Milan-Napoli, le Fantapills: Suso più ombre che luci, Insigne e Callejon sugli scudi

Le Fantapills della sfida tra Milan e Napoli della 21a giornata di Serie A.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Questa volta la rimonta non è riuscita. Milan a due facce, come ormai spesso è capitato in questa stagione. Avvio superlativo del Napoli, che in dieci minuti vola con un bolide di Insigne ed una conclusione sotto misura di Callejon nell’area piccola. In entrambe le reti questa volta Donnarumma non è stato perfetto. La squadra di Sarri gioca un calcio perfetto nei primi 20 minuti, sfiorando anche il 3-0 con Mertens, autore dei due assist per i compagni. Il Milan sembra annichilito, ma poi si sveglia all’improvviso. È Kucka il trascinatore che accorcia le distanze dopo un pasticcio tra Jorginho e Tonelli. Nella ripresa è un’altro Milan: Bonaventura sale in cattedra, cresce Pasalic, il Napoli sembra sulle gambe. Pasalic viene fermato dalla traversa, un cross di Abate trova impreparato un passivo Bacca e l’arrembaggio finale non porta al meritato pareggio. Il Napoli pesca tre punti fondamentali per la corsa Champions League, il Milan esce a testa alta, ma con una sola vittoria nelle ultime cinque partite. Una tassa da pagare per una squadra in costruzione.

– KUCKA: il classico centrocampista che ogni allenatore vorrebbe avere nel suo scacchiere. Energia allo stato puro, frizzante, gol alla Hamsik, questa volta lo slovacco migliore è lui. L’ultimo a mollare, aggredisce e ruba palloni fino al fischio finale.

 BACCA: ci chiediamo perché Montella continui a puntare sul colombiano. Non è il centravanti che siamo abituati a vedere nelle squadre che ha allenato il tecnico rossonero. È avulso dalla manovra e si gioca spesso in 10. Ieri sera i pochi palloni scottavano: ha sbagliato appoggi, ed è stato in perenne ritardo sui traversoni degli esterni. L’amore con i tifosi è ancora una volta rimandato.

– INSIGNE: quando vede rossonero ha il fuoco dentro. Milanello lo accoglierebbe a braccia aperte. L’1-0 con cui sblocca la gara è un gioiello, ma la sua prestazione sulla fascia sinistra è devastante per tutta la partita. Prova anche un eurogol da 50 metri, giusto perchè in tribuna c’è un certo Maradona…

 CALLEJON: con Insigne dall’altra a parte dialoga a meraviglia. Bella l’azione con cui segna il 2-0. Ripiega in fase difensiva e riparte. L’uomo d’acciaio insostituibile per mister Sarri.

 G.GOMEZ:  Mertens gli fa girare la testa più volte. Perennamente in affanno, fatica a contenere gli attaccanti del Napoli. Male anche sui fuorigiochi, la bella prestazione contro il Torino in Coppa Italia è un lontano ricordo.

 TONELLI: questa volta finisce giù dalla torre. Recuperato all’ultimo da Sarri non ripete le buone prestazioni delle ultime due giornate. Pasticcia sul primo gol (in coabitazione con Jorginho) e per il resto della partita risulta poco preciso e insicuro. Vogliamo affondare il coltello nella piaga: di fronte non aveva il miglior Bacca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy