La Partita: Francia-Islanda 5-2, spettacolo e goal, i Blues in semifinale

La Partita: Francia-Islanda 5-2, spettacolo e goal, i Blues in semifinale

Partita bella, aperta, divertente e ricca di goal. L’Islanda se la gioca, la Francia domina e segna a raffica. E adesso la Germania ma onore alla favola islandese.

di Titty Cerquetti, @tittyna

FRANCIA-ISLANDA 5-2 – TABELLINO

FRANCIA (4-2-3-1): Lloris; Sagna, Koscienly (72′ Mangala), Umtiti, Evra; Pogba, Matuidi; Sissoko, Griezmann, Payet (80′ Coman); Giroud (61′ Gignac). CT: Deschamps

ISLANDA (4-4-2): Halldorsson; Saevarsson, R. Sigurdsson, Arnason (46′ Ingason), Skulason; Gudmundsson, G. Sigurdsson, Gunnarsson, Bjarnason; Sigthorsson (83′ Gudjohnsen), Bodvarsson (46′ Finnbogason). CT: Lagerback

Marcatori: 12′ Giroud (F), 20′ Pogba (F), 42′ Payet (F), 45′ Griezmann (F), 56′ Sigthórsson (I), 59′ Giroud (F), 84′ Bjarnason (I)
Ammoniti: 58′ Bjarnason (I), 75′ Umtiti (F)
Arbitro: Björn Kuipers (NED)


FRANCIA-ISLANDA 5-2 – CRONACA

giroudStade de France, Saint-Denis – I precedenti di questa partita sono 11: 8 vittorie francesi e 3 pareggi, 30 goal dei blues e 8 degli islandesi. Insomma, sulla carta la partita è senza storia, ma gli uomini di ghiaccio hanno insegnato, in questo Europeo, che niente è impossibile. Ed infatti il primo squillo è islandese, con un tiro di G. Sigurdsson che impegna Lloris. La risposta arriva pochi minuti dopo con il solito Payet che impegna Halldorsson con un tiro dai 25 metri. Le squadre si affrontano con coraggio e determinazione, francesi che cercano di controllare il gioco, islandesi che pressano e cercano subito di verticalizzare. Ma l’equilibrio dura poco. Lancio di Umtiti per Giroud che parte sul filo del fuorigioco e da posizione defilata, sul lato sinistro dell’area, tira un diagonale secco che batte Halldorsson. Francia 1 Islanda 0.

pogbaPassano pochi minuti e al 20′ Pogba mette finalmente il suo sigillo, schiacciando imperiosamente in rete di testa un corner di Griezmann. La Francia è padrona del campo. Il pericolo, adesso, potrebbe essere quello di considerare la gara già chiusa, ma i galletti danno l’impressione di poter fare male ogni volta che si presentano dalle parti di Halldorsson. Ed infatti giocano sul velluto per una decina di minuti poi, verso lo scadere del primo tempo, chiudono definitivamente la pratica.

payetPrima Payet, con un tiro splendido dopo un appoggio di Griezmann sigla il 3-0 e poi è lo stesso Griezmann, lanciato in campo aperto da un sublime tacco di Giroud, che si presenta solo davanti ad Halldorsson e lo supera con un diabolico pallonetto. Si va al riposo con la Francia in vantaggio per 4-0, e partita che sembra, obiettivamente, già finita. Lo Stade de France è in festa.

giroud4La ripresa si apre con due cambi per il CT islandese Lagerback: entrano IngasonFinnbogason in luogo di Arnason e Bodvarsson. E qualche risultato l’Islanda lo ottiene, perché la Francia pare impigrirsi e la squadra nordica punisce i galletti con Sigthórsson che raccoglie un cross preciso di G. Sigurdsson e mette in rete. Il goal islandese, però, ha il potere di risvegliare gli uomini di Deschamps che 3 minuti dopo ristabiliscono le distanze ancora con Giroud, che su una punizione di Payet anticipa Halldorsson e di testa mette in rete il 5-1.

griezmannDeschamps comincia a pensare alla semifinale con la Germania, e richiama il man of the match Giroud mandando in campo al 61′ Gignac. I ritmi della partita inevitabilmente calano, al 72′ Mangala rileva Koscienly, al 75′ prende un giallo Umtiti, all’80’ esce un altro protagonista della serata, Payet, sostituito da Coman. La Francia controlla la partita ma l’Islanda è squadra che non molla mai e con Bjarnason, al minuto 84, si toglie la soddisfazione di bucare ancora la retroguardia francese, non propriamente irreprensibile. Ma non succede più nulla, il risultato resta sul 5-2, i blues conquistano meritatamente la semifinale e giovedì incontreranno la Germania, giustiziera degli azzurri.


>>> LEGGI LE PAGELLE FANTAMAGAZINE

MIGLIORI

Giroud 7,5 (Francia) – Migliore in campo, più lo criticano e più lui la butta dentro, centravanti vero, doppietta e assist cosa volere di più?

B. Bjarnason 6 (Islanda)– Come il pallino rosso di Google Maps: lo noti sempre. Copre a destra, crea al centro, si inserisce in avanti. O almeno ci prova. Non è serata per l’Islanda e nella ripresa sembra deprimersi e voler scappare dallo psicologo, ma il gol è il giusto premio a chi crede che il tempo possa esser ancora galantuomo.

PEGGIORI

Umtiti 5,5 (Francia) – Deve ringraziare i propri compagni altrimenti il voto sarebbe stato anche più basso, spesso insicuro e si perde Sigthorsson in occasione del primo gol islandese.

Arnason 4 (Islanda) – Perde Giroud in occasione del primo gol, deriso da Griezmann sul 4-0: velocità livello Thiago Motta. Balla “La vie en rose” quando segna Payet. Peggiore in campo: prestazione horror. Dario Argento, ci sei?


LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Didier Deschamps (CT Francia): “Le reti subite non mi piacciono, ma ci sono tante cose positive in questa serata. Contento anche per il pubblico. Abbiamo ancora un’altra settimana. Giovedì contro la Germania, abbiamo una sfida importante con i campioni del mondo. Ce la giocheremo contro di loro fino alla fine“.

Patrice Evra (Francia): “Pensavamo solo alla gara di stasera, senza pensare alla Germania e quello che potrebbe succedere giovedì. Stasera contro l’Islanda siamo stati bravi, ma prendere quei due gol non ci ha fatto piacere. Contento per il gol di Pogba, troppo critiche. Italia? Mi dispiace per loro, sono i più organizzati del torneo. Sono stati sfortunati a perdere ai rigori“.

Paul Pogba (Francia): “Si, questa sera abbiamo giocato come dovevamo fare. Abbiamo fatto cinque gol e siamo contenti della nostra prestazione generale. Quando vinciamo io sono contento, sono felice anche per il primo gol nella competizione. Messaggio alla Germania? Noi giochiamo in casa, sarà una partita molto interessante“.

Gylfi Sigurdsson (Islanda): “Siamo rimasti molto delusi dopo il primo tempo, ma la Francia ha meritato la vittoria. Siamo molto orgogliosi. E ‘stato un torneo fantastico e qualcosa di speciale per un paese come il nostro. Probabilmente abbiamo superato le aspettative e i nostri limiti. 10-15 giocatori della nostra squadra sono giovani e potremmo giocarcela anche nelle qualificazioni per la Coppa del Mondo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy