Croazia-Portogallo 0-1 dts, Ronaldo spreca, Quaresma no, lusitani ai quarti

Croazia-Portogallo 0-1 dts, Ronaldo spreca, Quaresma no, lusitani ai quarti

120′ minuti più recupero decisi da un contropiede del Portogallo condotto splendidamente da Renato Sanches, rifinito da Nani, sprecato da Ronaldo e completato da Quaresma. Immensa delusione croata, che spreca troppo e alla fine subisce la pesante punizione.

di Titty Cerquetti, @tittyna

CROAZIA – PORTOGALLO 0-1 dts – TABELLINO

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Srna, Corluka (120′ Kramaric), Vida, Strinic; Modric, Badelj; Brozovic, Rakitic (110′ Pjaca), Perisic; Mandzukic (88′ Kalinic). All. Cacic.
PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Cedric, Pepe, Fonte, Raphael Guerreiro; Joao Mario (87′ Quaresma), Adrien Silva (109′ Danilo), William Carvalho, André Gomes (51′ Renato Sanches); Nani, Cristiano Ronaldo. All. Fernando Santos
Marcatori: 118′ Quaresma (P)
Ammoniti: 78′ William Carvalho (P)
Arbitro: Carlo Velasco Carballo (SPA)

CROAZIA – PORTOGALLO 0-1 dts – CRONACA

Stade Bollaert-Delelis, Lens – Buoni ritmi e discrete giocate, così comincia il primo tempo di Croazia-Portogallo. L’importanza del match non frena le due squadre che provano a superarsi fin da subito. Non ci sono grosse occasioni ma la partita risulta comunque piacevole. Per la prima emozione bisogna aspettare il minuto 26: Cristiano Ronaldo guadagna una punizione sulla fascia sinistra, sulla conseguente battuta di  Joao Mario, Pepe stacca di testa in area e sfiora il goal. L’occasione lusitana premia un periodo di predominio degli uomini di Fernando Santos, ma contribuisce a svegliare da alcuni minuti di torpore i croati, che si ripresentano in avanti con Mandzukic e Perisic. Il finale di primo tempo è tutto biancorosso, con i croati che tentano di affondare ma non riescono a creare occasioni clamorose. Si va al riposo sullo 0-0.

Il secondo tempo comincia con le squadre più guardinghe, come se l’intervallo avesse fatto nascere qualche preoccupazione. La prima a scuotersi è la Croazia, che con Modric e Perisic cerca almeno di creare qualche pericolo per Rui Patricio. Santos sostituisce Andre Gomes (che aveva avuto qualche problema fisico in settimana) con Renato Sanches ed il giovane portoghese si dimostra subito pimpante e pericoloso, tanto da creare la prima vera occasione da goal per i lusitani, sprecata però con un tiraccio abbondantemente largo. Un pericoloso colpo di testa di Vida su punizione al 62′ è l’ultima emozione, poi la partita si trascina senza sussulti. Un giallo per William Carvalho al 78′, Quaresma per Joao Mario al 87′, Kalinic per Mandzukic al 88′ e il fischio finale. Si va ai supplementari.

Il primo tempo supplementare prosegue sulla falsariga del finale di partita. Pochi sussulti, molta lotta a centrocampo, diminuiscono la lucidità e l’energia, aumentano i falli. Nei primi 15′ minuti una sola occasione e capita sui piedi di Kalinic che la spara alle stelle. Il secondo supplementare si apre con due cambi dopo pochi minuti, fuori Adrien Silva per Danilo nel Portogallo, fuori Rakitic per Pjaca. La partita, incredibilmente si accende quando sarebbe più normale vederla arrivare alla fine senza sussulti. Al 111′ Ronaldo è anticipato all’ultimo istante da Vida, lo stesso Vida due minuti dopo non approfitta di un’uscita sbagliata di Rui Patricio e di testa non riesce a centrare la porta sguarnita. Due minuti dopo assalto arrembante della Croazia che colpisce il palo con Perisic. Sul ribaltamento di fronte contropiede micidiale del Portogallo che sorprende la Croazia scoperta, Nani serve Ronaldo che a botta sicura tira in porta; miracolo di Subasic che devia ma arriva Quaresma a rimorchio per il tap-in vincente. Il Portogallo è in vantaggio al minuto 118′. La Croazia non ci sta, e un minuto dopo Pjaca semina il panico in area lusitana ma guadagna solo un calcio d’angolo. Ancora un’occasione per la Croazia, al 122′, con Vida, ancora lui, che in girata volante manda fuori di un soffio. Finisce qui, con un goal in contropiede di Quaresma e la mossa vincente di Santos che, con l’ingresso di Renato Sanches, mette in campo il man of the match. 1-0, e Portogallo ai quarti, dove troverà la Polonia.


>>> LEGGI LE PAGELLE FANTAMAGAZINE

MIGLIORI

Modric 6,5 (Croazia) – Classe a non finire. Parte tutto da lui, ma oggi lo lasciano solo.

Renato Sanches 6,5 (Portogallo) – Entra e porta più dinamismo nella linea mediana. Un po’ impreciso nei passaggi ma è importante nel recupero dei palloni.

PEGGIORI

Rakitic 5 (Croazia) – Assente non giustificato nel momento più importante.

André Gomes 5 (Portogallo) – Il peggiore dei suoi, esce al 49′.


LE VOCI DEI PROTAGONISTI

Ricardo Quaresma (Portogallo): “Abbiamo lottato tanto e lavorato duramente, la Croazia è una grande squadra ma la vittoria è stata giusta. Il gol significa molto per me, sono felice per la rete e per la mia squadra. Anche per il mio Paese. Se è la rete più importante della mia carriera? Sì, ma voglio continuare a fare bene. La cosa importante è recuperare le forze, la gara contro la Polonia sarà difficile. Bisogna riposare e poi prepararci“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy