Italia – Finlandia 2-0, e intanto Candreva non sbaglia una partita

Italia – Finlandia 2-0, e intanto Candreva non sbaglia una partita

Buona prova degli azzurri di Conte, anche se la Finlandia non ha opposto molta resistenza. Zaza e Candreva sugli scudi, De Rossi in goal appena entrato.

di Titty Cerquetti, @tittyna

Ultima amichevole per gli azzurri del CT Antonio Conte quella contro la Finlandia, e vittoria buona per il morale in vista dell’esordio sicuramente più impegnativo contro il Belgio, previsto per il 13 giugno al Parc Olympique Lyonnais (Stade des Lumières) di Lyon. Bene la difesa, che non ha concesso nulla ai finlandesi, bene soprattutto Candreva, Zaza ed El Shaarawy, in discreta forma anche Giaccherini e Parolo. Thiago Motta, reduce dall’infortunio, non ha brillato, ingiudicabile Sirigu.

PRIMO TEMPO: ITALIA – FINLANDIA 1-0

L’Italia parte bene e attacca subito la Finlandia, chiudendola nella sua metà campo. Immobile e Zaza si cercano spesso nel tentativo di trovare una buona intesa, ed entrambi riescono ad andare al tiro. Il vantaggio azzurro arriva al 27‘, quando Giaccherini serve Candreva. Numero in area dell’attaccante laziale che viene steso da Hetemaj. L’arbitro indica il dischetto ed è lo stesso Antonio Candreva a trasformarlo, regalando il momentaneo vantaggio all’Italia. Italia che continua ad attaccare ma non trova il raddoppio e chiude la prima frazione sull’1-0.

SECONDO TEMPO: ITALIA – FINLANDIA 2-0

La ripresa parte lentamente e nessuna delle due squadra riesce a trovare il ritmo. Non succede nulla fino al 63′ quando Conte richiama Motta e Giaccherini mandando in campo De Rossi e Sturaro. Ed è proprio il centrocampista giallorosso, al 71‘, a raccogliere di testa un preciso cross del solito Candreva ed a mettere in rete il goal del raddoppio. Seguono altri cambi ed altre occasioni per gli azzurri, ancora con un infaticabile Zaza e, a pochi secondi dalla fine, con Immobile, ma il risultato finale non cambia e resta sul 2-0.

MIGLIORI

Candreva – Corsa, dribbling, si guadagna il rigore e lo trasforma. E poi non c’è verso di impedirgli di fare un cross. Il Candreva versione nazionale è un altro giocatore.

Zaza – Il primo a fare presssing, sembra aver studiato la famosa conferenza di Spalletti, quando evidenziò le qualità di Salah nel rincorrere gli avversari fin nella propria area, per poi farsi trovare nuovamente in attacco. Lo fa con grinta e condizione fisica, peccato non riesca a trovare la via della rete. Ma si può perdonare.

El Shaarawy – Bene anche il faraone, che gioca largo, si propone ai compagni ed in un paio di occasione cerca anche il goal.

De Rossi – Entra e segna. Altro apporto rispetto a Motta, e buoni segnali in proiezione europea, specie sulla sua condizione fisica, in recupero dall’infortunio.

PEGGIORI

T. Motta – Sottoritmo, non trova misure e posizioni e si vede che avrebbe bisogno di mettere minuti nelle gambe. Il tempo per le amichevoli però è finito, e chissà se Conte lo rischierà all’esordio contro il Belgio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy