Juventus-Inter, le Fantapills: derby d’Italia ‘al Cuadrado’

Le Fantapills del posticipo domenicale che ha visto contrapposte Juventus e Inter nella 23a giornata di Serie A.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

1-0 e tanti saluti da uno Juventus Stadium inviolato da 28 gare. Nell’uggiosa serata di Torino, infatti, l’armata bianconera guidata da Massimiliano Allegri non solo ha liquidato la pratica Inter grazie all’eurogol di Juan Guillermo Cuadrado, giunto sul finire del primo tempo, ma ha anche portato a quota 28 la striscia delle vittorie casalinghe consecutive e ha allungato ulteriormente in classifica in attesa di Roma-Fiorentina. Certo, nel derby d’Italia non sono mancate le occasioni da ambo le parti, ma alla fine la compattezza e l’aggressività dei bianconeri hanno avuto la meglio sui nerazzurri di Pioli. Vediamo allora assieme i protagonisti in negativo e in positivo dell’incontro.

– CUADRADO: la decide il ‘corridore’ colombiano. La decide con un bolide da fuori area tutto velocità e potenza. La decide grazie al 4-2-3-1 di stampo ‘allegriano’ che gli ha restituito nuova linfa. La decide sotto gli occhi di quell’Antonio Conte volutamente abbandonato in estate per fare ritorno alla corte del ‘Conte’ Max tanto amato. Meglio di così…

– PERISIC: qualche spunto innocuo nel primo tempo. Non si vede per tutta la ripresa, salvo in pieno recupero finale: decisamente inutili e fuori luogo le sue proteste all’indirizzo di Rizzoli a una manciata di minuti dal triplice fischio, che sono costate l’espulsione a lui e a tutti i suoi fantallenatori.

– BUFFON – HANDANOVIC: chiamati in causa con differente frequenza e pericolosità, i due portieri hanno risposto quasi sempre presente. L’estremo difensore nerazzurro si è meritatamente guadagnato il 7 in pagella: almeno quattro i miracoli compiuti per tenere a galla i suoi, con la traversa che sul pallonetto a giro di Dybala lo ha anche aiutato ad evitare un passivo peggiore, ma l’eurogol di Cuadrado sarebbe stato imprendibile per chiunque. Qualche sporadico intervento invece per il Capitano bianconero, che porta a casa un nuovo clean sheet: e per questo si ringrazia anche la scarsa mira di Joao Mario e Gagliardini.

– HIGUAIN – ICARDI: i numeri 9 argentini erano tanto attesi, visto anche il sorpasso di Mertens nella classifica marcatori, ma purtroppo sono rimasti entrambi a bocca asciutta. Partita di sacrificio per il Pipita, che per novanta minuti si è sbattuto da una parte all’altra, operando di sponda e recuperando con caparbietà innumerevoli palloni poi sprecati da alcuni suoi compagni. Molto meno incisivo il Capitano nerazzurro, praticamente annullato da un immenso Chiellini che lo ha costretto ad arretrare per quasi tutto il match. Ciononostante, siamo certi che sia Higuain che Icardi non tarderanno ancora per molto al nuovo appuntamento con il goal: il ‘folletto napoletano’ è avvisato!

– 4-2-3-1: sempre più protagonista in questa Juventus che, grazie al perspicace intuito di Massimiliano Allegri e alla disponibilità di tutti i componenti della rosa, svetta ad un momentaneo +7 sulla Roma, con una partita da recuperare (mercoledì 8/2 alle 18:00 contro il Crotone, ndr.).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy