La Partita: Portogallo-Galles 2-0, il Re è Ronaldo, il principe Bale va a casa

Nella ripresa si sveglia Cristiano Ronaldo e il Portogallo vola in finale, grazie anche al raddoppio di Nani.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

PORTOGALLO – GALLES 2-0 – TABELLINO

PORTOGALLO (4-3-1-2): Rui Patricio; Cedric, Bruno Alves, Fonte, Raphael Guerreiro; Joao Mario, Danilo, Adrien Silva (79′ Moutinho); Renato Sanches (75′ André Gomes); Nani (87′ Quaresma), Cristiano Ronaldo. CT Fernando Santos

GALLES (5-3-2):  Hennessey; Gunter, Chester, Collins (66′ J.Williams), A. Williams, N.Taylor; Allen, Ledley (58′ Vokes), King; Robson-Kanu (65’Church), Bale. CT Chris Coleman

Marcatori: 50′ Cristiano Ronaldo (P), 53′ Nani (P)
Ammoniti:  Alves, Cristiano Ronaldo (P), Allen, Chester, Bale (G)
Arbitro: Jonas Eriksson (SVE)

PORTOGALLO – GALLES 2-0 – CRONACA

FBL-EURO-2016-MATCH49-POR-WALIn campo a Lione i due assi del Real Madrid, Gareth Bale e Cristiano Ronaldo, uno di fronte all’altro, per raggiungere la finale dell’Europeo. Questa sera un altro record per il fenomeno Ronaldo, che diventa il primo giocatore a conquistare tre semifinali in un campionato Europeo. Non gioca Pepe nel Portogallo a causa di un infortunio alla coscia, al suo posto Bruno Alves, neo acquisto del Cagliari, davanti spazio a Ronaldo e Nani. Per il Galles invece un 5-3-2 molto prudente con Robson-Kanu e Bale terminali offensivi, assente Ramsey per squalifica. Un primo tempo privo di emozioni dove le stelle non si accendono, Ronaldo annullato dalla difesa gallese, Bale il più attivo sull’altra sponda. Splendida la progressione al 23′ del primo tempo dalla propria metà campo, saltando Danilo con un bel dribbling, arriva palla al piede fino al limite dell’area, ma il suo sinistro è solo potente e non preciso con Rui Patricio che blocca a terra facilmente. Troppo poco, squadre contratte, ritmo basso, regna l’equilibrio. Un solo ammonito tra i 22 in campo ed è Allen, il centrocampista del Galles che perde palla a centrocampo e per evitare la ripartenza di Nani lo stende ricevendo il primo giallo della gara dopo soli 7 minuti.

Il secondo tempo parte col botto col vantaggio del Portogallo. E’ Cristiano Ronaldo che realizza per i lusitani su assist perfetto di Guerreiro, imperioso il suo stacco di testa che non da scampo al portiere del Galles Hennessey  e sono tre le sue reti nel campionato europeo, tutte realizzate a Lione. Passano solo tre minuti e arriva l’uno-due e il colpo del ko! Ronaldo4Tiro sporco da fuori area di Ronaldo, si avventa Nani in scivolata nell’area piccola e mette alla spalle di Hennessey incolpevole: 2-0 e partita in cassaforte. Il Portogallo gioca sul velluto, Renato Sanches a centrocampo domina, Nani ci prova dalla distanza e sulla respinta del portiere Joao Mario non trova lo specchio della porta. Coleman le prova tutte per rimediare, esaurendo le sostituzioni: fuori J. Collins,  Ledley,   Robson-Kanu  dentro  Church, Vokes, J. Williams. La partita oramai è incanalata, Bale ci prova ma predica nel deserto, al 78′ occasionissima per il 3-0 del Portogallo, con Danilo Pereira che a tu per tu con Hennessey calcia male addosso al portiere. Al 81′ si guadagna la pagnotta anche Rui Patricio che respinge un bolide di Bale dalla distanza. Ultimi minuti di possesso palla per i lusitani, Ronaldo manca la doppietta, entra Quaresma per Nani per congelare la partita, finisce 2-0 e il Portogallo vola in finale.


>>> LEGGI LE PAGELLE FANTAMAGAZINE

MIGLIORI

Cristiano Ronaldo 7.5 ( Portogallo) – Enorme partita del fuoriclasse del Real Madrid. Gol, assist e pericolosissimo da calcio piazzato. Un po’ di nervosismo iniziale, ma poi decide la partita. Uomo del match.

Bale 6,5 (Galles) – Predicatore nel deserto, senza Ramsey deve fare tutto lui, ala, terzino, centrocampista, attaccante e alla fine paga l’enorme sforzo, è comunque l’unico a tirare in porta anche da distanza siderale.

PEGGIORI

Ledley 5 (Galles) – Qualcuno l’ha visto in campo?

Danilo 6 (Portogallo) – Partita onesta al posto dello squalificato Carvalho. Nullo in fase di impostazione, ma non gli si chiedeva questo.


LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Fernando Santos (CT Portogallo)“Il nostro obiettivo era quello di essere qui due anni dopo, ora siamo molto più forti, siamo una squadra più forte e questo ci ha aiutato. E’ la prima finale della mia carriera, non devono essere giocate ma vinte“.

Chris Coleman (CT Galles): “Sono immensamente orgoglioso della mia squadra e dei miei giocatori. Sono stati incredibili, ma devono capire che hanno fatto diventare orgogliosa la nazione, anche se non è arrivato il risultato. Hanno fatto il meglio possibile, è stata una grande esperienza. Per noi è il primo torneo, per il Portogallo è forse la settima semifinale. Per noi non è la fine del viaggio”.

Raphael Guerreiro (Portogallo): “E’ fantastico, lo era nelle semifinali ed è incredibile anche ora. Abbiamo giocato intelligentemente, ma congratulazioni al Galles. Hanno una grande squadra, ma noi abbiamo giocato al top. E’ solo questione di vincere e andiamo così a Parigi. Sia Germania che Francia sono fortissime, difficile scegliere.

Nani (Portogallo):Arrivare in finale è qualcosa di speciale, per noi è un sogno e ringrazio tutto lo staff e la squadra per il lavoro fatto. Ora prepariamoci bene per il 10 luglio. Sono molto contento di aver contribuito ai risultati della squadra e per me è un onore rappresentare il Portogallo. Francia-Germania? Non siamo noi a scegliere, il nostro obiettivo era arrivare in finale e ce l’abbiamo fatta. Ora dobbiamo giocare con personalità cercando di vincere. Il gol? E’ stato un momento strano, puro istinto, dedico il gol alla mia famiglia e sono molto felice“.

Rui Patricio (Portogallo): “Essere in finale è un sentimento unico, ma per tutti i portoghesi, tutto lo staff, tutti quanti sono qui in Francia e ovunque nel mondo. Dobbiamo essere pronti per la finale, vogliamo vincere a Parigi. Non abbiamo un avversario, dobbiamo solo concentrarci su di noi, non preferisco nessuno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy