Polonia-Portogallo 1-1 (4-6 d.c.r.), decide Quaresma, Portogallo in semifinale

Si sblocca Lewandowski mentre Ronaldo si divora il gol qualificazione. I rigori premiano i lusitani grazie alla realizzazione di Quaresma e all’errore di Blaszczykowski.

di Francesco Spadano, @francespadano

POLONIA-PORTOGALLO 1-1 (4-6 d.c.r.) – TABELLINO

POLONIA (4-4-2): Fabianski, Piszczek, Glik, Pazdan, Jedrzejczyk, Blaszczykowski, Krichowiak, Maczynski (Jodłowiec al 97′), Grosicki (Kaputska all’82), Milik, Lewandowski. CT: Nawalka
PORTOGALLO (4-1-3-2): Patrício; Cédric, Pepe, Fonte, Eliseu; William (Danilo al 95′); João Mário (Quaresma al 79′, Adrien (Joao Moutinho al 73′), Renato Sanches; Nani, Cristiano Ronaldo. CT: Fernando Santos
Marcatori: Lewandowski (Pol) al 2′, Renato Sanches (Por) al 33′
Ammoniti: Jędrzejczyk (Pol) al 42′, Glik (Pol) al 65′, Adrien Silva (Por) al 70′, Kapustka (Pol) all’89’, William (Por) al 92′
Arbitro: Felix Brych (GER)

POLONIA-PORTOGALLO 1-1 (4-6 d.c.r.) – CRONACA

lewandowskiInizio spettacolare di gara con la Polonia subito in vantaggio grazie al suo bomber tanto atteso. Dopo solo due minuti si sblocca, infatti, Lewandowski su assist di Grosicki. Tutto nasce da un errore di Cedric che lascia spazio al centrocampista polacco, il quale la mette dentro in area e trova proprio Lewandowski, abile ad infilare Patricio nell’angolino sinistro. L’attaccante del Bayern realizza il secondo gol più veloce della storia degli Europei. Reazione portoghese che non si fa aspettare con Nani e Ronaldo sempre però fermati dai difensori polacchi. Doppia occasione per la Polonia tra il 15′ e il 17′ con Milik che conclude fuori e Lewandowski fermato da Patricio sul primo palo. Meglio la Polonia nella fase centrale del primo tempo: percussioni pericolose e belle giocate del quartetto Milik, Blaszczykowski, Lewandowski e Grosicki. Si riaffaccia in avanti il Portogallo con Renato Sanches e Ronaldo prima della mezz’ora ma Fabianski non corre reali pericoli. Al 30′ dubbio intervento di Pazdan in area su Ronaldo. L’arbitro non concede il penalty anche se la spinta del difensore polacco sembrava evidente. Pareggio del Portogallo al 33′ con il giocatore più giovane in campo: il sinistro da fuori area di Renato Sanches, deviato da Krichowiak, si infila alla sinistra di Fabianski. Il giovanissimo talento portoghese, prossimo giocatore del Bayern Monaco, ristabilisce l’equilibrio del match. Al 42′ giallo a Jędrzejczyk, il terzino salterà l’eventuale semifinale visto che era in diffida. Si conclude sull’1-1 il primo tempo, gara molta intensa e divertente ma nel complesso il pareggio sembra il risultato più giusto.

renato sanchesNessun cambio nella ripresa per le due squadre. Meglio il Portogallo nei primi 15 minuti del secondo tempo: due potenziali occasioni per Ronaldo, una volta anticipato da Fabianski e l’altra per imprecisione sotto porta. La Polonia sembra un po’ stanca così il Portogallo prova a prendere il controllo del gioco con i suoi ottimi palleggiatori. Al 63′ grande conclusione di Cedric che spaventa Fabianski da fuori area. Secondo giallo del match, questa volta per Glik che al 65′ deve fermare un Ronaldo in crescita. Appena prima del 70′ si fa vedere la Polonia con Milik in area ma l’attaccante non riesce a pungere. Giallo per Adrien Silva al 70′ e prima ammonizione per il Portogallo. Dentro l’esperto centrocampista Joao Moutinho al 73′ al posto proprio del giocatore ammonito in precedenza. Occasioni non nitidissime per Joao Mario e Grosicki ma è Fonte su calcio d’angolo a rendersi realmente pericoloso. Al minuto 79′ entra Quaresma al posto di Joao Mario; un minuto dopo scivolata di Jedrzejczyk che per poco non causava un autogol clamoroso. Primo cambio anche per la Polonia con il giovane Kaputska al posto di Grosicki al minuto 82. Clamoroso errore di C. Ronaldo in area polacca: all’altezza del dischetto, solo davanti a Fabianski, il campione del Real Madrid manca incredibilmente il pallone. Due gialli negli ultimi minuti: Kaputska all’89 e William nel recupero. La gara va ai supplementari in virtù dell’1-1 dopo i 90 minuti.

Nell’extra time occasione subito per il Portogallo ma Ronaldo anche questa volta non riesce ad impattare il pallone in area. Stanchezza evidente nelle due squadre e due cambi in pochi minuti: dentro DaniloJodłowiec. Al minuto 98 buona chance per Nani su cross di Cédric ma il diagonale finisce sul fondo. Risponde Milik al 100′ ma il forte tiro dell’attaccante finisce a lato di pochissimo. Nel secondo tempo dei supplementari poche occasioni nitide e tanta stanchezza. Al 117′ grande intervento difensivo di Pepe che riesce ad intercettare un cross nonostante avesse vicino sia Milik che Lewandowski.

RonaldoPartita che si decide ai calci di rigore, ecco la sequenza: Ronaldo (Gol), Lewandowski (Gol), Renato Sanches (Gol), Milik (Gol), Joao Moutinho (Gol), Glik (Gol), Nani (Gol)  Blaszczykowski (parato), Quaresma (Gol).

Portogallo che si qualifica per le semifinali eliminando una Polonia apparsa piuttosto stanca nella seconda metà della gara. E’ ancora una volta Quaresma l’uomo decisivo per il Portogallo. I lusitani sono i  primi semifinalisti di Euro 2016.


>>> LEGGI LE PAGELLE FANTAMAGAZINE

MIGLIORI

Grosicki 7 (Polonia) – Ottima la sua gara,, velocissimo sull’esterno sinistro e molto dotato tecnicamente. Si rende spesso pericoloso con i suoi cross, e punta sempre gli avversari. Suo l’assist per il gol in apertura di Lewandowski. I suoi compagni lo cercano molto, si vede che è un punto di riferimento della squadra. 

Renato Sanches 7 (Portogallo) – Il Bayer Monaco ha fatto un grande acquisto. A 18 anni personalità da campioncino, un piccolo Davids, trova il gol del pareggio con un tiro da fuori area, moto perpetuo per tutta la gara.

PEGGIORI

Pazdan 5,5 (Polonia) – Era in ballottaggio ad inizio europeo con Bartosz Salamon, ma la spunta per una maglia da titolare. Tecnicamente non è eccelso ma ha grande esperienza e si vede. Unico neo al 30° commette un fallo da rigore che solo l’arbitro non vede

C. Ronaldo 5 (Portogallo) – Due fotografie per immortalare la sua pessima prestazione, due assist di Nani e Moutinho ciccati completmenti davanti la porta. Desaparecido, l’unica cosa giusta della serata è il rigore.


LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Renato Sanches (Portogallo): “E’ stato un momento di grande festa per noi, adesso dobbiamo recuperare per la semifinale, mantenendo questa determinazione e organizzazione. Ora siamo più vicini al nostro obiettivo e rimaniamo concentrati. Ho fatto quello che mi ha chiesto il mister, chiaramente sono molto contento per quello che mi sta accadendo ma devo rimanere concentrato su questa competizione”.

Fernando Santos (CT Portogallo):Era fondamentale schierare tre calciatori in mezzo al campo, sapevamo cosa aspettarci dai nostri avversari. Solo che non abbiamo iniziato bene ed è stata una partita molto difficile. Dobbiamo migliorare, ma squadre più forti sono uscite, mentre noi siamo qui. I miei calciatori meritano credito, è un sogno per tutti noi rappresentare il Portogallo“.

Adam Nawalka (CT Polonia): “E’ sicuramente un momento difficile, una sconfitta che brucia perché i ragazzi hanno giocato con cuore e coraggio. Siamo usciti dal torneo da imbattuti, sconfitti solo ai rigori. Ma ora guardiamo con ottimismo al futuro alle prossime qualificazioni“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy