La partita: Cagliari-Udinese 2-1

Serie A 2016/2017 – 14a giornata

di Andrea Riefolo, @Andrea_Rie2

[opta widget=”temporeale” season=”2016″ team=”124″ match_day=”14″]


BANNER_PAGELLE_02

CAGLIARI: Storari 5,5; Isla 6, Ceppitelli 6,5, B. Alves 7, Pisacane 6; Barella 6,5, Di Gennaro 5 (62′ Bittante 6), Padoin 6; Farias 6,5 (87′ Giannetti sv); Sau 7 (83′ Salamon sv), Borriello 6. Allenatore: Massimo Rastelli.

UDINESE: Karnezis 6, Widmer 6 (61′ Faraoni 5,5), Danilo 5, Wague 5, Ali Adnan 5,5, Kums 5, Fofana 6,5, Jankto 5,5, Matos 5,5 (64′ Perica 5), Thereau 5,5, Zapata 5 (68′ Penaranda 6). Allenatore: Gigi Del Neri.

ARBITRO: Pairetto

RETI: 35′ Farias (C), 51′ Fofana (U), 58′ Sau (C)
ASSIST: Isla
AMMONITI: Di Gennaro (C), Karnezis (U), Bittante (U), Faraoni (U), Isla (C), Sau (C), Wague (U)


Banner-Press

Massimo Rastelli (Allenatore Cagliari): Vittoria meritata. Abbiamo sofferto com’era giusto soffrire. Siamo stati bravi a non disunirci dopo il gol dell’1-1 e ci siamo riportati in vantaggio. Barella? A me era piaciuto tanto anche nelle altre partite. In questo momento sta avendo quella continuità di impiego che gli permette di avere continuità di rendimento. È un giocatore giovane ma di personalità. Con Di Gennaro regista non riuscivamo a liberarlo per giocare palloni e la nostra linea difensiva si abbassava troppo. Ho preferito spostare Padoin per darci quell’equilibrio giusto. Ai ragazzi avevo chiesto grande sacrificio. Oggi tutti hanno dato anche quello che pensavano di non avere. La mia reazione? È conseguenza dell’importanza del risultato e dei tre punti di oggi. La vittoria di oggi vale un pezzettino importante di salvezza. Il successo oggi ha un valore inestimabile. Mi auguro che i ragazzi capiscano che cosa serve per vincere certe partite. La vittoria di oggi ci permette di superare un momento difficile, recuperare senza assilli gli infortunati e di goderci la posizione in classifica. Bisogna mantenere il giusto equilibrio, sia quando si vince che quando si perde. Mercoledì? Devo valutare le condizioni della squadra. Bittante ha giocato con la caviglia gonfia, ma ha lottato fino all’ultimo a dimostrazione dello spirito di questa squadra”.

Gigi Del Neri (Allenatore Udinese): “Deluso dal risultato, dobbiamo migliorare in fase difensiva che è il nostro tallone d’Achille. Davanti dovevamo essere più cattivi, perché ci puniscono sempre quando concediamo palle goal. Fofana? Deve migliorare, può fare ancora meglio“.

Thereau (Attaccante Udinese): “Abbiamo provato, ma c’è troppo egoismo in campo e questo non perdona. Si deve giocare da squadra, altrimenti tutti si complica. Potevamo anche segnare, abbiamo corso  e difeso, ma le gare si vincono e si perdono su episodi”.

Jankto (Difensore Udinese): “Ho visto una bella squadra, abbiamo giocato bene, purtroppo abbiamo anche commesso errori gravi e abbiamo perso. Due errori sono stati purtroppo decisivi e alla fine siamo stati anche sfortunati con i pali, ma pensiamo al fatto di aver preso zero punti. Ora il Bologna, dobbiamo lavorare per limare gli errori che non dobbiamo più fare”.


Banner-Highlights


Banner-Fantapills

–  Farias: oggi ha battuto il rigore a discapito di Borriello, ciò non vuol dire che sarà il rigorista designato della squadra. L’unica cosa certa è che è tornato definitivamente a pieno regime, nelle partite casalinghe si può schierare.

– Storari: Una bella parata, ma anche una grave indecisione. Il Cagliari è la squadra più battuta della A, Storari diventa ormai inschierabile anche in casa.

– De Paul: anche quest’oggi non schierato in favore di Matos, sembra essere piuttosto arretrato nelle gerarchie di Del Neri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy