Svezia-Belgio 0-1, Nainggolan manda a casa Ibrahimovic

Svezia-Belgio 0-1, Nainggolan manda a casa Ibrahimovic

Un Belgio più pimpante manda a casa una Svezia mai realmente pericolosa. Ibrahimovic non trova adeguato conforto nei compagni e lascia Europeo e nazionale senza il goal d’addio.

di Titty Cerquetti, @tittyna

SVEZIA – BELGIO 0-1 – TABELLINO

SVEZIA (4-4-2): Isaksson; Lindelof, E. Johansson, Granqvist, Olsson; S. Larsson (70′ Durmaz), Ekdal, Kallstrom, Forsberg (82′ Zengin); Ibrahimovic, Berg (64′ Guidetti). All. Hamren
BELGIO (4-2-3-1): Courtois; Meunier, Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Witsel, Nainggolan; Hazard (90′ Origi), De Bruyne, Carrasco (71′ Mertens); Lukaku (87′ Benteke). All. Wilmots
Marcatori: 84′ Nainggolan (B)
Ammoniti: 31′ Meunier (B), 33′ Ekdal (S), 36′ Johansson E. (S), 45′ Witsel (B)
Arbitro: Felix Brych (GER)

SVEZIA – BELGIO 0-1 – CRONACA

Partita non particolarmente divertente, quella tra Belgio e Svezia, con i nordici a caccia di una vittoria che potrebbe significare qualificazione, mentre al Belgio un pareggio potrebbe bastare. Poche occasioni nel primo tempo, nonostante un De Bruyne ispirato ed un Ibrahimovic che non vorrebbe lasciare il palcoscenico europeo senza reti. Ci prova Lukaku al 7′ ma Isaksson si distende e dice no. Qualche contropiede sprecato dai belgi poi, in due minuti, due buone occasioni. Prima Larsson, al 24′, prova con un tiro da fuori ad impensierire Courtois e poi al 25′ è il solito De Bruyne servito da Hazard a provare la conclusione dal  limite ma Isaksson si fa trovare ancora pronto. Un tiro di Ibrahimovic al 26′ che esce di pochissimo, poi i ritmi calano, aumentano i falli, arrivano i cartellini ed infine il riposo. Si va negli spogliatoi sullo 0-0 e ad essere contenti sono solo i belgi.

Nella ripresa la Svezia parte forte, alla ricerca del goal vittoria. Ci prova Ibra al 51′, Ekdal al 53′, Forsberg al 57′, poi al 63′ arriva anche il goal del solito Ibrahimovic, ma Brych annulla per un precedente fallo in area di Berg. Comincia la girandola dei cambi e torna in cattedra De Bruyne, uno dei migliori in campo, che al 66′ impegna un Isaksson praticamente insuperabile. Ci prova Lukaku al 73′ e al 79′, con nel mezzo una punizione di Ibra che impegna severamente Courtois. Ma è il preludio al goal belga. Hazard al 84′ sfonda sulla sinistra e mette al limite dell’area, la palla viene raccolta sul lato opposto da Nainggolan che, da 25 metri, non ci pensa due volte e con un tiro potentissimo e leggermente deviato mette a fil di palo alla destra di un incolpevole Isaksson. La Svezia crolla al tappeto, De Bruyne prova ancora un paio di volte a consolidare il risultato ma alla fine resta 1-0, Belgio agli ottavi, Ibra e la sua Svezia mestamente a casa.


>>> LEGGI LE PAGELLE FANTAMAGAZINE

MIGLIORI

Isaksson 7,5 (Svezia) – Attento nel primo tempo su Lukaku, bene pure su De Bruyne. E si supera ancora nella ripresa prima su De Bruyne poi nuovamente su Lukaku con un colpo da maestro. Su Nainggolan proprio non può nulla, poi ancora da applausi su Benteke.

Nainggolan 7,5 (Belgio) – Gli tocca cantare e portare la croce. Lo fa con la solita sicurezza e indovinando il gol decisivo. Un motivo in più per il Chelsea per volerlo a tutti i costi.

PEGGIORI

Forsberg 5 (Svezia) – Si vede pochissimo, nonostante la buona volontà. Animato dalle migliori intenzioni, non incide mai. Giustamente sostituito.

Carrasco 5 (Belgio) – Si vede poco e sembra meno a proprio agio rispetto alle prodezze di quando veste la maglia dell’Atletico. Muscolare più che di fino, prova senza successo a incidere e incassa la sostituzione (giusta).

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy