Juventus-Palermo, le Fantapills: Dybala e Higuain show, Chochev col vizio del +3

Juventus-Palermo, le Fantapills: Dybala e Higuain show, Chochev col vizio del +3

Le Fantapills della sfida tra Juventus e Palermo, valida per la 25a giornata di Serie A.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

È una Juventus concreta e cinica quella che ha sconfitto con il risultato di 4-1 un Palermo poco pericoloso, che è riuscito a segnare solo nei minuti di recupero del secondo tempo. Una vittoria che  è un’iniezione di fiducia nell’ambiente bianconero, in preparazione dell’importante sfida di Champions League con il Porto.
Tra le reti spicca la doppietta di Dybala, poi le marcature segnate da Higuain e Marchisio. Mentre il gol della bandiera per il Palermo porta la firma di Chochev. Da segnalare gli assist di Dybala, Higuain, Diamanti. Ma vediamo assieme i protagonisti in positivo e in negativo del match con le nostre Fantapills:

DYBALA: ritorno al… passato. Tutti lo aspettavano e lui ha risposto alla grande. Prima della partita non ha nascosto i suoi sentimenti verso la squadra che lo ha lanciato, voleva una serata magica e così è stato. Grande prestazione dell’argentino che schianta il “suo” Palermo con due reti e un assist, fondamentali per l’esito della gara. Spazia in lungo e in largo nella metà campo avversaria senza che nessuno riesca a fermarlo. Spettacolare la prima rete direttamente su punizione che delizia la platea. Non è finita qui: la terza rete porta anche la sua firma poiché fornisce un prezioso assist a Higuain che chiude definitivamente i conti. Nei minuti finali della partita la “Joya” si regala anche la doppietta facendo urlare di gioia i propri fantallenatori con un bel +7 di bonus.
Concreto, cinico e spietato, dopo un periodo poco rilevante in termini di reti, dovuto anche ad alcuni meccanismi tattici, Dybala torna a regalare gioie: “Oggi per me era una giornata un po’ particolare per l’avversario prima di tutto, poi non segnavo da un bel po’. Non l’avrei detto prima della partita, ma sono contento per aver ritrovato il gol. Con questo modulo gioco un po’ più indietro e con queste squadre come con Palermo, Crotone e Cagliari è difficile trovare spazi, perché giocano tutti dietro la linea della palla“.

HIGUAIN: e chi se non lui? Sembrava quasi impossibile non vederlo nel tabellino dei marcatori, ma ieri sera è stato in qualche modo oscurato da Dybala, soprattutto perché era la serata dedicata all’ex di turno. È comunque una grande prestazione di sostanza e di concretezza quella del Pipita, che mette spesso in difficoltà la difesa rosanero. Segna la rete del 3-0 che archivia la partita con uno scavetto su cui Posavec non può nulla. Nella quarta rete di Dybala c’è il suo zampino, con il tacco serve la palla al connazionale che spiazza Posavec senza problemi. Sono già 19 le reti stagionali del Pipita. Potrà ancora riconfermarsi sui livelli dell’anno scorso?

MARCHISIO: toh..chi si rivede nei marcatori. E’ il ritorno del Principino che fa una ottima prestazione accompagnata da una rete che mancava da tanto, troppo tempo. È una rete di fondamentale importanza che sblocca il match e dà il via alle danze bianconere. Governa il centrocampo come solo lui sa fare, dimostrandosi attento in fase difensiva senza alcuna sbavatura e tentando di ispirare i suoi compagni d’attacco con lanci e buone verticalizzazioni. Partita che potrà dare una bella spinta emotiva al centrocampista italiano, dopo un periodo in cui è stato interessato da diversi infortuni.

CHOCHEV: uno dei pochi sufficienti tra le fila dei rosanero. Svolge un buon pressing sui portatori di palla bianconeri mettendoli in difficoltà. Non riesce a destreggiarsi sul suo settore di competenza poiché il centrocampo juventino è quasi granitico. Firma il gol della bandiera di testa a tempo scaduto su assist di Diamanti, togliendosi la soddisfazione di segnare due gol consecutivi nelle ultime due partite. Da qualche partita le prestazioni del centrocampista bulgaro sono in netta crescita. Dove potrà arrivare?

GOLDANIGA: il suo nome sembra quasi essere diventato sinonimo di tragedia per i tifosi rosanero. Ancora una prestazione insufficiente e da horror per lui, dopo quella rimediata la scorsa settimana contro l’Atalanta. Si fa ammonire quasi subito, influenzando il seguito della sua gara. Si può dire che è responsabile di quasi tutti i gol della Juventus, soprattutto per quanto riguarda l’ultima rete firmata da Dybala, dove commette un errore da principiante, permettendo a Higuain di scappare in contropiede e fornire una palla preziosa al compagno di reparto. Ormai il difensore sembra essere diventato uno specialista delle insufficienze e degli errori banali. Si può dire quindi… Alla prossima puntata

DIAMANTI: portatore di coraggio. Parte inizialmente dalla panchina e quando entra lo fa con un grande impatto sulla gara, porta vivacità e freschezza all’attacco rosanero. Permette a Chochev di segnare il gol della bandiera con un grande assist. E’ un peccato che Alino si sia ridotto a giocare quasi ogni volta l’ultimo spezzone di gara, che nel caso del Palermo è spesso già deciso. Fu acquistato come perno principale della squadra, ma dopo alcune prestazioni deludenti fu relegato in panchina. Tutti conoscono le sue qualità ma è anche vero che l’età avanza e gli allenatori preferiscono centellinarlo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy