La partita: Lazio-Genoa 3-1

Serie A 2016/2017 – 13a giornata

di Riccardo Corsano, @riccardoc9

[opta widget=”temporeale” season=”2016″ team=”129″ match_day=”13″]


BANNER_PAGELLE_02

LAZIO: Strakosha 6; Basta 6, Wallace 6,5, Radu 6,5, Lulic 6; Parolo 6,5, Biglia (84′ Murgia s.v.), Milinkovic-Savic 6 (70′ Cataldi 6); Felipe Anderson 7,5, Immobile 6,5, Keita B. 6 (73′ Patric 6A disposizione: Vargic, Marchetti, Bastos, Hoedt, Leitner, Kishna,  Lombardi, Djordjevic. Allenatore: Simone Inzaghi.

GENOA: Perin 6; Orban 5, Burdisso 6, Izzo 5; Edenilson 5,5, Rincon 5, Veloso 5, Laxalt 6; Ocampos 6,5 (80′ Pandev s.v), Pavoletti 5 (61′ Simeone 5.5), Rigoni (45′ Ninkovic 5,5). A disposizione: Lamanna, Munoz, Fiamozzi, Gentiletti, Biraschi, Cofie, Lazovic, Ntcham, Gakpè, Pandev. Allenatore: Ivan Juric.

ARBITRO: Marco Di Bello

RETI: 11′ Felipe Anderson  (L),  52′ Ocampos (G),  57′ Biglia  (L),  68′ Wallace (L)

AMMONITI: 61′ Rincon (G), 87′ Miguel Veloso (G), 88′ Patric (L), 89′ Edenilson (G)

ESPULSI: 90′ Orban (G)


Banner-Press

Simone Inzaghi (Allenatore Lazio): “Diciamo che abbiamo fatto un ottimo primo tempo, potevamo chiudere anche con un vantaggio più ampio, ma avevamo di fronte una buona squadra come il Genoa. Abbiamo concesso qualcosa, ma siamo stati bravi a rimetterci in carreggiata. Non vincevamo da due gare, siamo stati bravi e ora dobbiamo andare avanti così.  Per quanto riguarda la posizione in classifica a inizio ci speravo, avevo lasciato una squadra forte lo scorso anno e conoscevo bene tutti, abbiamo fatto gare di ottimo livello, avremo gare difficili e dovremo interpretarle al meglio. L’importante è avere davanti degli uomini che si mettano a disposizione, poi tocca a me scegliere i migliori di volta in volta. La sconfitta di San Siro è stata sicuramente decisiva, siamo in serie positiva da 8 partite e dobbiamo farla continuare. Siamo giovani e abbiamo margini di miglioramento, non vedo l’ora di avere la rosa al completo e di avere più dubbi perché quando si hanno vuol dire che c’è tanto a disposizione”.

Ivan Juric (Allenatore Genoa): Nel momento migliore ci sono stati due svarioni difensivi. Un Genoa solido in difesa e attento, oggi abbiamo sbagliato in fase difensiva, dovevamo stare più attenti. Dobbiamo ritrovare più concentrazione. Ora abbiamo una buona classifica e abbiamo da recuperare un match. In classifica c’è stato il sorpasso della Sampdoria, ma non mi preoccupo di questo. Analizzo le partite e quello che facciamo, dobbiamo sicuramente migliorare quello che c’è da migliorare”.

 Nella sconfitta dell’ Olimpico c’è stata una buona notizia, ovvero il goal di Ocampos. Cosa ne pensa? “Nel secondo tempo abbiamo iniziato con il piede giusto, dove potevamo fare male. Poi abbiamo subito un goal che ci ha tagliato le gambe. Oggi Ocampos ha fatto cose buone e cose non buone”.


Banner-Highlights

Coming soon…


Banner-Fantapills

-Felipe Anderson: bentornato, Felipe. Il suo alter ego, quello pigro e lezioso, sembra ormai lontano. Bello il tiro da fuori che sblocca la partita, quuando accelera è imprendibile. Chiedete a Orban, costretto a stenderlo in area causando il rigore del 2-0 trasformato da Biglia. Tunnel e tocchi di prestigio sono solo il contorno della sua prestazione di oggi.

-Immobile: oggi Ciro non compare tra i marcatori, ma rimane sempre uno dei più pericolosi dei suoi. Sui pochi palloni che gli arrivano è in grado di trasformarli al meglio trovando la soluzione adatta alla situazione.

-Ocampos: prosegue il suo momento positivo, secondo goal in fila dopo il rientro dal brutto infortunio. Un’ottima azione personale che viene conclusa con un gran tiro. Per chi ci ha scommesso: ora dategli più fiducia.

-Laxalt: in giornate come queste, quando tutto va male, il folletto del Grifone non abbandona i suoi fantallenatori. Si salva con una sufficienza in una giornata in cui solo il marcatore va sopra il 6, oltre a lui. E’ ovunque, non smette mai di correre e ovviamente viene premiato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy