Inghilterra-Islanda 1-2, il ghiaccio non si scioglie, Islanda ai quarti

Inghilterra-Islanda 1-2, il ghiaccio non si scioglie, Islanda ai quarti

Ancora una sorpresa in questo Europeo. L’Islanda prosegue la sua magnifica favola, batte l’Inghilterra e si guadagna la qualificazione. Adesso si presenterà, fiera, davanti ai padroni di casa della Francia.

di Titty Cerquetti, @tittyna

INGHILTERRA – ISLANDA 1-2 – TABELLINO

INGHILTERRA (4-2-3-1): Hart; Walker, Cahill, Smalling, Rose; Dier (45′ Wilshere), Alli; Sturridge, Rooney (86′ Rashford), Sterling (60′ Vardy); Kane. CT: Hodgson
ISLANDA (4-4-2): Halldórsson; Sævarsson, Árnason, R. Sigurdsson, Skúlason; Gudmundsson, G. Sigurdsson, Gunnarsson, Bjarnason; Sigthórsson (77′ T.Bjarnason), Bödvarsson (89′ Traustason). CT: Lars Lagerbäck
Marcatori: 5′ Rooney pen. (ING), 6′ R. Sigurdsson (ISL), 19′ Sigthórsson (ISL)
Ammoniti: 37′ G. Sigurdsson (ISL), 47′ Sturridge (ING), 65′ Gunnarsson (ISL)
Arbitro: Damir Skomina (SVN)

INGHILTERRA – ISLANDA 1-2 – CRONACA

rooneyNice (Stade de Nice) – Quattro minuti, sono bastati 4 minuti all’Inghilterra per cambiare subito il volto della partita. Qualche accelerazione poi il passaggio in area per Sterling che scarta il portiere e viene abbattuto: è calcio di rigore. Va Rooney sul pallone, tiro secco e angolato alla destra di Halldórsson ed è 1-0. Partita già decisa? Neanche per sogno, passa solo un minuto, rimessa laterale di Gudmunsson, spizzata di testa di Arnason per Sigurdsson che batte Hart da pochi passi: 1-1 e sono passati 6 minuti. L’Inghilterra ci mette un po’ a riprendersi, e arriva al tiro solo dieci minuti dopo, con una botta da fuori area di Alli sugli sviluppi di un angolo, che sibila poco alto sulla traversa.

SigthórssonMa l’Islanda non ci sta a fare da spettatrice, e al 19′ passa inaspettatamente in vantaggio. Sponda di Bödvarsson, palla per Sigthórsson che di piatto dal limite spedisce verso la porta. Hart è incerto e si fa trafiggere sulla sua sinistra, con la palla che passa sotto la sua mano. Inghilterra stordita, ma come da copione in questo europeo, al bel gioco non corrispondono mai i risultati. Al minuto 27′ Kane raccoglie un cross di Sturridge e al volo batte verso la porta, grande risposta di Halldórsson che alza in calcio d’angolo. Inghilterra che attacca in massa, Islanda che si difende, pronta a fare ancora male in contropiede. Ci prova Rooney, con un tiro da fuori che va largo, ma è già il 35′. Per i restanti dieci minuti si gioca nella metà campo dell’Islanda, ma senza che gli uomini di Hodgson riescano a creare situazioni pericolose. Si va al riposo che l’incredibile Islanda in vantaggio per 2-1.

Parte arrembante l’Inghilterra, che sostituisce uno spento Dier con Wilshere. Subito un giallo per Sturridge, a dimostrazione della carica con cui i bianchi sono scesi in campo per la ripresa. La prima vera occasione del secondo tempo capita però agli islandesi, che sulle palle alte in area hanno sempre la meglio. Al 56′, sugli sviluppi di un cross in area, Sigurdsson in rovesciata impegna severamente Hart, che stavolta, sebbene incerto, almeno riesce a respingere. L’Inghilterra comunque preme, al 60′ Alli riceve un bel cross ma al volo di destro da centro area spedisce sul fondo. Subito dopo entra Vardy in luogo di Sterling. Una punizione di Kane, un tiro di Wilshere, entrambi lontanissimi dai pali della porta islandese sono le uniche conclusioni inglesi nei successivi dieci minuti. Dal 70′ l’Inghilterra si riversa in avanti. Lancio per Vardy che in area viene anticipato un attimo prima di battere a rete. Al 74′ e al 78′ ci prova due volte Kane ma senza successo. L’Islanda punge in contropiede, all’84’ Gunnarsson si presenta davanti ad Hart, ma il portiere del City stavolta si supera. L’ultima disperata mossa di Hodgson è Rashford, che al minuto 86 sostituisce uno stanchissimo Rooney. Il giovane talento del Manchester United da la scossa, l’Inghilterra cinge d’assedio il fortino islandese ma il muro di ghiaccio non si scioglie, le ultime occasioni sono per Vardy ed Alli ma il risultato non cambia, l’Islanda vince 2-1 e vola ai quarti, dove troverà la Francia.


>>> LEGGI LE PAGELLE FANTAMAGAZINE

MIGLIORI

Alli 6 (Inghilterra) – Buon primo tempo per lui, buona dinamicità, cerca sempre l’inserimento. Nel secondo tempo Hodgson decide inspiegabilmente di spostarlo a sinistra, e lui si spegne.

R. Sigurdsson 7,5 (Islanda) – Il difensore del Krasnodar segna il suo secondo gol in Nazionale alla Lampard :inserimento da centrocampista consumato. Ruba la scena a Gylfi, il Sigurdsson più famoso. Dirige la difesa con calma e una discreta tecnica di base: il salvataggio su Vardy è fantastico. Sfiora il gol in rovesciata stile Pele’ in “Fuga per la vittoria”.

PEGGIORI

Walker 4,5 (Inghilterra) – Nel primo tempo la sua spinta è pari a quella di un bradipo. Al 4° perde l’uomo e regala il pareggio all’Islanda. Tanti errori per lui.

Halldorsson 5,5 (Islanda) – Travolge Sterling in occasione del rigore andando più fuori tempo di Grignani nelle sue ultime performance canore. Nulla può sul rigore. Maluccio con i piedi, timido nelle uscite. “So and so”, direbbero gli anglosassoni.


LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Roy Hodgson (CT Inghilterra): “I ragazzi sono stati fantastici, hanno fatto tutto quello che potevano. Hanno giocato per il loro paese fino all’ultimo minuto. Voglio ringraziarli per avere dato tutto per questa squadra. Voglio ringraziare tutto lo staff per questo viaggio fantastico, sarà bello ricordare questa avventura. È un peccato uscire da questo Europeo, il mio augurio è rivedere presto la nazionale inglese in finale

Heimir Hallgrimsson (coCT Islanda): “Sono più rilassato ora rispetto alla gara contro l’Austria. Se qualcuno mi avesse detto qualche anno fa che avremmo raggiunto i quarti non ci avrei creduto. Nessuno ostacolo è troppo grande per questi ragazzi. Andiamo avanti così“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy