Empoli-Palermo, le Fantapills: Maccarone decisivo, disastro Cionek

Le Fantapills dell’anticipo della 19a giornata di Serie A.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

L’importante scontro-salvezza tra Empoli e Palermo è stato deciso dal calcio di rigore battuto da Maccarone al 78′ s.t. Vediamo assieme i protagonisti in positivo e in negativo della serata attraverso le nostre Fantapill.

MACCARONE: man of the match. Si alza dalla panchina e due minuti dopo segna un gol pesantissimo ai fini della classifica. In una partita dove è prevalsa l’intensità piuttosto che la qualità, ci pensa Big Mac a regalare l’unica gioia del pomeriggio. A una decina di minuti dalla fine, il difensore rosanero Cionek commette fallo in area proprio su Maccarone, che si posiziona sul dischetto e segna con freddezza. E’ un segnale che la squadra toscana potrà ancora contare sul suo attaccante più esperto nel corso della stagione, nonostante il minutaggio non sia continuo come le precedenti stagioni. L’allenatore dell’Empoli Martusciello nel post-partita ha parlato dell’apporto di Maccarone: “E’ meraviglioso che il gol decisivo lo abbia segnato il capitano Maccarone, perché non gioca, ma quando entra è fondamentale, un premio per lui”.

SAPONARA: chi l’ha visto? Un’altra prestazione deludente per il trequartista, in una partita che sulla carta sembrava poter essere sulle sue corde. Bisogna chiedersi che fine abbia fatto quel giocatore che regalava spettacolo segnando e facendo assist nell’organizzato Empoli di Mister Sarri di qualche anno fa. Poco incisivo e quasi superficiale, ha la grande responsabilità di essere il giocatore cardine dell’Empoli, ma questo sembra quasi essere un peso per lui. L’allenatore dell’Empoli Martusciello nel post-partita ha parlato anche di lui:Saponara ha fatto un buon primo tempo, poi la partita si è sporcata e ha avuto delle difficoltà, ma sono felice della sua prova”.

BELLUSCI: grande prestazione di personalità per il difensore empolese. Guida la difesa in modo eccellente, intervenendo in ogni situazione pericolosa, soprattutto contenendo il pericoloso Nestorovski.

BRUNO HENRIQUE: l’unico faro acceso tra i rosanero in questa partita. Dimostra grinta e carattere e prova a dare ordine alle geometrie dei rosanero. Le azioni più pericolose della sua squadra partono quasi tutte dai suoi piedi. Segnale che il Palermo dovrà ancora puntare sul centrocampista brasiliano per avere qualità in campo, quella che spesso è mancata.

CIONEK: pessima prestazione per il difensore rosanero, che sin da subito sembra insicuro, quasi impaurito, e non riesce a garantire l’apporto coraggioso delle partite precedenti. Grande errore a una decina di minuti dalla fine della partita, quando causa il rigore che decide la partita: quasi un atto disperato il suo poiché Maccarone avrebbe potuto tirare tranquillamente in porta se non fermato dal polacco.

NESTOROVSKI: anche tu?!? Continua il momento poco prolifico per l’attaccante rosanero. Il gol manca da quasi due mesi, l’ultimo nella trasferta contro il Bologna. Momento di smarrimento per una delle rivelazioni del girone di andata di questa serie A, sembra che in qualche modo gli avversari abbiano capito le sue caratteristiche. Contro l’Empoli prestazione anonima, non riesce a dare vivacità alle azioni offensive della sua squadra e viene sempre anticipato dai difensori avversari. Il Palermo spera che si sblocchi il prima possibile, poiché le poche e timide speranze di salvezza dei rosanero passano dai suoi gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy