Euro 2016 Ottavi – Croazia

Euro 2016 Ottavi – Croazia

Dallo scetticismo generale all’approvazione continentale: la banda di Cacic mette a sedere i Campioni in carica e si candida seriamente alla vittoria finale.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Sfrontatezza, cinismo e determinazione. Eccole qui le qualità messe in campo dalla Croazia, che nella prima fase di questo Euro2016 è riuscita a raccogliere consensi in tutto il continente e a conquistarsi di prepotenza il primato nel girone D, in barba ai tanti scettici che la davano già sconfitta in partenza contro la Spagna Campione in carica. Non a caso, alla vigilia, in molti credevano alla possibilità che la Nazionale guidata da Cacic avrebbe passato il turno grazie all’imprescindibile talento dei suoi singoli calciatori. Ma in pochi, e noi siamo fra questi, avevano individuato nel gioco di squadra croato l’opportunità di levare alla formazione di Del Bosque l’etichetta di migliore del gruppo, cucendosela sfacciatamente e meritatamente sul petto. C’era da aspettarselo da Luka Modrić e compagni che, forti delle proprie doti tecniche e della propria innata irruenza, hanno saputo dare spettacolo rendendosi protagonisti e togliendosi qualche sassolino dagli scarpini. E scusate se è poco.

CROAZIA – COME ARRIVA AGLI OTTAVI

Nel match di apertura contro la Turchia, alla Croazia è bastato soltanto il primo tempo per sbrigare la pratica, anche se i legni le hanno impedito di dilagare nella ripresa: 0-1, infatti, era stato il risultato finale grazie alla rete capolavoro di Modric avvenuta nella prima frazione di gioco. Nella seconda giornata, poi, è accaduto l’impensabile: sopra di due reti contro la Repubblica Ceca, gli uomini di Cacic si sono fatti rimontare nell’ultimo quarto d’ora di gara, mettendo a serio rischio il primato nel girone con un beffardo 2-2 finale. Tuttavia, nell’ultimo attesissimo scontro diretto con la Spagna, Perisic e compagni hanno dato prova della loro vera natura e, dopo aver subito la rete avversaria a pochi minuti dal calcio d’inizio, sono stati capaci di rimontare e di portare a casa un clamoroso 1-2.

CROAZIA – NUMERI E STATISTICHE

Nella fase a gironi, lo score della Croazia vanta due vittorie e un pareggio, come solo le migliori squadre di questo Euro 2016 hanno saputo fare. Il rovescio della medaglia è dato però dalla sottile differenza tra i 5 goal fatti e i 3 goal subiti, a testimonianza delle poche ma comunque presenti lacune difensive. Per quanto riguarda la classifica marcatori, la banda croata ha finora potuto contare sulle 2 reti di Perisic e su 1 a testa per Modric, Rakitic e Kalinic.

CROAZIA – TOP & FLOP

TOP

  • Luka Modrić: è lui la vera stella di questa Nazionale. La prodezza con cui ha fatto guadagnare i tre punti ai compagni al primo appuntamento europeo è soltanto la ciliegina sulla torta. Sublime in ogni ruolo ricoperto in campo, il playmaker del Real Madrid ha dispensato lezioni di stile e colpi da manuale. Peccato solo per quella distrazione muscolare che lo ha costretto a riposare nel match clou contro la Spagna.
  • Ivan Perisić: i suoi goal e i suoi assist sono fondamentali per la conquista del primato nel girone. Per l’attaccante dell’Inter partenza diesel come di consueto e prosieguo in crescita nel corso dei novanta minuti di gioco, grazie anche al maggiore utilizzo come ala piuttosto che come terzino.
  • Ivan Rakitić: primo match di ordinaria amministrazione e ultime due partite di autentica esplosione per il centrocampista del Barcellona, che ha dimostrato di saper fare anche le veci di Modrić. Soltanto il palo e un Cech in splendida forma gli negano la gioia di mettere a segno più di un solo goal.

FLOP

  • Marcelo Brozović: il centrocampista dell’Inter è apparso davvero sottotono in questo primo step europeo. Sarà forse per la giovane età o, ancor meglio, per lo schieramento in un ruolo diverso da quello ricoperto abitualmente, il ventitreenne non è riuscito a esprimersi al massimo delle sue qualità, tanto che nell’ultimo match contro la Spagna si è addirittura guadagnato la panchina.

CROAZIA – QUALE FUTURO?

Gli ottavi contro il deludente Portogallo potrebbero portare la Croazia dritta ai quarti, che eventualmente si giocheranno contro la vincente di Svizzera-Polonia. Due gare, quindi, abbastanza abbordabili per la formazione croata, che ha tutte le carte in regola per dimostrare di essere la vera rivelazione di Euro2016. Con un pizzico di attenzione in più da parte della retroguardia e con la forma ritrovata degli acciaccati Modrić e Mandžukić, la Croazia potrebbe davvero sognare in grande assieme ai suoi tifosi. Occhio però a Cristiano Ronaldo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy