Polonia – Olanda 1-2, la Polonia affonda contro l’Olanda B

Polonia – Olanda 1-2, la Polonia affonda contro l’Olanda B

Basta un’Olanda esclusa dagli Europei ed in vena di esperimenti in vista del prossimo futuro per battere la Polonia di Lewandowski e Milik.

di Titty Cerquetti, @tittyna

Una Polonia ampiamente deludente perde partita e forse qualche certezza contro un’Olanda sperimentale, che approfitta di queste amichevoli internazionali pre Europei, ai quali gli orange non sono qualificati, per cominciare a programmare il futuro. I biancorossi invece, candidati al ruolo di damigella d’onore del Gruppo C dietro la Germania, avrebbero bisogno di mostrarsi già pronti ad affrontare Ucraina e Irlanda del Nord, ma così non è stato, almeno non stasera.

PRIMO TEMPO: POLONIA-OLANDA 0-1

Una traversa dopo 8 minuti colpita dall’uomo indubbiamente più in forma tra i polacchi, Milik, sembra il preludio ad una buona partita da parte degli uomini di Adam Nawalka, ed invece la partita va avanti con diversi cambi di fronte fino a quando Janssen, centravanti orange classe 94 in forza all’AZ Alkmaar e migliore dei suoi, trova il goal del vantaggio per la squadra di Danny Blind. Cross preciso di Berghuis e colpo di testa da pochi passi di Janssen. Così si chiude il primo tempo.

SECONDO TEMPO: POLONIA-OLANDA 1-2

Nella ripresa, dopo alcuni cambi e 15 minuti di gioco, la Polonia trova finalmente il pareggio: corner dell’onnipresente Milik e inserimento preciso di Jedrzejczyk che di testa batte Cillessen. Nawalka sostituisce un nervosissimo Lewandowski prima che sia troppo tardi (era già stato ammonito) ma al 77′ è ancora l’Olanda a colpire, stavolta definitivamente. Georgino Wijnaldum, con uno dei suoi classici inserimenti in area con cui è diventato famoso a Newcastle, realizza il goal del 2-1, che consente agli orange di conquistare una vittoria importante e di prestigio, in vista di un futuro che guarda oltre gli europei. Buoni venti minuti in campo anche per Strootman. Da rivedere la Polonia, soprattutto per quel che riguarda la condizione emotiva della squadra, apparsa veramente troppo nervosa.

MIGLIORI

Janssen – Il centravanti che si ispira a van Nistelrooij segna di testa e sfiora in diverse occasioni la doppietta. Ottimo prospetto.

Wijnaldum – Partita di qualità e goal vittoria. Continua a mostrare progressi.

Milik – Il migliore della Polonia. Colpisce una traversa in avvio, offre l’assist per il pareggio ed è costantemente pericoloso.

PEGGIORI

Lewandowski – Nervoso, poco incisivo, ammonito. Dire che ci si aspetta qualcosa di più e di diverso da lui sarebbe un’eufemismo.

Blaszczykowski – Prosegue sulla falsariga del campionato con la Fiorentina, anonimo e inutile.

Link

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy