Lazio-Crotone, le Fantapills: Immobile si sblocca, Festa tiene a galla i suoi

Le Fantapills della partita della 19a giornata di Serie A.

di Gianluca Masciari

Crotone coraggioso e coriaceo, ma non basta per portare a casa punti dall’Olimpico. La Lazio disputa un ottimo primo tempo, dove spreca diverse occasioni e un rigore calciato sulla traversa da Biglia. Secondo tempo più equilibrato, ma la zampata al 90esimo di Immobile indirizza la partita in favore dei biancocelesti. Da segnalare un goal annullato per parte, Lombardi per la Lazio e Rohden per il Crotone. Analizziamo nel dettaglio i protagonisti attraverso le nostre Fantapills.

IMMOBILE: uno dei grandi attesi di questa partita. Vuoi per l’astinenza da goal che iniziava a diventare pesante (7 partite senza trovare la via della rete), vuoi per le assenze sul fronte offensivo, con Keita e Felipe Anderson indisponibili. Ed ecco che tutto il peso offensivo oggi gravava su Ciro. Buona prestazione dell’attaccante laziale, pericoloso sin dai primi minuti con un bel diagonale diretto all’angolino, ma smanacciato in angolo da un sontuoso Festa. Partita generosa, si sacrifica molto ed è mobile nella metà campo avversaria, senza dare punti di riferimento ai difensori rossoblu. Nel secondo tempo avrebbe un’altra grande occasione, con un tiro dal limite del’area stoppato ancora una volta da un grande Festa. Ma quando la partita si avvia verso la conclusione, Ciro sfrutta un regalo della difesa rossoblu e solo davanti al portiere butta in rete il pallone della vittoria. Ecco le sue parole nel post-partita ai microfoni di Premium: “La porta sembrava stregata anche oggi, ho sfruttato un errore loro ma le vittorie cosi servono. Non mi pesava tantissimo il digiuno, con la maturità sono cresciuto sotto questo aspetto, oggi soffrivo perchè volevo fare gol per la squadra“.

– BIGLIA: non gioca una brutta partita, con forse qualche errore di troppo nel primo tempo in termini di geometrie. Quello che pesa tanto sull’economia della partita è il rigore sbagliato. Il suo penalty forte e centrale si infrange sulla traversa, a Festa battuto. Un eventuale goal avrebbe potuto permettere una migliore gestione della partita.

FESTA: prestazione superlativa dell’estremo difensore rossoblu. E pensare che è solo la seconda presenza in Serie A. Avevamo già intravisto le sue qualità nella partita contro il Genoa, dove aveva fermato gli attacchi di Pavoletti e compagni. Oggi la definitiva conferma: Festa può dire la sua in questa categoria. Parate mostruose su Immobile, non sbaglia nulla neanche sulle offensive di Parolo. Molto bene anche sui calci da fermo, dove è sicuro e dà sicurezza all’intero reparto. Queste le sue parole in mixed zone: “Sono felice personalmente, ma poi dispiace perché è sempre il risultato sul campo quello che conta. Salvezza? Difficile, ma ci crediamo tantissimo”.

– MARTELLA: dov’è finito il treno dello scorso anno? Dov’è finito quel Martella che fu uno dei maggiori artefici della promozione dei pitagorici? Oggi macchia una prestazione tutto sommato dignitosa, con uno sfortunato appoggio di testa, verso il centro del’area di rigore che arriva facile sui piedi di Immobile. Purtroppo in fase difensiva non dimostra le stesse sicurezze che ha nella fase offensiva. Un vero peccato, quella che sembrava poter essere una delle più belle sorprese del Campionato, al momento non si è rivelata tale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy