Napoli-Juventus, le Fantapills: a Khedira risponde Hamsik

Le Fantapills della sfida tra Napoli e Juventus valida per la 30a giornata di Serie A.

di Massimo Ammendola

Nella partita di cartello della domenica sera, il Napoli ospita al San Paolo la capolista Juventus, in una sfida ricca di tensione per il ritorno da bianconero del Pipita Higuain. Bombardato da fischi assordanti non appena toccava il pallone, l’argentino è stato abbastanza assente dalla partita, a parte un paio di spunti personali in velocità. Una partita che ha confermato l’andazzo del Campionato, dal punto di vista del gioco: una Juve (quasi) perfetta in difesa, che riparte sfruttando le ali e i terzini, ed è letale, e un Napoli che gioca a due tocchi, palla a terra, devastante in velocità. Ma che sbaglia tanto in difesa. Ed infatti, al ‘7 minuto è Khedira, dopo un grande scambio con Pjanic, a ritrovarsi a tu per tu con Rafael, che non è efficace nella parata, con la palla gli finisce sotto il braccio per lo 0-1.

Riparte il Napoli, all’inizio lentamente, poi in maniera più decisa, e sono parecchie le occasioni avute da Insigne, Hamsik e compagni, che sprecano. La Juve va in difficoltà, e si chiude con quasi l’intero organico in difesa. I partenopei insistono e passano al ’60 con capitan Hamsik, che tira con precisione nell’angolo alto a destra, stupendamente messo davanti alla porta di Buffon da Mertens. Che poi dopo una carambola si trova a porta vuota e colpisce un palo, da posizione difficile.

Con la girandola dei cambi, anche in vista della seconda sfida di Coppa Italia che rivedrà le squadre in campo mercoledì, il ritmo si abbassa, ma il Napoli ci prova ancora. Con un sospetto atterramento di Mertens in area, non sanzionato da Orsato, si chiude il match, con qualche rimpianto napoletano per il risultato pieno, che era sembrato possibile durante il corso della gara. Andiamo ora a vedere chi in questo match è stato decisivo attraverso le nostre Fantapills.

– HAMSIK: grintoso e letale, in una partita sentita ed importante. Un segnale chiaro a chi dice che il capitano partenopeo viene meno nei momenti clou della stagione. Già prima del gol ci aveva provato di più da fuori, ma era stato poco fortunato. Ma almeno ci prova, buon segnale per i fantapossessori.

– MERTENS: non va a segno, ma è da segnalare per l’assist illuminante ad Hamsik, e il palo del secondo tempo che grida vendetta. Il suo guizzo improvviso può cambiare le partite, imprenscindibile, e quest’anno goleador.

– KOULIBALY: è tornato il migliore della difesa, il granitico difensore che ricordavamo prima della Coppa d’Africa. Poi ci aveva abituato ad una cappellata a partita, ieri sera sembrava invece tornato a grandi livelli. Molto positivo.

– KHEDIRA: nonostante sia soggetto a frequenti infortuni, è uno dei più bravi ad inserirsi dalle retrovie e a colpire, e lo dimostra ancora una volta. Si conferma un centrocampista prezioso, da +3, che forse non sarà andato via a tanti crediti a inizio stagione. Bravo, a chi l’ha acquistato.

– DYBALA: quando entra, si capisce che mancava. Nonostante i pochi minuti giocati e le poche occasioni create dalla Juventus nel finale, l’argentino ex palermitano risulta molto importante per i torinesi, capace di un tocco di palla eccelso e di movimenti veloci che lo rendono imprevedibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy