dall’avversario, bensì dal modulo rosanero 3-4-3, che non dava ampio spazio all’esterno italiano che doveva restare un po’ più arretrato. Con i suoi continui 6.5, i fantallenatori potranno ancora fare affidamento su di lui.

– CORDAZ: errore fatale per il portiere del Crotone che non è riuscito a calcolare la traiettoria del tiro decisivo di Nestorovski. Tuttavia, la sua è stata una buona prestazione, dove ha evitato il raddoppio del Palermo, soprattutto nel primo tempo, e dove si è messo in mostra con interventi degni di nota.

– CRISETIG: ingenuo. La sua era stata una partita attenta, dove gestiva con ordine il centrocampo del Crotone, fino a quando la gara non è entrata nella sua fase nervosa: prende due gialli nel giro di pochi minuti e l’arbitro lo spedisce in anticipo negli spogliatoi. E’ una leggerezza che pesa, in quanto lascia la sua squadra in dieci uomini nel rush finale della gara.

– FALCINELLI: è un po’ come Nestorovski nel Palermo, uno dei pochi se non l’unico a fare la differenza nel Crotone, dopo la meravigliosa tripletta nella partita antecedente contro l’Empoli, molti si aspettavano una riconferma in termini di +3 da parte dell’attaccante italiano, tuttavia la squadra non ha saputo supportarlo e servirlo a dovere e anche lui si è perso un po’ nella confusione generale. Non arriva quasi mai in porta, buono il pressing sui difensori avversari che soprattutto nel primo tempo avevano qualche difficoltà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy