Fiorentina-Inter, le Fantapills: goal, spettacolo e un rigore sbagliato. Al Franchi finisce 5-4

Le Fantapills del match tra Fiorentina e Inter della 33a giornata.

di Marco Agostinelli, @Ago_el_loco

Succede di tutto nell’anticipo serale del Franchi tra la Fiorentina di Paulo Sousa e l’Inter di Stefano Pioli. A metà del primo tempo, sono i padroni di casa a passare in vantaggio con un ottimo inserimento di Vecino che trafigge Handanovic sull’assist di Milic. Il vantaggio però dura solo 6 minuti, perché nel miglior momento dei viola, l’Inter trova il pareggio con Perisic che sfrutta al meglio la perfetta triangolazione con Candreva. Passano solamente 5 minuti e i nerazzurri ribaltano il risultato con Icardi, che fa 22 in campionato e torna al goal in trasferta dopo 7 mesi di digiuno.

La ripresa si apre con un rigore per la Fiorentina, sul dischetto si presenta Bernardeschi che effettua un improbabile cucchiaio che Handanovic respinge senza troppi problemi. Nonostante l’errore però, è la Fiorentina a fare la partita e trovare prima il pareggio con Astori e poi a tornare in vantaggio ancora con Vecino, prima di prendere il largo con la doppietta di Babacar. Nel finale non basta la reazione di orgoglio nerazzurra con Icardi che mette a segno la sua tripletta personale portando il punteggio sul definitivo 5-4.

VECINO: Trova i suoi primi goal stagionali, e segna la sua seconda doppietta in Serie A. Perfetto in mezzo al campo sia in fase di impostazione che negli inserimenti. Realizza un goal per tempo, prima buttandosi in area con un taglio perfetto e poi con la specialità della casa, un tiro da fuori che finisce dritto all’angolino basso.

BABACAR: Spento nel primo tempo, diventa letale quando si accende nella ripresa. Realizza due goal da attaccante vero sfruttando le sue doti fisiche e atletiche. Alla fine nessuno si accorge dell’assenza di Kalinic perché ancora una volta grazie ai suoi goal la Fiorentina ottiene i 3 punti.

HANDANOVIC: Prende 5 goal è vero, ma salva i nerazzurri nel finale di primo tempo con due super interventi, e nella ripresa neutralizza il rigore di Bernardeschi. Nella ripresa non può nulla sulle reti dei viola ma prova fino alla fine a salvare il salvabile.

ICARDI: Protagonista assoluto con 3 goal che però non sono decisivi per la corsa all’Europa. Dimostra ancora una volta di essere un attaccante completo e un killer spietato quando c’è da trasformare un’occasione in goal. Sale a quota 24 reti e rilancia la sua candidatura per il titolo di capocannoniere.

PERISIC: Un goal, un assist e un primo tempo da show-man. Sulla fascia è imprendibile per la difesa della Fiorentina, trova il goal dopo una triangolazione perfetta con Candreva, ma alla lunga cala anche lui insieme al resto della squadra.

BORJA VALERO/CANDREVA: Partite diverse per il centrocampista viola e l’esterno nerazzurro, con il primo che gioca a tutto campo e trova sempre il passaggio giusto, mentre il secondo vive di lampi sfruttando i momenti migliori della sua Inter, ma alla fine ciò che conta per i fantallenatori è che entrambi realizzino 2 assist e regalino bonus importanti.

BERNARDESCHI: Lontano parente del giocatore che aveva incantato nella prima parte di stagione. Che non sia ancora al 100% dopo l’infortunio è sotto gli occhi di tutti, ma macchiare una prestazione con un cosi brutto calcio di rigore è ingiustificabile per un ragazzo con il suo talento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy