Euro 2016 Quarti – Il Belgio segue il copione del suo film europeo

Euro 2016 Quarti – Il Belgio segue il copione del suo film europeo

Tutto come previsto per i Diavoli Rossi di Wilmots che ai Quarti affronteranno il Galles.

di Riccardo Cerrone, @riki171980

Quando ci si siede nella sala di un cinema l’opera alla quale si assiste è sempre frutto del lavoro di tanti, dagli attori al regista, dai truccatori ai coreografi, ma colui che ha avuto la visione è sicuramente lo sceneggiatore. Questo personaggio mette i punti in una storia che nessuno conosce ancora, e nel nostro caso sono certamente i bookmakers che hanno buttato giù la sceneggiatura del cammino del Belgio, quotandolo vincitore di EURO 2016 a 9.00 già in primavera, ponendo i Diavoli Rossi subito dietro i padroni di casa della Francia.

La storia sta prendendo questa piega, il Belgio ha passato agevolmente il Girone E, perdendo una partita stregata contro l’Italia, superando gli Ottavi e adesso affronterà la sorpresa Galles nei quarti. Ma se il ‘film Belgio’ ha avuto questo successo tra gli appassionati il merito è certamente del “regista”: l’allenatore Wilmots, architetto e stratega di questa squadra, sulla quale ha cucito un 4-3-3 ad hoc per gli attori protagonisti, i calciatori belgi.

BelgioSì perché davanti alla macchina da presa dell’Europeo ci vanno gli attori: calciatori di calibro internazionale, già affermati come protagonisti, o stelle emergenti ancora non protagonisti, ma che insieme compongono un cast straordinario, degno del miglio kolossal americano. Se tra i candidati all’Oscar come attore protagonista possiamo certamente inserire Courtois, Hazard e Lukaku, si candidano a rivelazione (o quasi) per l’Oscar da attore non protagonista calciatori come Mertens, De Bruyne, Carrasco e Batshuayi, tutti parte di questa sceneggiatura che vede i Diavoli Rossi fra i principali candidati alla vittoria finale dell’Oscar con la O maiuscola: la Coppa Europa.

IL PUNTO DI FORZA

Nella trama del cammino europeo del Belgio ci sono certamente degli elementi che hanno contribuito maggiormente alla riuscita di un film che al botteghino degli addetti ai lavori sta riscuotendo un successo clamoroso.
belgioPer essere definito un “blockbuster”, il Belgio si è avvalso certamente delle giocate dei giocatori più rappresentativi, ma la trama di questo film ancora  incompleto, si basa tutta sui tre attori di centrocampo: Witsel, Fellaini e Nainggolan, calciatori di qualità, quantità, fisicità e tecnica, una vera e propria diga che ad ogni performance fa scattare la standing ovation del pubblico pagante nella “sala” degli stadi di Francia 2016.
Aggiungiamo i monologhi, neanche poi tanto isolati di De Bruyne, ma soprattutto del folletto del Chelsea, Eden Hazard che sta letteralmente facendo spellare le mani al pubblico pagante con giocate assolute, degne di performance alla Al Pacino o Steve McQueen.
Courtois sta vivendo questa spedizione francese come assoluto protagonista, la cui fine è sempre appesa ad un filo, legata alla prestazione del pacchetto difensivo. Thibaut è come l’attore protagonista di una serie TV di successo, sembra essere una realizzazione a parte dal film Belgio: bello, prestante e spesso decisivo, il suo destino però è pronto a cambiare da un momento all’altro, come per il volere dello sceneggiatore di una storia di cui ancora non si conosce il finale, e che può cambiare da un momento all’altro. Il suo clean sheet è sempre frutto di una grande suspance.

INFORTUNATI E SQUALIFICATI

Il cast del film Belgio ad Euro2016 non ha visto partecipare attori del calibro di Kompany e Nicolas Lombaerts, infortunati da lungo tempo, dando alla difesa problemi che il regista Wilmots non ha saputo sempre risolvere. La squalifica di Thomas Vermaelen per il Quarto di Finale contro il Galles lascia ulteriormente scoperto un ruolo importante nelle sequenza da girare, ruolo che verrà assegnato probabilmente a Jordan Lukaku, interprete meno noto del fratello, ma in rampa di lancio in questa avventura francese.

I NUMERI DEL CAMMINO EUROPEO

eden-hazard-35022I calciatori non leggono i giornali, e gli attori non guardano i numeri del botteghino: tutto falso!
Il Belgio è arrivato alla registrazione di questo match contro il Galles con tre vittorie ed una sconfitta, detenendo il record di migliore attacco dell’Europeo con 8 reti messe a segno, e solo 2 subite.
Nell’innovativa classifica definita da UEFA.com chiamata “barometro calciatore” nelle tre nomination per il miglior attore figurano ben due calciatori dei Diavoli Rossi: Kevin De Bruyne ed Eden Hazard, segno inequivocabile di un processo, ed un progetto, che sta seguendo un copione scritto e ben definito, diretto verso la notte degli oscar di Parigi: la FINALE, Galles permettendo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy