Fiorentina-Juventus, le Fantapills: Kalinic e Chiesa trascinano, male Chiellini

Le Fantapills della sfida tra Fiorentina e Juventus valida per la 20a giornata di Serie A.

di Francesco Spada, @MoradinGE

Tutta Firenze è in estasi dopo la convincente vittoria della Fiorentina sulla Juventus per 2-1. Un primo tempo che ha visto la squadra di Sousa concedere pochissimo ed attaccare con continuità, mettendo in seria difficoltà la retroguardia ospite. Al 37′ gli sforzi viola vengono premiato grazie a Bernardeschi che innesca in area Kalinic, autore di un gran diagonale che batte Buffon. La ripresa vede ancora la Fiorentina fare la gara: il raddoppio arriva al 54′, quando Badelj da metà campo lancia in area Chiesa, con la palla che finisce in rete anche senza il tocco del giovane viola. La Juventus non ci sta e, sugli sviluppi di un cross dalla sinistra, Higuain trova la zampata vincente. I bianconeri ci credono e ancora con Higuain hanno una ghiotta occasione in mischia, ma Tatarusanu dice di no 2 volte. Poi Dybala, da dentro l’area, spara malamente in curva. Sul finale Ilicic ha la palla del terzo goal, ma la sciupa malamente.

– CHIESA: si è preso di prepotenza una maglia da titolare ai danni di Tello. Come ha detto Sousa nel dopo gara: “Rispecchia la bandiera della Fiorentina, sta continuando a crescere e a capire sempre di più le nostre dinamiche, è un trascinatore. Sente tantissimo la nostra maglia, è importantissimo avere giocatori come lui nel presente e nel futuro della Fiorentina”. Dopo Bernardeschi, potrebbe essere lui il gioiello proveniente dalla primavera viola: la personalità non gli manca.

– SANCHEZ: da centrocampista titolare alla panchina nel giro di 4 mesi. Adesso però si sta facendo valere come centrale di difesa sfruttando gli errori di Tomovic e Salcedo. Partita di grinta e con pochi errori per lui: questa apparizione in un ruolo atipico potrebbe non essere l’ultima.

– KALINIC: Cina o non Cina? Nel dopo partita Della Valle ai microfoni di Skysport ha lasciato la seguente dichiarazione: “È un discorso delicato, sento delle cifre che non mi risultano, ma il problema è anche capire il ragazzo. Diciamo che ci sono altri tentativi in questi giorni, ma stasera non fatemi dire altro“. Nel frattempo, per l’attacco viola è imprescindibile: corre su tutto il fronte offensivo recuperando parecchi palloni e giocando per la squadra. Il gol che ha aperto le danze viola è stato più che meritato.

– CHIELLINI-ALEX SANDRO: se il nazionale italiano può avere come attenuante il non essere al 100%, per l’esterno si è trattata di una serata volta a soffrire la personalità del giovane Chiesa, un duello che spesso si è risolto a favore del viola come in occasione del secondo goal: anche se l’avversario non la tocca, la mancata chiusura del bianconero è stata determinante.

IL CENTROCAMPO DELLA JUVENTUS: il pressing organizzato della Fiorentina ha messo a ferro e fuoco i tre centrocampisti della Juventus. Khedira patisce la velocità e la freschezza di Vecino e Badelj, Marchisio in cabina di regia è costretto a vedersela con Borja Valero e Bernardeschi, mentre Sturaro fa quel che può mordendo le caviglie con continuità e provando ad inserirsi in area. Pessima serata per loro.

– DYBALA : i rifornimenti non arrivano, ma lui prova sempre a proporsi per dettare il passaggio e prende numerosi falli. Sul finale però, si mangia clamorosamente il gol del pareggio non centrando neanche la porta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy