La partita: Palermo-Milan 1-2

La partita: Palermo-Milan 1-2

Serie A 2016/2017 – 12a giornata

di Stefano Giustini, @Alobrasil74


BANNER_PAGELLE_02

PALERMO: Posavec 5,5; Cionek 5, Andelkovic 6, Rajkovic 6,5, Aleesami 5; Hiljemark 5 (dal 40’ s.t. Quaison sv), Gazzi 6, Bruno Henrique 6; Embalo 5 (dal 12’ s.t. Lo Faso 6), Nestorovski 7, Sallai 5 (dal 12’ s.t. Diamanti 6). A disposizione: Marson, Fulignati, Morganella, Vitiello, Goldaniga, Pezzella, Bouy, Jajalo, Chochev. Allenatore: Roberto De Zerbi.

MILAN: Donnarumma 5,5; Abate 5,5, Paletta 7, Romagnoli 6, De Sciglio 5,5; Kucka 5,5 (dal 27′ s.t. Poli 6), Locatelli 5,5, Pasalic 5,5 (dal 18’ s.t. Mati Fernandez 6); Suso 7, Bacca 5(dal 34’ s.t. Lapadula 7,5), Bonaventura 6. A disposizione: Gabriel, Plizzari, Ely, Gomez, Zapata, Antonelli, Sosa, Honda, Luiz Adriano. Allenatore: Vincenzo Montella.

ARBITRO: Mazzoleni

RETI:  11′ Suso (M), 71′ Nestorovski (P), 82′ Lapadula (M)
ASSIST: Bonaventura (M), Diamanti (P)
AMMONITI: Cionek (P), Diamanti (P), De Sciglio (M)


Banner-Press

Roberto De Zerbi (Allenatore Palermo): La squadra mi è sempre stata vicina, alleno un gruppo di calciatori che mi segue giornalmente. E’ chiaro che abbiamo qualche problema, raccogliamo poco, ma credo che la squadra è viva, lotta e prova a giocarsela. Oggi abbiamo concesso poche occasioni al Milan e abbiamo creato occasioni per colpire. Quinta sconfitta di fila? Più di una volta potevamo portare a casa qualche punto e se non ci siamo riusciti è perché commettiamo qualche errore di troppo e se non lo evitiamo diventa dura“.

Vincenzo Montella (Allenatore Milan): “Sono particolarmente felice per Lapadula, lui aveva tanta voglia e una determinazione fuori dal normale oltre alle qualità tecniche che sono indiscusse. So quanto vale questo gol per lui. Ha portato anche tre punti pesanti alla squadra. Complimenti a lui e a tutti i calciatori”. Sulla prestazione:Noi siamo partiti benissimo i primi 20 minuti, avendo un buon giro palla e con la pazienza per colpire. Poi, dopo il vantaggio, ci siamo accomodati, abbiamo abbassato il ritmo. Loro si sono alzati, con delle buone trame e ci hanno messo lì. Nel secondo tempo hanno continuato ed avevano qualcosa in più di noi e sono arrivati al pareggio meritatamente. Però mi è piaciuta la reazione della squadra, che ha capito che doveva mettere qualcosa in più per vincere e abbiamo creato quattro occasioni da gol dove Posavec si è esaltato e poi è arrivato il gol di Lapadula”. Sul sostituto di Niang:Mbaye per caratteristiche, è unico. Jack ha altre doti. Voglio elogiare i presenti. Abbiamo ottenuto una vittoria meritata, dove è emersa un’anima. Me la prendo molto volentieri e andiamo avanti col lavoro, perché ci sono ancora delle cose sulle quali lavorare”. Su Romagnoli:Gli manca un po’ di mestiere, ma ha il tempo dalla sua parte. L’esperienza lo aiuterà, ma c’è una base alta sulla quale lavorare”. Su Pasalic:Ha fatto una buona gara, poi ha perso un po’ di ritmo. Ha potenza fisica, può ricoprire molte posizioni in campo”. Sull’essere da Champions:Non dico di non sognare, ma dobbiamo avere quella fame che ha messo Lapadula per rimanere in alto”. Sul mercato di gennaio:Penso che tutte le squadre siano migliorabili. Laddove si può migliorare, è giusto farlo. Ma tante volte, a gennaio, si rischia di peggiorarla”.

Gianluca Lapadula (attaccante Milan): “Non vedevo l’ora di entrare in campo. Oggi è arrivata la vittoria, che è molto importante. Il gol è un sogno che si realizza, il cammino che devo fare è ancora molto lungo. Io quando sono in area, a volte non becco nemmeno la palla, ma oggi ho avuto un po’ di fortuna. Spero di dare continuità a queste belle sudate. L’obiettivo primario è quello di portare il Milan dove merita, ovvero nei palcoscenici europei e io farò di tutto per questa maglia. Non ho obiettivi prefissati, la cosa che conta è l’impegno e la giusta mentalità”.


Banner-Highlights


Banner-Fantapills

– Lapadula: il tacco del diavolo. Entra nel finale di partita al posto di un pessimo Bacca, con una determinazione impressionante. Match winner e ora Montella deve prenderlo più in considerazione.

– Paletta: non si passa, con le buone o le cattive Paletta chiude ogni varco. Una diga su cui sbattono le onde rosanero.

– Nestorovski: che giocatore, sesto sigillo in serie A. Anche quando fatica a trovare spazi, dategli un pallone e lui gonfia la rete. Valore aggiunto della rosa di De Zerbi, la salvezza passa da lui

Bacca: altra prestazione abulica. Il digiuno continua, Lapadula pressa alle sue spalle.

Aleesami: passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Pasticcia in occasione del gol di Suso con Posavec. Non spinge come il solito, sbaglia parecchio.

B.Henrique: ottima prestazione, soprattutto nella ripresa. Parte malino, troppo innamorato della palle, finisce per essere il migliore del centrocampo rosanero.

Suso: grande prestazione dello spagnolo. Il migliore del tridente per distacco. Gol da opportunista, nella ripresa Posavec gli nega la doppietta altre tre volte. Sul suo tiro da fuori area arriva il tacco-gol di Lapadula.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy