Euro 2016 Ottavi – Italia

Euro 2016 Ottavi – Italia

Gli Azzurri vincono il Girone E, adesso affronteranno la Spagna negli Ottavi di Euro2016.

di Riccardo Cerrone, @riki171980

Contro ogni pronostico l’Italia di Conte vince il Girone E, e si presenta agli ottavi come una delle squadre più temibili per aver vinto e convinto nei primi due match del girone. Buffon ed il pacchetto Juventus hanno guidato la riscossa di una squadra che in molti davano per spacciata sin da subito.

ITALIA – COME ARRIVA AGLI OTTAVI

Conte l’aveva preannunciato: “conosciamo i nostri limiti, questo può essere sicuramente un vantaggio, perché siamo coscienti di fin dove possiamo arrivare, e siamo padroni dei nostri mezzi”. L’allenatore leccese non era certo tra quelli che si dava per vinto in partenza, pur essendo già il neo allenatore del Chelsea per la prossima stagione. Puntando sul pacchetto arretrato della Juventus pluricampione, l’Italia ha fatto della sua difesa un’arma letale, elemento determinante nelle vittorie contro Belgio e Svezia che gli hanno regalato la testa della classifica del Girone E.
Hanno completato l’opera la fisicità di Graziano Pellè, riferimento avanzato, ed il dinamismo di calciatori come Giaccherini, Eder, Candreva e Florenzi.
Pique ha già dichiarato di temere gli azzurri, un po’ per scaramanzia e pragmatismo, un po’ perché l’assetto e la tenacia azzurra intimoriscono veramente ogni avversario, chiedete ad Ibrahimovic.

ITALIA – NUMERI E STATISTICHE

La statistica che balza agli occhi è la “freschezza” con cui l’Italia sta affrontando questo Euro2016: un totale di 71.000 minuti stagionali giocati dai calciatori italiani, sono un numero relativamente basso rispetto ai 78/80.000 minuti dei colleghi inglesi ad esempio. Un dato da non sottovalutare per una competizione che arriva al termine di una stagione logorante, e con un clima caldo.
Record di calciatori impiegati ad Euro2016 detenuto sempre dagli Azzurri, visto il turn-over massiccio attuato da Conte contro l’Irlanda. I ragazzi guidati da Gigi Buffon detengono anche un record negativo: arriveranno agli ottavi con ben dieci diffidati.

ITALIA – TOP & FLOP

TOP

  • Bonucci: Leader, condottiero, e regista arretrato: Euro2016 consacra definitivamente il centrale viterbese che ormai è apprezzato in tutta Europa, come se gli apprezzamenti di Guardiola non fossero bastati al termine della Champions 2015/2016.
  • Giaccherini: Nota di merito certamente per Giaccherinho che, oltre al gol in apertura contro il Belgio, è il prototipo del calciatore “Contiano” fatto di corsa e volontà, mista ad una discreta tecnica e fiuto del gol.
  • De Rossi: Altri meriterebbero questa nomination ma De Rossi, partito in sordina, ha preso in mano la squadra ed ha orchestrato una direzione tattica che ha permesso un’ottima fase difensiva. Non male per un calciatore finito no, vero?

FLOP

  • Darmian: il ragazzo dello United ha deluso contro il Belgio, è rimasto in panchina contro la Svezia, ed ha giocato discretamente contro l’Irlanda, ma ancora manca qualcosa al livello di intensità per garantire una spinta continua.
  • Thiago Motta: se non fosse per quei 20 minuti all’esordio contro i Belgio, per il brasiliano-oriundo veramente poca cosa in campo.
  • Sirigu: non ce ne voglia il buon Salvatore, ma nell’unica occasione concessa non ha proprio brillato, soprattutto quando Brady ha staccato in area e né lui, né Bonucci, sono sembrati impeccabili.

ITALIA – QUALE FUTURO?

Il futuro dell’Italia è molto semplice da definire: considerando il lato del tabellone dove è capitata, e contro chi dovrà giocare per arrivare in finale, molto dipenderà dal suo attacco. Registrata la difesa, sincronizzato il centrocampo, se uno tra Eder, Pellè, Immobile Zaza ed Insigne si caricasse la squadra sulle spalle a suon di gol, il “miracolo” sarebbe possibile. Buffon, Bonucci, Chiellini e Barzagli garantiscono per tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy