Euro2016 Galles: Gareth Bale, l’uomo dei record

Euro2016 Galles: Gareth Bale, l’uomo dei record

Era il 1958 quando il Galles arrivò ai quarti di finale dei campionati del mondo. Ieri, a 58 anni di distanza, Gareth Bale è l’eroe di una nuova impresa.

di Titty Cerquetti, @tittyna

Il Galles ha segnato 17 gol tra le qualificazioni e la fase finale di Euro 2016, in 12 di questi c’è stata la mano, o meglio i piedi, di Gareth Bale. Nessuno, tra tutti i protagonisti europei sui campi verdi di Francia, può dire di aver fatto meglio. Una punizione magistrale contro la Slovacchia, il replay contro l’Inghilterra, ed eccolo eguagliare il record di Platini e Hassler di due punizioni segnate in un Europeo. Vi basta? A lui no. L’attaccante gallese del Real Madrid è il primo giocatore a segnare in tre partite consecutive agli Europei dopo Milan Baros nel 2004. Bale è andato a segno in tutte e tre le partite della fase a gironi, un’impresa riuscita in passato solo ad altri sette giocatori: Platini nell’84, Stoichkov e Shearer nel ’96, Milosevic nel 2000 e la coppia BarosVan Nistelrooy nel 2004. Può bastare adesso? Forse a titolo personale sì, sebbene siamo certi che nel prossimo impegno, gli ottavi di finale, Bale farà di tutto per migliorare qualche primato, ma a livello di squadra non basta ancora.

GALLES: OTTAVI DI FINALE EUROPEI, TRAGUARDO STORICO

Il massimo che il Galles era riuscito ad ottenere, in una grande manifestazione internazionale, erano stati i quarti di finale. Era il 1958, ed era il campionato del Mondo. Tre pareggi nel girone eliminatorio contro i padroni di casa della Svezia, il Messico e l’Ungheria. Poi spareggio con quest’ultimi e vittoria per 2-1. Rimase l’unica. Ai quarti i dragoni si trovarono di fronte i futuri campioni del Mondo del Brasile e persero con onore per 1-0. Il goal, anche quello, fu storico, il primo in un mondiale di un calciatore 17enne che avrebbe fatto parlare molto di sé:  Edson Arantes do Nascimento, detto Pelè. In quell’occasione O Rei conquistò i primati di più giovane marcatore in un mondiale e più giovane campione del mondo della storia.

Prima di allora per il Galles c’era stato il nulla, dopo di allora ci fu ancora il nulla. Fino al 2016, fino alla qualificazione alla fase finale dell’europeo francese, fino a ieri, quando la vittoria per 3-0 contro la Russia ha qualificato la squadra di Bale, Ramsey e il CT Coleman agli ottavi di finale.

GARETH BALE: “NON VOLEVAMO ESSERE SPETTATORI IN FRANCIA”.

Lo aveva dichiarato all’inizio dell’europeo, Bale, che il Galles non era arrivato in Francia per un selfie sulla Torre Eiffel, lo ha ribadito con forza dopo la vittoria contro la Russia, ed il primo posto nel girone B, che adesso significa affrontare negli ottavi di finale una delle migliori terze. Con un altro record, per il ragazzo di Cardiff: tre partite e 12 tiri nello specchio della porta, solamente Platini nel 1984 aveva fatto di meglio, con 15 conclusioni. E nelle sue parole, il giorno dopo lo storico traguardo ottenuto, c’è tutta la gioia di un ragazzo semplice:

Sono felicissimo, tutto quello che abbiamo fatto è impressionante, ci siamo detti di andare in campo per divertirci, è quello che abbiamo fatto, questa la miglior prestazione perché abbiamo giocato in modo eccellente e siamo primi. Abbiamo iniziato molto bene, non eravamo contratti o nervosi, abbiamo sentito i nostri tifosi. Non volevamo venire in Francia per fare da spettatori, abbiamo vinto il girone e siamo molto felici.

>>> Focus on Gareth Bale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy