La partita: Juventus-Pescara 3-0

Serie A 2016/2017 – 13a giornata

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

[opta widget=”temporeale” season=”2016″ team=”128″ match_day=”13″]


BANNER_PAGELLE_02

JUVENTUS (3-5-2): Neto 6, Rugani 6, Bonucci 6, Evra 6,5, Lichtsteiner 6 (25′ Cuadrado 6), Khedira 7 (71′ Sturaro sv), Hernanes 7, Asamoah 5,5, Alex Sandro 6,5, Mandzukic 7 (84′ Kean sv), Higuain 6. Allenatore: Massimiliano Allegri.

PESCARA (3-5-2): Bizzarri 6, Campagnaro 6 (46′ st. Vitturini 6), Zuparic 5,5, Biraghi 5,5, Zampano 5,5, Cristante 5,5 (75′ Bruno sv), Memushaj 6,5, Brugman 6, Crescenzi 6, Caprari 5, Pettinari 5 (65′ Pepe 5,5). Allenatore: Massimo Oddo.

ARBITRO: Michael Fabbri

RETI: 35′ Khedira (J), 63′ Mandzukic (J), 69′ Hernanes (J)
ASSIST: 35′ Mandzukic (J), 63′ Khedira (J)
AMMONITI: 45′ Crescenzi (P), 87′ Bruno (P)


Banner-Press

Massimiliano Allegri (Allenatore Juventus): “I tre punti di oggi valgono come quelli di Milano che non abbiamo mai preso. Il Campionato è lungo e servono un tot di punti per vincerlo. Il Pescara nel primo tempo ci ha dato molta pressione e si è creato un po’ di spazi, poi nel secondo tempo si è messa in discesa. L’essenziale era vincere stasera. A Pescara sono molto legato in termini affettivi visto il mio trascorso calcistico e oggi hanno fatto una buona partita: auguro loro di rimanere in Serie A. La Juve ha una sua identità che poi deve essere trasformata in campo in risultato da portare a casa, perché poi sono i risultati a contare. Parlare di mercato ora non ha senso e migliorare questa rosa è davvero difficile: i ragazzi stanno facendo bene e i giovani stanno crescendo. Noi ora dobbiamo solo pensare a passare il turno di Champions, e poi a vincere la Supercoppa e a cercare di mantenere la testa della classifica fino a Natale. Higuain? Ha fatto l’ultimo goal con noi prima di andare in Nazionale, stasera non ha segnato ma ha fatto una grande prestazione andando a giocare tra le linee, cosa che di solito fa Dybala che al momento non abbiamo: quindi il suo mettersi a disposizione in questo momento è molto importante. Khedira? E’ un giocatore di spessore internazionale: quest’anno ha giocato già il triplo rispetto alle partite giocate l’anno scorso. E’ normale che, quando sale d’intensità, lui che è troppo più bravo degli altri fa giocare bene tutta la squadra. Alex Sandro? Deve ancora migliorare visto che stasera si è intestardito in alcuni dribbling e in quei momenti spreca energie inutili, ma ciò non toglie che è fra i tre migliori terzini al mondo. Hernanes? Ha fatto una buona partita, come le aveva già fatte, poi è normale che a volte le sue prestazioni siano più belle e altre più brutte: sono contento che stasera abbia anche realizzato. Affrontare ogni partita senza prenderla alla leggera è importante a livello mentale perché tutti si fanno sempre trovare pronti e questo è fondamentale in una lunga stagione per permettere a tutti di rifiatare. Milan-Inter? Domani sera sarà un bellissimo derby e lo guarderò in televisione, l’importante è che abbiamo vinto noi stasera, ma un pari non guasta”.

Massimo Oddo (Allenatore Pescara): “Quando si gioca in questi grandi stadi contro grandi squadre non si hanno tante occasioni di fare goal e quando capita bisogna segnare, ma noi abbiamo questa difficoltà, non a creare, ma a concretizzare. Ogni squadra ha i propri limiti e il nostro è quello di creare tanto e segnare poco, a cui si aggiunge la nostra poca solidità difensiva. La società sa di cosa c’è bisogno e c’è tutta la volontà di migliorare questa squadra, ma il mercato invernale non è mai semplice in tal senso. In questo momento non ho altri attaccanti oltre a Caprari perché sono tutti infortunati: quando si gioca con due punte è più facile creare spazi. La difesa a tre ha dimostrato che si è più solidi visto che nel primo tempo abbiamo anche resistito abbastanza bene, ma lavorando da due anni con un determinato modulo non è semplice cambiare velocemente. I valori tecnici tra Juventus e Pescara è normale siano venuti fuori nel secondo tempo quando è venuta a mancare anche la gamba da parte nostra e loro ci hanno schiacciato”.

Hernanes (Juventus): “E’ una bella soddisfazione il goal, ma è soprattutto una vittoria importante e non era facile. Abbiamo avuto il giusto approccio e abbiamo portato a casa i tre punti. Mi fa molto piacere la fiducia di Allegri e io sto crescendo con lui e voglio continuare a crescere ancora per le sfide importanti che devono venire. La partita di martedì è la prima per raggiungere un primo obiettivo, speriamo di lavorare bene questi due giorni per affrontarla al meglio”.


Banner-Highlights


Banner-Fantapills

– Sami Khedira: il goal fondamentale che sblocca la partita e l’assist che mette al sicuro il risultato. D’altronde, vista la prestazione con la Nazionale tedesca nel match di qualificazione a Russia 2018 contro San Marino, ve l’avevamo ampiamente consigliato. E lui ci ha ripagato nel migliore dei modi possibili.

– Mario Mandzukic: Che ne dite, facciamo copia e incolla da Sami Khedira invertendo l’ordine di assist e goal?!? Stasera per il bomber croato l’assist che ha permesso al tedesco di sbloccare la gara e il goal che ha messo in cassaforte il risultato. Perché “invertendo l’ordine dei fattori, il risultato non cambia”!!!

– Hernanes: Allegri ha continuato a difenderlo a spada tratta in conferenza stampa di fronte alle critiche di tifosi e giornalisti e lui stavolta ha ripagato tutti con un inaspettato +3 frutto dell’eurogol che ha chiuso la pratica Pescara. Saluti e baci con tanto di capriola celebrativa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy