Inter-Sampdoria, le Fantapills: male Icardi e Brozovic, reggono i centrali blucerchiati

L’Inter dice addio ai sogni europei con un’inaspettata sconfitta con i doriani.
Tra i padroni di casa spiccano in negativo Icardi e Brozovic, mentre tra gli ospiti è da segnalare la solida prova del suo Silvestre-Skriniar.

di Stefano Chillura, @stanchill

L’Inter dice addio alla rincorsa al terzo posto e compromette anche la possibilità di arrivare in Europa League. A San Siro i nerazzurri capitolano al cospetto di una Sampdoria cinica e abile a sfruttare i numerosi errori dei padroni di casa: per gli ospiti si tratta della prima vittoria a San Siro dal 1996. Vediamo quali sono stati, in positivo o in negativo, i protagonisti della gara.

ICARDI: di occasioni non ne ha molte, ma sulla coscienza ha quel gol divorato che poteva dare la svolta alla gara. Un killer d’area come lui non può sbagliare certe occasioni.

BROZOVIC: sembra inspiegabile la scelta di Pioli di puntare su di lui, dopo aver trovato la quadratura con la coppia Gagliardini-Kondogbia. Il croato ripaga la fiducia del mister con una prestazione da brivido: tanti errori, si fa saltare come un birillo da Bruno Fernandes in occasione del pareggio doriano e infine causa un rigore con un fallo di mano tanto sciocco quanto assurdo.

CANDREVA: nessuno discute l’impegno e la fatica, l’ex Lazio macina chilometri e cross su quella fascia. Però di tutti i cross fatti soltanto uno poteva essere trasformato in gol, tutti gli altri sono risultati sbagliati, come se fosse stato pagato per buttare palloni in area a casaccio. Anche lui, come Icardi, ha avuto una buona occasione per segnare, ma l’ha sprecata malamente.

CENTRALI DIFENSIVI: i terzini blucerchiati sono andati in difficoltà tant’è che Perisic, Candreva e Ansaldi sono arrivati spesso sul fondo. La musica però è cambiata dentro l’area dove il trio VivianoSilvestreSkriniar ha fatto benissimo, limitando tutti i possibili pericoli.

SCHICK: non sempre è stato continuo e presente nel match, ma ha trovato il gol del pareggio e ha fatto vedere lampi di tecnica e classe. Giocatore molto interessante, con un roseo futuro davanti.

TERZINI: male i terzini blucerchiati. Dodò è sembrato sempre in affanno nonostante un Candreva a mezzo servizio, Sala non ha capito nulla con Perisic, e anche Bereszynski non ha dato un grande contributo alla causa: fortunatamente per loro, Candreva e Perisic non ne hanno approfittato abbastanza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy